Switch to desktop
News dal Comune


28 settembre 2018 | Notte Europea dei Ricercatori: La Notte dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. L'obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, conferenze e seminari divulgativi. MEETmeTONIGHT quest'anno è uno dei progetti italiani parte del network della Notte Europea dei Ricercatori in Italia, finanziati dalla Commissione Europea nell'ambito del programma Horizon 2020, Azioni Marie Skłodowska-Curie. In simultanea con la Notte Europea dei Ricercatori, Mantova accoglierà la settima edizione di MEETmeTONIGHT, un evento volto a favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini, valorizzando così la cultura della ricerca. L’evento proposto sarà completamente gratuito, aperto all’ampio pubblico dell’intera cittadinanza e presenterà numerosi stand, realizzati da parte delle università, con esperimenti, dimostrazioni scientifiche dal vivo o laboratori interattivi, gestiti direttamente dai ricercatori, in cui i visitatori saranno coinvolti in primissima persona. MeetMeTonight, Faccia a faccia con la ricerca” diventa nel 2018 e 2019 evento europeo, inserito ufficialmente nel circuito della Notte Europea dei Ricercatori, iniziativa annuale promossa dalla Commissione Europea, che sfocia in un evento svolto in simultanea in tutti i Paesi europei l’ultimo venerdì di settembre, con l’obiettivo di favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini e valorizzare la cultura della ricerca. Un’occasione unica di incontro con la ricerca, dove parlare e interagire coi suoi protagonisti, scoprire cosa si fa nei loro laboratori e sperimentare in prima persona quanto tutto questo abbia impatto anche nella nostra vita quotidiana.

In allegato il programma completo

Mercoledì, 26 Settembre 2018 09:43
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...


Gerhard Richter risponde, ancora una volta, all’Annunciazione di Tiziano. Il grande pittore tedesco, uno dei più rilevanti protagonisti della scena contemporanea, ha deciso di offrire una rielaborazione del suo rapporto con la pittura di Tiziano e con il tema dell’Annunciazione in una mostra concisa e preziosa – “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra”, a cura di Helmut Friedel, Giovanni Iovane e Marsel Grosso – che si terrà a Palazzo Te a Mantova dal 7 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019. Era il 1972 quando, durante una visita alla Scuola Grande di San Rocco a Venezia, Richter riconosce in Tiziano una qualità “che rende arte un’opera d’arte”, e decide di copiare il quadro veneziano. Da allora il dialogo con l’antico maestro cadorino resta come un’ispirazione e un’intonazione di fondo del lavoro di Richter, che periodicamente sente il bisogno di tornare su questa preziosa e segreta fonte.

La Fondazione Palazzo Te, grazie al lavoro dei curatori, ha proposto al grande artista tedesco di raccontare questo dialogo intimo e di lungo corso, proprio a partire da due capolavori di Tiziano: l’Annunciazione di S. Rocco e quella conservata al Museo Nazionale di Capodimonte.

Gerhard Richter ha risposto con generosità e personalmente a questa proposta, elaborando un percorso di 17 opere, direttamente uscite dal suo studio, nelle quali, con delicatezza e per allusioni, racconta una storia, tutta giocata sul segreto della visione.

Questo evento, unico e prezioso, ha mosso anche altre istituzioni della città di Mantova e così il Museo Diocesano “Francesco Gonzaga” ha generosamente deciso di presentare una raccolta delle Annunciazioni presenti nelle collezioni della città, mentre la Diocesi di Mantova propone un percorso cittadino per ammirare le Annunciazioni presenti nelle principali chiese.

Importanti intellettuali hanno poi risposto a questa occasione: Giulio Busi, Annarosa Buttarelli, Claudia Cieri Via hanno accettato di scrivere per il catalogo edito da Corraini, mentre l’allestimento della mostra ha ricevuto il contributo straordinario di Piero Lissoni.

La mostra “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra” è prodotto e realizzato dal Comune di Mantova, dalla Fondazione Palazzo Te e dal Museo Civico di Palazzo Te, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali, con la collaborazione della Diocesi di Mantova e del Museo Diocesano “Francesco Gonzaga”, con il contributo della Fondazione Banca Agricola Mantovana e di Banca Monte dei Paschi di Siena, con il supporto degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani e con il sostegno dello sponsor tecnico Manerba.


Info:http://www.centropalazzote.it/ 

Giovedì, 20 Settembre 2018 14:33
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Fatticult è un’occasione di ascolto e incontro su innovazione e cultura, strategie e imprese creative come motore di crescita di un territorio. La manifestazione è giunta alla 5ª edizione e si terrà dal 27 al 29 settembre 2018. Il programma è stato presentato martedì 25 settembre nella Sala Consiliare del Comune di Mantova dall'assessore alla Creatività e alla Partecipazione Giovanile Andrea Caprini e dal presidente di Pantacon Matteo Rebecchi.

I linguaggi della cultura e il loro ruolo nella trasformazione delle città tornano al centro degli eventi di Fatticult 2018. La quinta edizione dell’appuntamento mantovano organizzato da Pantacon darà linfa ad un confronto tra teorie, pratiche ed esperienze attorno al processo di rigenerazione di spazi fisici e immateriali nei contesti urbani ed extra-urbani attraverso i linguaggi della cultura e delle nuove tecnologie riflettendo anche su spazi creativi e modelli organizzativi, pensando soprattutto a esigenze e prospettive delle nuove generazioni di under 20.


