Comune Mantova

Switch to desktop

News Territorio

Climathon Mantova 2019 è la declinazione locale di un evento globale, promosso dall'European Institute Innovation and Technology per sensibilizzare i cittadini sul cambiamento climatico e chiamarli all’azione. Sono oltre centocinquanta le città che hanno aderito in tutto il mondo, da Barcellona a Mosca, da Berlino a Sydney, da Cagliari a Milano, per arrivare a Mantova.
E' il primo passo dei “Percorsi green", che coagulano attorno a uno stesso tema diversi partner istituzionali e progetti: PromoImpresa – Borsa Merci – Fondo di perequazione nazionale e CO-Mantova; Comune di Mantova – Mantova Hub; Rete LTO Mantova – Azioni Laboratorio Territoriale Diffuso che, grazie agli enti capofila Camera di commercio e Provincia di Mantova, guideranno la diffusione sul territorio e la partecipazione dei docenti; Rete Alternanza Mantova – Azioni LTO diffuso sostenuto da Fondazione Cariverona; Istituto Fermi – Progetto «Innovazioni Green» e sviluppo della nuova realtà «Manto Circular Lab».
Un'intera giornata, venerdì 25 ottobre, in cui si riuniranno in team oltre cento studenti di scuola superiore: al Mantova Multicentre "Antonino Zaniboni", guidati dai loro stessi insegnanti e da JA Italia, i ragazzi si confronteranno con tre problematiche green reali e raccoglieranno la grande sfida di proporre soluzioni innovative e sostenibili per contrastare il cambiamento climatico. Una la macro sfida, il "comportamento umano", declinata in tre sottotemi: acqua, spreco alimentare e mobilità.
I ragazzi lavoreranno fino alle 16, quando le porte del centro congressi si apriranno anche a imprese, istituzioni, stampa e cittadini, che potranno ascoltare le loro idee.


Info: clicca qui

Giovedì, 24 Ottobre 2019 12:39
Pubblicato in Ambiente
Leggi tutto...

Un deposito di amiantoL’ATS Val Padana informa i propri Comuni che, a seguito dei sempre più frequenti eventi metereologici estremi che stanno colpendo il territorio e a causa di manufatti in cemento amianto che potrebbero essere ancora presenti, è prevedibile che, il disturbo traumatico di materiali in cemento amianto (lastre di copertura e simili) potrebbe essere tale da provocare la caduta a terra, in frammenti di varia dimensione. Di conseguenza, i soggetti che dovessero essere colpiti o interessati dall’evento, in situazioni di emergenza, dovranno seguire le seguenti indicazioni operative.


Innanzitutto devono rivolgersi a ditte specializzate di cui all’Albo di Gestori Ambientali Categoria 10. Tuttavia qualora i cittadini si trovino in situazioni di reale e inequivocabile emergenza e siano costretti ad intervenire senza poter attendere l’intervento di personale specializzato, devono raccogliere i materiali ed il successivo accumulo provvisorio in attesa di smaltimento da parte di ditta specializzata, verificando le condizioni di compattezza del materiale; allontanando le persone eventualmente presenti nelle vicinanze dell’area operativa ed utilizzando durante tutte le fasi dell’attività, idonei dispositivi di protezione individuali (da smaltire a fine lavoro come elementi potenzialmente contaminati, alla stregua del materiale assoggettato a raccolta).


Nello specifico, è necessario utilizzare la maschera di tipo FFP3, preferibilmente con valvola di espirazione, la tuta in Tyvek monouso con cappuccio (il cappuccio deve sormontare i tiranti della maschera, in modo che quest’ultima possa essere tolta per ultima), i guanti monouso, i calzari monouso soprascarpe.


Inoltre, è necessaria la bagnatura preventiva del materiale in cemento amianto assoggettato a raccolta con apposito prodotto incapsulante, utilizzando una pompa nebulizzatore a bassa pressione.


