Switch to desktop
News dal Comune

E’ stata inaugurata, giovedì 12 agosto, nella Casa di Rigoletto, in piazza Sordello 23, la mostra “(Un) Vaxxed, un’indagine fotografica” di Francesco Andreoli a cura della Biennale di Fotografia Femminile in collaborazione con il Comune di Mantova. Sono intervenuti, oltre ad Andreoli, la presidente dell'associazione Papessa, che organizza la Bff, Anna Volpi e l’assessore comunale al Welfare Andrea Caprini.

Il tema è di grande attualità, i vaccini. “Certe persone quando vanno in ambulatorio tremano per tutto il tempo della visita, sono terrorizzate dall’idea di farsi vaccinare e non è la paura dell’ago, ma del vaccino”. Sono le parole che compaiono in una didascalia pronunciate dalla madre di Andreoli, infermiera del reparto vaccinazioni per adulti presso l’ospedale Ramazzini di Carpi. “Da questa testimonianza diretta – ha detto il giovane fotografo – ho deciso di mostrare uno spaccato della realtà italiana sul tema delle vaccinazioni, ma senza dividere la questione in due fazioni contrapposte (Novax e Sìvax), ma bensì cercando di approfondire le diverse sfumature di verità che ruotano attorno ad essa. Dal 2017, anno di introduzione del Decreto Lorenzin, che impone l’obbligo per dieci vaccini, le proteste sono state tante e in tutta Italia. Con il Coronavirus la questione vaccinale è tornata a farsi spazio nell’opinione pubblica, alimentando vecchie proteste e attirando gli interessi delle case farmaceutiche in corsa per un vaccino”.

Sono una decina le foto allestite alla Casa di Rigoletto che mostrano ritratti di medici, donne, uomini e bambine che variamente si approcciano al tema, si alternano a nature morte fatte di siringhe e aghi e scatole di farmaci. “Sin da subito – ha aggiunto Andreoli – mi sono reso conto che per affrontare un tema del genere dovevo guardare la realtà dall’alto, senza prendere una posizione e senza giudicare nessuno. Questa foto-inchiesta mi ha portato a contatto con ricercatori, scienziati, aziende, sportivi, famiglie, bambini, registi, avvocati, militari e tantissime altre persone da varie parti d’Italia, di ogni età ed estrazione sociale, perché di fatto i vaccini riguardano tutti noi e la nostra salute. Visionando le foto e leggendo le storie dei suoi protagonisti, (Un)Vaxxed lascia la scelta allo spettatore, esattamente come fa con il suo titolo: Vaxxed o Unvaxxed?”.
“La mostra è un'occasione importante per pensare e riflettere sul tema delle vaccinazioni – ha detto l'assessore Caprini –. Gli scatti di Andreoli ci offrono l’opportunità, inoltre, di approfondire tale argomento”.

L’esposizione è aperta gratuitamente al pubblico tutti i giorni dalle 9 alle 18, fino al 28 agosto.

Venerdì, 13 Agosto 2021 11:23
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Angelo GoffrediTorna anche quest’anno, la nuova edizione di Mantovaincanto, la rassegna ideata dall’Associazione AmareMantova. Giovedì 19 agosto alle 20.45 del Cortile d’Onore di Palazzo Te la musica elettronica e l’opera si incontreranno nello spettacolo “Orizzonti elettro-sinfonici”, evento live in presenza che punta sull’innovazione.

“L’evento nasce dall’idea di poter fornire nuovi orizzonti al mio mondo, il mondo dell’opera – sottolinea il presidente dell’Associazione AmareMantova Angelo Goffredi -, ormai gioiosamente contaminato dall’ambito pop”.

Durante la serata sarà presentato il nuovo inedito di Goffredi il cui testo è frutto della sua anima musicale, mentre la musica scritta dal compositore mantovano maestro Filippo Lui appositamente per la voce del tenore.

“Siamo in un periodo storico molto cruciale e difficile per chi opera nel settore della cultura, ma non abbiamo mai smesso di creare – ha proseguito Goffredi -. Ricordiamo che la nostra associazione senza scopo di lucro nel 2014 ha assunto la denominazione e l'assetto definitivi. Nata dall'idea di un pool di musicisti ed esperti del settore dello spettacolo ha come obiettivo la valorizzazione del ricchissimo patrimonio musicale, con un occhio di riguardo all'opera lirica, riportandola alla sua originaria vocazione pop, incursioni nella classica e nel barocco, contaminazioni con musical, temi da film e melodie d'autore. Un'altra finalità dell'associazione è quella di dare spazio ai giovani, siano essi impegnati sul palco o spettatori, affezionati o neofiti e agli artisti e maestranze mantovane”.