Come operano le istituzioni culturali nei processi di trasformazione delle città contemporanee? Come dialogano con i “nuovi cittadini”? Domande aperte a cui Fatticult cercherà di dare risposta in questo 2018, Anno Europeo del Patrimonio, che coincide con il decennale Unesco Mantova Sabbioneta e con nuovi importanti passi dei progetti europei Intherit e Bhenefit.
Sarà anche un’edizione ricca di momenti di intrattenimento, che trovano proprio in città la loro ispirazione: grazie alle esperienze artistiche di Pantacon, il potere della scienza e i suoni della città e della natura costruiranno nuove emozionanti esperienze per il pubblico.


A Fatticult 2018, anche grazie alla consulenza organizzativa di CheFare e ArtLab, come sempre ospiti importanti del mondo accademico e professionisti di settore, provenienti da tutta Italia, saranno coinvolti insieme al pubblico in focus specifici, seminari, workshop, eventi, in Santagnese10 e al Creative Lab, suo spazio “gemello” dedicato ad artigianato digitale e nuove tecnologie.

 

La quinta edizione di Fatticult si svolgerà a Mantova dal 27 al 29 settembre 2018.

È ora possibile registrarsi alla quinta edizione di Fattidicultura 2018. L’iscrizione serve agli organizzatori per gestire al meglio gli spazi e l’accoglienza del pubblico, non è obbligatoria ma consigliata e richiesta: http://www.fattidicultura.it/iscriviti/

Info e programma: http://www.fattidicultura.it/

Giovedì, 20 Settembre 2018 09:32
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Logo PedibusMillepiediniMantova1617

In questa pagina sono raccolti tutti i materiali necessari per unirsi alla marcia di Millepiedini, il progetto pedibus che anche per l'A.S. 2020/2021 torna a coinvolgere le scuole mantovane, i loro alunni e le famiglie di questi ultimi.

Mercoledì, 19 Settembre 2018 12:05
Leggi tutto...

Sabato 22 settembre 2018 dalle ore 9 alle 12,30 presso la Loggia del Grano si terrà  il Festival della Pasticceria Tradizionale Mantovana. Dopo il grande successo della prima edizione nel 2017, il Comune di Mantova, con il coordinamento della Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, ha deciso di riproporre anche quest’anno il Festival della Pasticceria Tradizionale Mantovana. A presentare l'evento sono stati l'assessore ai Progetti Europei Adriana Nepote, il presidente e il direttore della Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani Gianni Boselli e Paola Beduschi, il pasticcere Nicolò Antoniazzi e il sommelier Graziano Giuseppe Rubes.

Nella scorsa edizione, a ciascuna pasticceria è stato chiesto di realizzare tre dolci della tradizione mantovana con ricette selezionate dallo storico mantovano Gian Carlo Malacarne e un dolce dimenticato. Grazie ad abili maestri pasticceri si è potuto assaggiare nuovamente dolci ottocenteschi e dei primi anni del Novecento ormai spariti dalle tavole. Lo stesso format sarà riproposto quest’anno e in alternativa al dolce dimenticato, i pasticceri potranno proporre il dolce dei ricordi che racconti la loro infanzia, una storia di famiglia o semplicemente un dolce ricordo.

Anche quest’anno sono stati coinvolti i pasticceri delle province di Bergamo, Brescia e Cremona che con Mantova si sono raccolte in un unico territorio denominato Ea(s)t Lombardy, condividendo tradizioni, passione e gusto. A rappresentare questa sinergia, il dolce Convivium della Pasticceria Atena di Sabbioneta.

Le pasticcerie mantovane

La Dolcelia
Panificio Freddi
Pasticceria Antoniazzi
Pasticceria Cavour
Pasticceria La Deliziosa
Pasticceria Caffetteria Tirati Su
Pasticceria Atena

 

Le pasticcerie Ea(s)t Lombardy

Balzer (Bergamo)
Dolce Follia (Cremona)
Strada dei Vini e dei Sapori del Garda (Brescia)

 

 I dolci tradizionali

Anello di Monaco
Budino di cioccolato
Helvetia
Millefoglie
Salame di cioccolato
Sbrisolona
Sugolo
Tagliatella
Torta delle rose
Torta Greca
Torta mantovana
Torta Margherita
Zabaglione

I dolci antichi

Finte pesche
Kraphen
Torta di noci
Veneziane
Filos

Dolci Ea(s)t Lombardy

Torta Donizzetti
Ufela
Cotognata

Martedì, 18 Settembre 2018 12:51
Pubblicato in Turismo
Leggi tutto...

Dal 19 al 21 settembre il Teatro Bibiena ospiterà un convegno sul concetto di territorialità. Che relazione esiste tra territorio, riconoscimento del territorio e coscienza di appartenenza a un territorio?

 

Il convegno “Autocoscienza del territorio, storie e miti: dal mondo antico all’età moderna”, organizzato dal Centro Studi Leon Battista Alberti, parte da questa domanda di grande attualità e si propone di trovare una risposta tramite un salto nel passato. Per tre giorni storici dell’arte e studiosi nazionali e internazionali accompagneranno l’ascoltatore in un viaggio a ritroso nello spazio e nel tempo, al fine di comprendere il rapporto peculiare di una società rispetto al proprio territorio.