Occorre individuare un’area idonea di stoccaggio temporaneo di rifiuti. Non è consentito il trasporto del materiale in amianto, è consentito lo spostamento solo per brevissimi tratti (nel perimetro della proprietà per le aree private) e un’accurata verifica finale dell’area, provvedendo alla raccolta dei pezzi più minuti, sfuggiti ad una prima osservazione.


Bisogna procedere con il confezionamento del materiale all’interno di fogli in nylon polietilene bianco di spessore minimo 0.20 mm o sacchi idoneamente etichettati, in base alla tipologia del manufatto, la sigillatura in maniera accurata con nastro adesivo in plastica o con apposite fascette, l’apposizione, se non già integrata nel materiale plastica, di una idonea etichettatura inerente alla presenza di amianto.
Lo smaltimento (prelievo dal sito di raccolta, caricamento su mezzo per il trasporto e conferimento in discarica) del materiale può essere effettuato esclusivamente da imprese iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali – Categoria 10. L’elenco delle imprese autorizzate è reperibile sul sito www.albogestoriambientali.it, alla voce “elenchi iscritti”.


E’ da prevedere l’aggiornamento dell’obbligo di censimento dei luoghi con amianto posto in capo ai titolari del sito.


Relativamente ad eventuali spazi di operatività afferenti ad imprese non iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, si richiama quanto previsto dalla Circolare Ministeriale in materia di ESEDI (Esposizioni Sporadiche e di Debole Intensità) emessa in data 25/11/2011 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in attuazione di quanto previsto dall’art. 249 del D.Lgs. 81/08.

Altre informazioni

Venerdì, 30 Agosto 2019 17:09
Pubblicato in Ambiente
Leggi tutto...

rac defSi informa che, anche per il 2019, sono state approvate le agevolazioni tariffarie riguardanti i rifiuti. Con Delibera di Consiglio Comunale n. 80 del 20/12/2018 sono state, infatti, confermate le agevolazioni sociali per nuclei familiari economicamente svantaggiati, musei, organizzazioni di volontariato/Onlus.
Le domande di agevolazione devono essere presentate IMPROROGABILMENTE entro il 31/07/2019 al Gestore Mantova Ambiente (sportello di Vicolo Stretto, 12) utilizzando l'apposita modulistica a disposizione.

Lunedì, 11 Febbraio 2019 00:00
Pubblicato in Ambiente
Leggi tutto...

Banner 1024x512

 

SITO WEB

 

La percezione comune considera la combustione domestica della legna una pratica tradizionale, quasi naturale, quindi innocua per la salute. Le evidenze scientifiche mostrano invece che le emissioni di polveri fini e composti tossici dei piccoli apparecchi a legna (caminetti, stufe, inserti) sono molto rilevanti: in molte zone questa è la principale sorgente inquinante per l’aria che si respira. La campagna di comunicazione Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute intende fornire al vasto pubblico informazioni e indicazioni utili sul corretto comportamento da adottare nei confronti dell’utilizzo corretto della legna per il riscaldamento.

DURATA: da settembre 2017 a dicembre 2022

Martedì, 29 Gennaio 2019 10:06
Pubblicato in Ambiente

Video collegato

Leggi tutto...

eco calendario2019Disponibile il nuovo calendario 2019 sul servizio di raccolta rifiuti (escluse zone A e B del centro storico).

Venerdì, 21 Dicembre 2018 19:09
Pubblicato in Ambiente
Leggi tutto...

Grazie al miglioramento dell'aria, dovuto all’abbassamento della concentrazione di polveri sottili (sotto i 50 microgrammi per metro cubo), da domenica 9 dicembre viene confermato a Mantova lo sblocco delle misure di 1° livello di Regione Lombardia. Quindi potranno tornare a circolare in città le autovetture diesel fino a Euro 4 compreso. Cessano anche tutti gli altri divieti previsti.

Per maggiori informazioni

 

Sabato, 08 Dicembre 2018 14:40
Pubblicato in Ambiente
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version