Oltre al tenore mantovano Goffredi, protagonisti della serata al Te saranno il pianoforte e i sintetizzatori del compositore mantovano Lui, fondatore della Crystal Music Records, pianista, autore di colonne sonore per il cinema e per il Vaticano e il noto soprano Cecilia Rizzetto. Del cast faranno parte anche i musicisti del quartetto d’archi “Evequartett”: Violino I Eugjen Gargjola, Violino II Augusto Parma, Viola Eva Impellizzeri, Cello Silvia Dal Paos; alle tastiere Stefano Farì e alle chitarre Stefano Tiranti. La realizzazione scenica e le luci saranno affidate a Gianluca Spaggiari di Fabbricamente, la fonica a Matteo Aaron Cipolla.

La prenotazione è obbligatoria al numero telefonico 348 7993738, il costo del biglietto è di 15 euro (gratuito per i minori di 10 anni e i disabili).

In caso di maltempo l'evento si terrà nella Sala dei Cavalli di Palazzo Te.

La rassegna Mantovaincanto 2021 è resa possibile grazie al sostegno e al contributo del Comune di Mantova e della collaborazione del Centro Antiviolenza “Telefono Rosa” di Mantova, dell’Associazione Nazionale Italiana Cantanti, della Partita del Cuor, degli studi Crystal Music Records” e dell’associazione “ConviviumMusarum”.

Mercoledì, 11 Agosto 2021 17:43
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La commemorazione di Tazio NuvolariNel 68°anniversario della scomparsa è stato ricordato Tazio Nuvolari. L’Aci di Mantova, il Museo dedicato al “Mantovano Volante” e il Comune di Mantova mercoledì 11 agosto hanno deposto le corone d’alloro sul monumento di Largo Porta Pradella, nei giardini intitolati a lui. Il campione è stato commemorato dal presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti, da Enrico Marocchi dell’Aci e da Gianpaolo Benedini del Museo di via Giulio Romano.

Un vaso di fiori è stato donato dal veterano dello sport mantovano Giuliano Leali.

Mercoledì, 11 Agosto 2021 17:38
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La locandinaI giovani librai che hanno meno di 35 anni potranno partecipare gratuitamente alla fiera “Mantova libri, mappe e stampe”. In occasione dell’edizione autunnale della mostra mercato per i cultori della carta antica, è stata lanciata una nuova iniziativa per tutti i giovani commercianti del settore che potranno partecipare senza pagare nulla alla manifestazione e lavorare al fianco di professionisti e veterani dell’evento.

Mantova Libri Mappe Stampe, la fiera dedicata all’antiquariato librario e al collezionismo cartaceo in Italia ha l’obiettivo di stimolare la partecipazione dei più giovani commercianti per l’evento in programma sabato 18 e domenica 19 settembre nel chiostro del museo Diocesano.

I giovani commercianti di carta antica (si tratti di libri antichi e rari, stampe o cartografia d’epoca), possono consultare tutte le informazioni sul sito: www.mantovalibriestampe.com. Per poter usufruire di questa opportunità sono - oltre a non aver ancora compiuto i 36 anni – occorre essere titolari di una partita Iva pertinente e non aver mai partecipato alla manifestazione.

Con questa iniziativa, Mantova Libri Mappe Stampe intende aprirsi al pubblico dei più giovani appassionati della stampa e del libro antichi, sostenendo coloro che di questa passione ne hanno fatto un vero e proprio lavoro.
Una sorta di incoraggiamento, dunque – dopo un anno che ha particolarmente messo alla prova gran parte delle attività economiche - che si accompagna alla possibilità concreta di confrontarsi con un pubblico più vasto e di lavorare al fianco dei più navigati professionisti del settore, che da sempre costituiscono il nucleo dell’evento.

LA MANIFESTAZIONE
Mantova Libri Mappe Stampe è la prima mostra mercato per i cultori della carta antica, che accoglie librerie antiquarie e selezionati commercianti di stampe e cartografie antiche provenienti dall’Italia e dall’Europa.
Dopo il recente successo dell’edizione di giugno si consolida come la manifestazione più longeva e di riferimento del settore a livello nazionale e conferma l’appuntamento autunnale.
L’evento si svolge a due passi dal Museo Archeologico e da Palazzo Ducale. Per questa nuova edizione sono attesi oltre 50 espositori provenienti dal tutta la penisola, dove è possibile ammirare e acquistare le migliaia di esemplari originali, tra volumi antichi, cartografie d’epoca e capolavori dei più grandi maestri incisori.