 

Si passerà dall’analisi della concezione dei luoghi sacri nell’antica Roma, all’idea dello spazio nel mondo musulmano, toccando temi scottanti come quelli delle regioni di confine, da sempre protagoniste di scontri ideologici e non. Categorie e idee consolidate nel corso degli anni verranno messe in discussione, attraverso l’indagine sperimentale e scientifica di alcuni dei moltissimi casi possibili. Il discorso non toccherà solo l’ambito storiografico, ma anche per quello dell’arte, della cultura e della vita quotidiana: si scoprirà così che dal mondo antico all’età moderna il problema dell’identità territoriale è sempre stato al centro di dibattiti filosofici e politici, in una parola umani.

 

La partecipazione è libera sino ad esaurimento posti.
I lavori del convegno inizieranno alle ore 9 del 19 settembre. Il programma della tre giorni è consultabile sul sito www.fondazioneleonbattistaalberti.it  
Per info scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o chiamare 0376 367183
Facebook: La Loggia dell’arte

Lunedì, 17 Settembre 2018 16:56
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La commemorazione al Cippo di BelfioreE’ stato commemorato nel giorno dell’anniversario della morte, mercoledì 12 settembre, don Eugenio ucciso dai tedeschi nel 1943. La cerimonia, organizzata dal Comune di Mantova e dall’Anpi, si è tenuta davanti al Cippo che ricorda la tragedia.

 

Alla commemorazione sono intervenuti il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti, l’ex consigliere comunale e provinciale Maria Zuccati, Carlo Benfatti dell’Anpi e monsignor Giancarlo Manzoli. Erano presenti anche il presidente provinciale dell’Anpi Luigi Benevelli e le altre autorità civili e militari. Nei discorsi è stata ricordata la figura di don Leoni. Il sacerdote il giorno prima era stato arrestato dai tedeschi perché si era trovato ad assistere casualmente al disarmo di un motociclista nazista. Durante l’interrogatorio gli fu chiesto se conosceva gli aggressori, lui rispose di no.

Nella perquisizione domiciliare furono trovate alcune divise militari italiane dei quali don Leoni aveva favorito la fuga. Il sacerdote rimase in silenzio. Quindi, dopo essere stato percosso, venne portato sull’argine e colpito con uno o più colpi alla nuca. In sua memoria, al termine della manifestazione, è stata depositata una corona di alloro. Il Cippo è uno dei luoghi che fanno parte del percorso della memoria della città di Mantova.

Giovedì, 13 Settembre 2018 15:57
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La manifestazione Villaggio della Salute a Mantova in Centro storico sabato 15 e domenica 16 settembre, ormai alla terza edizione, ha lo scopo di avvicinare sempre di più la popolazione sulle tematiche della salute.
Tale iniziativa, oltre ad essere un'importante occasione per la popolazione a livello di prevenzione/formazione/informazione, è anche un'iniziativa volta a promuovere la formazione dei professionisti che lavorano in ambito sanitario, come per esempio medici, infermieri, farmacisti, psicologi e soccorritori. 
Il progetto è promosso da Croce Rossa Mantova (che fa da "Capofila") ma all'interno della stesso, sono presenti diverse associazioni del territorio come AVIS, AIDO e ABEO.

Quest'anno, all'interno della manifestazione ci sono diversi eventi come convegni, attività per bambini e attività con gli animali in collaborazione con il maneggio di ponte21 e le unità cinofile della CRI.
Per iscriversi, basta accedere al portale e compilare il modulo nella sezione ISCRIZIONI.


http://crivillagevillaggi.wixsite.com/villaggiosalute 

Martedì, 11 Settembre 2018 16:14
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

L'inaugurazione alla Vittorino Da FeltreE’ partito alla Vittorino Da Feltre in corso Garibaldi il tour dell’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Mantova Marianna Pavesi giovedì 6 settembre nelle scuole per l’infanzia nel giorno dell’apertura dell’anno scolastico. L’assessore, insieme alla dirigente Irma Pagliari e Luisa Rodella, hanno salutato le insegnanti e i bambini che hanno inaugurato il nuovo tappeto verde nel cortile attrezzato da Tea grazie all’impegno del tecnico Fabio Tosi.

Il Da Feltre, ha riferito la coordinatrice Cinzia Bianchini, ospita cento bambini. Nella scuola è stato rifatto il cortile con il manto verde e il tappeto in pail, i giochi, la tinteggiatura dei muri interni e sono stati ricostruiti i bagni. “L’intervento nel cortile – ha detto Rodella – permetterà di utilizzare lo spazio per tutte le attività didattiche e ludiche”. L’assessore Pavesi, poi, durante la mattinata ha proseguito il viaggio nelle materne visitando tutte le altre sedi: la Montessori, la Ferrari, la Strozzi, la Visentini e, infine, la Calvi.

Sabato, 08 Settembre 2018 19:45
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

L'assessore Pavesi parla agli studentiAlla Sacchi, in via Frattini, giovedì 6 settembre si sono incontrati i 25 studenti mantovani che si sono diplomati quest’anno e che nei prossimi giorni partiranno per partecipare al progetto Erasmus in diversi Paesi europei. A salutare i ragazzi e le ragazze è stata l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Mantova Marianna Pavesi, accanto a Lorenza Manfredi – responsabile del progetto educativo – ed Elisa Pincella di Thun spa che ha collaborato.

“Il Comune di Mantova – ha sottolineato la Pavesi - ha dato vita a questa iniziativa con l'obiettivo di incoraggiare le attività di apprendimento e la formazione interculturale degli studenti. Fare un’esperienza di formazione all’estero non è solo un percorso di studio, ma anche di vita”.

Sabato, 08 Settembre 2018 19:43
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Gli studenti con il sindaco Palazzi e l'assessore PavesiIl sindaco Mattia Palazzi martedì 4 settembre nell’ufficio di via Roma ha consegnato nove pass di Festivaletteratura agli studenti che si sono diplomati con il massimo del punteggio alle superiori. “Partecipare agli eventi di Festivaletteratura – ha sottolineato Palazzi – aiuta a capire una dimensione culturale diversa della città. Abbiamo pensato di donare i pass che il Comune riceve dagli organizzatori ogni anno agli studenti che hanno raggiunto la maturità con 110 e lode per riconoscere il loro merito”. Il gruppo di studenti, accompagnati dai familiari, hanno ricevuto anche l’annullo postale che ricorda Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016.

A ritiralo sono stati Beatrice Ruggerini, del liceo artistico Giulio Romano, Federico Lancelotti ed Aurora Leso dell’Istituto Fermi, Elena Gentilini e Aurora Gugolati, del Liceo Classico Virgilio, Mauro Marcon, Pietro Soardo e Andrea Pinardi del Liceo Scientifico Belfiore ed Enrico Caniato, del Liceo Isabella d’Este. All’incontro era presente anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Marianna Pavesi.

Giovedì, 06 Settembre 2018 18:32
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Impero Nigiani. Il fantastico cavaliere Don Quijote: la Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) in via XX Settembre 11/13/15, dal 9 Settembre al 14 Ottobre 2018 presenta al primo piano la personale dell’artista fiorentino Impero Nigiani “Il fantastico cavaliere Don Quijote”.
La mostra, curata da Arianna Sartori, gode dei patrocini di Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Mantova, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano e ProLoco di Castel d’Ario.
La mostra “Il fantastico cavaliere Don Quijote” si inaugurerà Domenica 9 Settembre alle ore 11.00
La Mostra comprende venti dipinti eseguiti con la tecnica dell’olio su tela (cm 60x60) e sei disegni realizzati con la tecnica della sanguigna su carta (cm 60x50).

 

In allegato il comunicato stampa con tutte le info sulla mostra

Martedì, 04 Settembre 2018 10:54
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Una mostra che si fa racconto in occasione del Festival della Letteratura di Mantova. Tre stanze, ogni stanza un capitolo, ogni opera una frase. È la monografica “Pino Deodato. Inchiostro”, a cura di Carlo Micheli, che apre alla Casa di Rigoletto fino al 30 settembre 2018. Come anticipa il titolo, è l’inchiostro – su terracotta e su carta – il protagonista dell’esposizione. Pigmento che diventa strumento di racconto, non attraverso la parola scritta ma attraverso l’arte visiva. In oltre quaranta opere, di cui circa trenta sculture e una decina di carte, l’artista – tramite il suo ormai celebre “omino” che ricorre in tutti i suoi lavori – rappresenta con sensibilità, pudore, riservatezza, rispetto, semplicità, l’arduo tema della ricerca della Verità.

Lo fa collocando il suo piccolo personaggio in varie situazioni – in case, in biblioteche, sotto il cielo stellato –, spesso rivolto verso il muro, invitando il visitatore a scrutarlo per immaginare il suo volto. “Si badi – spiega Giorgio Bonomi nel suo testo critico – non si tratta di timidezza né di poca educazione ma, appunto, di rispetto per l’altro da sé”. Sono soprattutto le biblioteche, l’ambientazione favorita di Deodato: architetture in terracotta di medie dimensioni (45x34 cm) che sovrastano, zeppe di libri, i protagonisti delle sue sculture. L’uomo qui rappresentato cerca di appropriarsi di tutto lo scibile umano, credendo di potervi trovare la Verità. Non la troverà, ma come San Tommaso – personaggio cui è dedicata la prima sala – non smetterà mai di cercarla.

Pittore e scultore, Pino Deodato esprime con materiali semplici – la terracotta, la carta e, in questa speciale occasione, anche l’inchiostro – questioni etiche, estetiche e filosofiche, complesse che stanno a cuore all’uomo contemporaneo. Il suo linguaggio fatto di estrema sintesi di forme e colori, addirittura solo il bianco e nero nell’esposizione mantovana, tenta di riappropriarsi dei valori profondi che la civiltà odierna sembra quotidianamente smarrire.
“Cerco di affrontare temi articolati in modo semplice – dice l’artista – che è poi quello che l’arte dovrebbe fare: rendere accessibili a tutti argomenti difficili”.

Per sottolineare l’aspetto narrativo dell’esposizione, l’artista ha invitato tre autori – Alberto Barranco di Valdivieso, Maurizio Padovano e Michael Uras – a lasciarsi ispirare da uno dei suoi lavori per la composizione di un racconto.
I tre scritti sono raccolti nel catalogo edito per l’esposizione che contiene, inoltre, le immagini delle opere in mostra e i testi critici di Carlo Micheli e Giorgio Bonomi.

La mostra si avvale del patrocinio del Comune di Mantova.



Titolo Pino Deodato. Inchiostro. A cura di Carlo Micheli
Sede Mantova, Casa di Rigoletto, Piazza Sordello, 23
Fino al 30 settembre 2018
Orari: tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00
Ingresso libero
Info: Casa di Rigoletto, tel. 0376 288208

Catalogo con testi critici di Carlo Micheli e Giorgio Bonomi e racconti di Alberto Barranco di Valdivieso, Maurizio Padovano e Michael Uras

Lunedì, 03 Settembre 2018 17:03
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La delegazione mantovana in TiroloUn altro passo avanti è stato compiuto domenica 19 agosto in Tirolo verso l’apertura a Mantova di un museo dedicato ad Andreas Hofer, l'eroe tirolese fucilato dai napoleonici a Cittadella nel 1810. Ad Alpbach, in Austria, al Forum dedicato alle regioni tirolesi, Giuseppe Zorzi, in rappresentanza della provincia autonoma di Trento, i presidenti della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e del Tirolo Günther Platter, accanto al presidente del consiglio comunale di Mantova Massimo Allegretti, è stata firmata la dichiarazione d'intenti per dare vita al museo che sorgerà a Porta Giulia, vicino al monumento dedicato ad Hofer.

Il museo dedicato all'eroe tirolese sarà ultimato entro il 20 febbraio 2020 in occasione del 210° della morte. Il Land Tirol ha messo a disposizione la collezione di Martin Reiter, che in oltre dieci anni ha raccolto oltre 2.555 pezzi, da armi originali ottocentesche e oggetti di fabbricazione più recente che confluiranno nell’allestimento. Il Forum di Alpbach si è tenuto nello scorso weekend e si è occupato dei pericoli della montagna e delle sfide climatiche. All’appuntamento è intervenuto il presidente del consiglio comunale di Mantova Allegretti.

“Oggi noi siamo qui per confermare la volontà già sancita da un accordo, avvenuto nella sala consiliare di Mantova il 19 febbraio 2018 tra il sindaco di Mantova Palazzi e Tirolo – Euregio – ha sottolineato Allegretti -. La mia presenza conferma l’assoluta volontà dell’amministrazione di Mantova di chiudere quanto prima tutti i passaggi amministrativi necessari affinché il progetto ipotizzato di un nuovo spazio espositivo dedicato ad Andreas Hofer, si concretizzi, grazie anche al sostegno economico reso disponibile da Tirolo – Euregio. E’ un progetto animato dallo spirito di collaborazione, tra, realtà apparentemente distanti, ma che muovono da un profondo desiderio di far conoscere meglio le comuni vicende storiche, vicende che muovono dalla necessità di avvicinare culture differenti in un’ottica europea di superamento di antiche divisioni e pregiudizi”.

Venerdì, 31 Agosto 2018 18:58
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Dal 5 al 8 settembre 2019 torna il Festival Disanima Piano - EmozionArti giunta alla sesta edizione.
Nato nel 2014 e organizzato dall'omonima associazione no profit, è stato ideato da un team di amanti delle arti visive e performative. Della durata di tre giorni, si tiene in settembre contestualmente al Festivaletteratura.

Location principale nella quale si svolgono gli eventi è il Giardino di Casa Scalori, in via Chiassi 10 a Mantova, cornice perfetta dove la passione degli organizzatori e la professionalità degli artisti e musicisti, incontra un pubblico sempre partecipe e caloroso. Durante l'anno, in siti diversi, vengono programmati spettacoli riservati agli Aderenti Sostenitori dell'associazione e agli sponsor. L'obiettivo principale è quello di avvalersi di proposte musicali innovative al di fuori di un mirato genere musicale, offrendo alla città momenti culturali alternativi e un cartellone di appuntamenti di alto livello. Le parole che guidano gli organizzatori, fonte di ispirazione delle scelte, sono: "emozionare" - "emozionarci".


In allegato il programma completo 

Info: www.disanimapiano.com  |   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  |  mobile: 338 4947909

Martedì, 03 Settembre 2019 20:07
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

In occasione dei dieci anni dall’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale, il sito Mantova e Sabbioneta presenta un calendario di eventi di videoinstallazioni mirati a valorizzare il patrimonio delle due città. Il 25, 26 e 29 agosto a Mantova, l’8 settembre a Sabbioneta.

Entra nel vivo tra agosto e settembre il programma di eventi del Decennale del sito Mantova e Sabbioneta inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Con un doppio evento visual, voluto e promosso dall’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale UNESCO, le bellezze delle due città diventano parte integrante di uno spettacolo unico e saranno contemporaneamente scenografia e ispirazione con videoinstallazioni architetturali esterne che, giocando con i monumenti, ne racconteranno storia, arte e suggestioni. Contemporaneamente sia a Mantova il 25, 26 e 29 agosto che a Sabbioneta l’8 settembre, tra pomeriggio e serata, altri dieci eventi video saranno dislocati in più spazi monumentali interni per invitare il pubblico a seguire un percorso ideale: l’osservazione di sale, palazzi, portici e monumenti sarà suggestiva e inedita, in un dialogo tra suoni, immagini e colori che ne amplificano la bellezza e il suo protagonismo storico.



ATTENZIONE
A causa dei forti temporali previsti per la serata di sabato 25 agosto, l'organizzazione ha ritenuto necessario spostare l'evento LUCI SUL PATRIMONIO, programmato per tale data, a mercoledì 29 agosto. La manifestazione si svolgerà come da programma originale, con inizio alle ore 21.30 dalle Pescherie di Giulio Romano
A Mantova il 29 agosto lo spettacolo inizia alle 21.30 alle Pescherie di Giulio Romano con la prima videoinstallazione architetturale a cura di Zero Beat, per la regia di Roberto Pavani e Matteo Codognola. L’acqua è l’assoluta protagonista di questo lavoro pensato per un luogo chiave della storia di Mantova passata e presente. L’area del Lungo Rio, tornata di diritto all’attenzione della vita cittadina grazie al progetto di recupero delle Pescherie, sarà il punto di partenza della performance. Tutto avrà origine da una goccia, che darà vita a figure stilizzate e geometriche.
Alle 21.45 lo spostamento verso Piazza Castello per la seconda parte dello spettacolo sarà guidato dalla passeggiata teatrale a cura di Teatro Magro (regia di Flavio Cortellazzi). Parte lungo il Rio con cinque lavandaie e immagini storiche della città per proseguire con la figura di Isabella d’Este, ricomponendo affreschi iconici di Mantova che coinvolgono il pubblico, protagonista di un percorso vitale di tutela e valorizzazione del nostro patrimonio storico e artistico.
In Piazza Castello alle 22.15 inizia lo spettacolo costruito da Sensitive Mind in collaborazione con Zerolab (regia di Pietro Grandi e Marco Bonzanini) grazie alla tecnica del videomapping architetturale.
Uno spettacolo che dialoga con la superficie complessa del lato della facciata ad emiciclo di piazza Castello, con archi a tutto sesto. L’araldica della famiglia Gonzaga apre questo viaggio attraverso i simboli dell’evoluzione architettonica e urbanistica di Mantova, tra schizzi, prospettive albertiane e tipiche composizioni rinascimentali come il bugnato giuliesco. In un crescendo narrativo, gli elementi compaiono per narrare le gesta di artisti e personaggi storici, icone indelebili della storia di Mantova e del Rinascimento Italiano.


A Sabbioneta l’8 settembre alle 21.30
Zero Beat racconterà la città ideale fondata da Vespasiano Gonzaga nella seconda metà del ‘500, con una video installazione architetturale pensata per Piazza Ducale. Progettata e pensata a partire dagli ideali urbanistici e umanistici del Rinascimento è riconosciuta dal Comitato del Patrimonio Mondiale come uno dei migliori esempi di applicazione delle teorie rinascimentali ad una città di nuova fondazione.
Le musiche delle videoinstallazioni sono a cura di Carlo Cialdo Capelli tratte dagli album Sul filo dell’acqua, Fuochi e Il giardino delle Stelle.



Il 25 e 26 agosto RACCONTARE MANTOVA E SABBIONETA PATRIMONIO MONDIALE: dieci videoinstallazioni realizzate dai creativi selezionati visibili all’interno dei monumenti delle città
Il Decennale ha voluto aprirsi anche a nuovi creativi con la passione per il video, prima con un workshop gratuito e poi con una Call for Ideas tematica dedicata a entrambe le città. Sono stati messi a disposizione dei partecipanti i monumenti di Mantova e Sabbioneta, come ideali tele su cui costruire una libera narrazione attorno al concetto di città rinascimentale come prodotto di un pensiero che ha influenzato la pianificazione urbanistica delle città, sul legame particolare tra le città di Mantova e Sabbioneta con l’acqua, e sul concetto di presa in cura del Patrimonio da parte della collettività.
Sono 10 i lavori selezionati (5 per ogni città) che saranno visibili a rotazione nelle diverse location a Mantova, il 25 e 26 agosto dalle ore 16 alle 19 e a Sabbioneta, nelle sale di Palazzo Ducale, l’8 settembre dalle ore 20 alle 23.


Mantova:

Rotonda di San Lorenzo: Federico Nardella, Luca Trentini e Denny Dondi con La memoria dell’acqua
Madonna della Vittoria: Nicola Biasiolli con Goldfish
Cripta del Tempio di San Sebastiano: Elena Bugada con Odia la tua gabbia
Palazzo Te: Martina Brunelli E Tommaso Bassanini (Artom Pixels) con Volumi di luce
Casa della Beata Osanna Andreasi: Desiree Cabrini e Letizia Torresan con Mantova Specchiata e la Classe 1G Enaip Lombardia con GiriAmo Mantova

Sabbioneta:
Sale di Palazzo Ducale
Pierluigi Bonfatti Sabbioni con Il volo alto dell’occhio
William Grandi con Un giorno a Sabbioneta

Ugo Anghinoni e Elena Vitari con Ricordi…

Massimiliano Cordioli con Mantova e Sabbioneta: tra arte e cultura, acqua e mura.
Deborah Minotto con Rinascimento Sonoro

 

Info: http://www.mantovasabbioneta-unesco.it/

 

Martedì, 21 Agosto 2018 11:44
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La giunta Palazzi, nella riunione di lunedì 6 agosto, ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo Book Shop a Palazzo Te.

Il progetto definitivo di “recupero e valorizzazione del bar/book shop di Palazzo Te", è stato redatto dallo Studio Isolarchitetti Srl, in raggruppamento con ICIS Società di ingegneria Srl; Rinetti Barbara Conservazione e Restauro Opere d’Arte Srl, lo Studio Ingegneri Associati Cadacademy & Bim Engineering e l’Architetto Luca Fornero. Isolarchitetti s.r.l è lo studio che si è occupato della rifunzionalizzazione e valorizzazione del Museo Egizio di Torino.

Il progetto si inserisce nelle più ampie logiche di valorizzazione promosse dal Comune di Mantova e dalla Fondazione di Palazzo Te, logiche di maggior apertura e condivisione degli spazi aperti e di accoglienza del Palazzo. L’intervento di rifunzionalizzazione e di riqualificazione del bar/bookshop di Palazzo Te avrà un costo complessivo di 650.000 euro e prevedrà opere di demolizione dei cartongessi, consolidamento, restauro delle superfici, rifacimento impianti, bagni, serramenti e finiture. Si prevede inoltre la realizzazione di un n uovo soppalco con accesso dal bar. Il progetto prevede la creazione di servizi igienici dedicati ai disabili a piano terra e per gli altri utenti al piano soppalcato. 

Seguirà, ora, l’approvazione del progetto esecutivo e l’avvio della gara per individuare la ditta che eseguirà i lavori. La tempistica prevede entro fine 2018 l’inizio dei lavori che saranno completati verso la metà del 2019.
Il progetto “restauro e valorizzazione di Palazzo Te”, che prevede la rifunzionalizzazione degli spazi dedicati al bar/bookshop e delle Fruttiere, è stato finanziato dal Mibact nell’ambito degli investimenti del Piano Strategico “Grandi progetti Beni Culturali” per una somma complessiva di 2 milioni di euro.
“Grazie a 2,5 milioni ottenuti dal Governo nel 2017 – ha detto il sindaco Palazzi – stiamo rendendo moderni e attrattivi i servizi di Palazzo Te. Troppo spesso notiamo la differenza tra i musei italiani e quelli di altri Paesi. Ecco vogliamo che Palazzo Te assomigli ai musei internazionali”.

Martedì, 07 Agosto 2018 15:42
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Le tre nuove auto della Polizia LocalePer migliorare il proprio operato di sicurezza urbana, senza tralasciare anche l’aspetto ambientale, la Polizia Locale di Mantova ha acquistato tre nuove “Giulietta” Alfa Romeo (euro6) che andranno a sostituire altrettante auto ormai vecchie e non più funzionanti (due Fiat Punto di oltre dieci anni di attività ed una Fiat Panda del ‘97). 

L’ultimo modello della “Giulietta”, quindi, è entrato a far parte del parco macchine in dotazione agli agenti di viale Fiume. Le tre nuove auto sono allestite proprio per l’uso e il servizio svolto dalla Polizia Locale. Inoltre, una di queste è dotata di cella di contenimento per persone fermate o arrestate.

“Continuano gli ingenti investimenti da parte del Comune di Mantova – ha detto l’assessore Iacopo Rebecchi – per rendere sempre più efficiente l’attività della Polizia Locale a tutela della sicurezza dei cittadini. Con queste tre auto, euro6, che sostituiscono obsoleti mezzi, salgono a sette in totale i nuovi veicoli acquistati dalla nostra Amministrazione”.
Le tre “Giulietta”, completamente allestite, sono state acquistate in Consip con un investimento complessivo di 57 mila euro (Iva compresa).

“Questo ulteriore investimento testimonia la continua attenzione dell’Amministrazione comunale di Mantova per l’importate lavoro che svolge quotidianamente la Polizia Locale – ha detto il comandante Paolo Perantoni –. I nuovi mezzi contribuiscono ad agevolare le attività di sicurezza urbana e stradale, oltre a migliorare le condizioni di lavoro degli operatori, senza tralasciare l’aspetto ambientale”.

Giovedì, 02 Agosto 2018 00:00
Pubblicato in Polizia locale
Leggi tutto...

Dal 1° gennaio estensione della Ztl alle vie Scuola Grande e Castiglioni ed ai tratti delle vie Calvi e Bertani fino a via San Francesco da Paola.

La giunta Palazzi, nella riunione di lunedì 30 luglio, ha deliberato l’estensione della zona a traffico limitato denominata "A" alle vie Scuola Grande e Castiglioni ed ai tratti delle vie Calvi e Bertani fino all’altezza con via San Francesco da Paola, la quale, quest’ultima, rimarrà libera al transito veicolare.
L’attuale libera circolazione, dunque, verrà mantenuta nei tratti delle vie Calvi e Bertani compresi tra via Pomponazzo e la predetta via San Francesco da Paola, al fine di mantenere la disponibilità di adeguate aree di sosta a rotazione nelle immediate vicinanze del centro storico per coloro che, non essendo residenti all’interno della Zona a Traffico Limitato, hanno comunque la necessità di fruire dei servizi, degli uffici e delle attività commerciali ubicati al suo interno. Inoltre, verrà estesa in via Calvi, all’altezza di via Franchetti, l’area soggetta al controllo dei dissuasori di transito.

L’estensione della Zona a Traffico Limitato e dell’area di via Calvi soggetta al controllo dei dissuasori di transito, entreranno in vigore a decorrere dal 1° gennaio 2019, fatto salvo gli eventuali diversi tempi tecnici necessari per le opere di realizzazione delle infrastrutture. Tale tempistica è stata disposta anche per consentire l’ultimazione dei lavori di riqualificazione di corso Vittorio Emanuele II e di largo di Porta Pradella; la realizzazione dei lavori programmati sulla rete del teleriscaldamento e la conseguente riasfaltatura delle vie Bertani e Calvi; permettere ai residenti della istituenda Zona a Traffico Limitato di organizzarsi per la richiesta dei pass in occasione del rinnovo annuale; attendere la realizzazione del parcheggio all’interno della sede Tea di vicolo Stretto e ottenere le specifiche autorizzazioni all’installazione dei dispositivi di controllo degli accessi.

La decisione di far partire la nuova Ztl da gennaio 2019 da via San Francesco da Paola, tiene conto sia delle richieste dei residenti che dei commercianti.
La Ztl verrà portata all’altezza di Via Pomponazzo solo alla fine dei lavori del nuovo parcheggio in struttura che nascerà sul Lungo Lago Gonzaga e che aggiungerà 150 posti auto in più ai 90 attualmente esistenti. Durante l'esecuzione dei lavori del nuovo parcheggio sarà assicurato il mantenimento dei posti auto del parcheggio a raso.
Questa operazione garantirà un’ampia disponibilità di posti a rotazione nelle immediate vicinanze del centro, alleggerendo ulteriormente il traffico in zona.

“L'allargamento della Ztl porterà benefici a tutti – ha detto l’assessore del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi –. Ai residenti che avranno più posto per parcheggiare e meno traffico sotto casa, alle attività commerciali che potranno godere di una zona di maggior decoro e potranno anche richiedere nuovi plateatici per le loro attività.
Siamo sicuri che l'allargamento della Ztl renderà più viva e frequentata quella zona del centro cittadino che attualmente è sacrificata e non valorizzata. Infine, ricordo che il bus navetta da Piazzale Montelungo a via Calvi sarà attivato a partire dai giorni del Festivaletteratura e permetterà a chi viene da fuori Mantova di parcheggiare gratuitamente e farsi portare direttamente nel cuore del centro storico e del commercio cittadino”.

Venerdì, 03 Agosto 2018 15:25
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...


A Mantova la tappa inaugurale della 31esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, il Ferrara Buskers Festival®

Ancorato alle radici ma con la capacità straordinaria di rinnovarsi, la 31esima edizione del Ferrara Buskers Festival® la Rassegna Internazionale del Musicista di Strada in scena dal 16 al 26 agosto 2018, è pronta ad invadere con oltre 1000 musicisti ed artisti le strade e le piazze del centro storico Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Città Ospite d’Onore di questa edizione Dublino, celebrata per l’importante valorizzazione che da anni fa dei buskers, con musica ed eventi. Diversi i musicisti che arriveranno dall’Irlanda, pronti a far divertire il pubblico con ballate, melodie, e la tradizionale musica irlandese. Venti i gruppi di Musicisti Invitati, provenienti da tante nazioni del mondo, che si esibiranno durante gli 11 giorni della rassegna.

Cominceranno da Mantova, la tappa inaugurale del 16 agosto, per spostarsi a Comacchio il 17 agosto e poi a Lugo di Romagna (RA) il 20 agosto. Nel fine settimana del 18 e 19 agosto e poi dal 21 al 26, i musicisti si esibiranno sul palcoscenico ferrarese, tra il Castello Estense e i bellissimi palazzi e monumenti della città, mettendo in scena oltre 100 spettacoli al giorno, con più di 300 formazioni di Artisti Accreditati. Tutti i buskers si esibiscono “a cappello”, senza cachet, come è proprio dello spirito degli artisti di strada. Spetta alla generosità del pubblico ricompensarli per la performance. Per la prima volta, gli spettatori potranno partecipare ai BuskersLAB, laboratori di costruzione di strumenti musicali insoliti, con la guida di maestri buskers. I laboratori si svolgeranno dal 23 al 26 agosto in luoghi della cultura ferrarese, a Palazzo dei Diamanti, nella Biblioteca comunale Ariostea, nel Teatro Comunale di Ferrara, e nell’Officina Bottoni, il posto in cui è stato ideato il Ferrara Buskers Festival®. Gli spettacoli si terranno tutti i giorni dalle 18.00 alle 24.00, ad esclusione di domenica 26, che vedrà gli artisti esibirsi in strada dalle 17.00 alle 20.00 e poi sul palco allestito in Piazza Castello, sotto lo sguardo del Castello Estense dalle 21.00. Nel cortile del maniero, inoltre, ogni notte da mezzanotte in poi i musicisti daranno vita ai concerti delle Notti Buskers, presentate da Puedes. Il Ferrara Buskers Festival riaffermerà il suo carattere green e solidale attraverso una miriade di iniziative e in particolare attraverso il Progetto Ecofestival realizzato in collaborazione con Gruppo Hera e il Grande Cappello sviluppato assieme ad Ibo Italia.


Info: www.ferrarabuskers.com/ 

Giovedì, 02 Agosto 2018 10:49
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version