MISURE ANTI COVID
La manifestazione si svolgerà, anche in questa occasione, nel rispetto delle norme sanitarie anti Covid. Per partecipare, non è richiesto il Green Pass (salvo nuove disposizioni governative).

L’ESPOSIZIONE NEL DETTAGLIO
La mostra mercato Mantova Libri Mappe Stampe vanta un vasto tesoretto in carta e inchiostro da ammirare e acquistare, con volumi di pregio, incunaboli e cinquecentine uscite dai torchi di stampatori famosi come Aldo Manuzio e Giunta, assieme ad altre, più numerose e abbordabili, rarità e curiosità bibliografiche dal XVI al XX secolo. Ricchissima anche l’offerta cartografica che comprende mappe, atlanti, vedute e piante topografiche italiane, europee e del mondo, e quella delle stampe decorative (di ogni epoca e soggetto: botanica, zoologia, marina, caccia, anatomia, scienza, araldica, architettura, ritrattistica, enogastronomia eccetera). Non mancheranno le opere dei più Grandi Maestri Incisori (come Dürer, Raimondi, Ghisi, Piranesi, Rembrandt e Van Dyck, solo per citarne alcuni), e le grafiche dei protagonisti della storia dell’arte del '900 europeo (come Burri e Fontana).

LA STORIA DELLA MOSTRA
Nata nel 1975 con l’associazione culturale Il Frontespizio, Mantova Libri Mappe Stampe è stata la prima manifestazione dedicata esclusivamente alla carta antica e preziosa del panorama italiano. Mantova è la città che la ospita, fin dalle sue origini, una tra le due città gioiello della famiglia Gonzaga che vanta, tra le sue discendenze, il Duca Vespasiano, un vero cultore del libro e fondatore della vicina Sabbioneta.

Dopo un decennio di interruzione, dal settembre 2019 la manifestazione è tornata nella sua formula semestrale di mostra mercato, riaffermandosi subito come appuntamento di riferimento per la qualità della proposta espositiva, attentamente selezionata, e all’internazionalità degli espositori coinvolti.

IL MUSEO DIOCESANO FRANCESCO GONZAGA
Tra i maggiori musei diocesani in Italia per valore ed importanza delle opere custodite, il Museo Francesco Gonzaga si trova nel pieno centro storico, a meno di 400 metri da piazza Sordello e dalle principali attrazioni culturali della città. Sede del Museo è l’antico monastero agostiniano di Sant’Agnese. Al suo interno sono presenti dipinti e sculture che ripercorrono duemila anni della storia mantovana con opere, tra gli altri, di Andrea Mantegna, Correggio, Bonacolsi l’Antico, Bernardino Campi, Domenico Fetti, Giovanni Baglione, Antonio Maria Viani. All’interno del museo si trova inoltre la più ricca collezione al mondo di armature di età tardomedievale.

Nei giorni della manifestazione, i visitatori di Mantova Libri Mappe Stampe hanno diritto al ticket ridotto per visitare la collezione del Museo (6 anziché 10 euro). È necessaria la prenotazione telefonica al numero 0376 320602 negli orari di apertura del museo – dal mercoledì al venerdì dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 17.30.

VISITARE MANTOVA
Mantova è città d'arte tra i più rappresentativi esempi del Rinascimento italiano ed europeo. Con la vicina Sabbioneta, con la quale spartisce la ricca eredità lasciata dalla dinastia dei Gonzaga, è considerata patrimonio dell'umanità dall'Unesco, e vanta imperdibili attrazioni culturali, come Palazzo Ducale, Palazzo Te e la Basilica di Sant’Andrea, il cui interno accoglie opere d’arte di artisti come Mantegna, Correggio, Romano ed altri.

COME ARRIVARE
In auto: dall'Autostrada A22 Modena/Brennero uscita Mantova Nord – San Giorgio di Mantova. Possibilità di parcheggio gratuito Campo Canoa presso ponte San Giorgio con servizio di navetta gratuito ogni 12 minuti dalle 9 alle 21. Per informazioni: telefono 0376 230 339; WhatsApp: 346 071 4690.

In treno: collegamenti ferroviari dalle stazioni di Milano, Verona, Modena, Bologna, Padova, Ferrara, Pavia. La stazione dista pochi minuti a piedi dal centro storico.

In aereo: l’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca di Verona dista a circa 40 chilometri da Mantova. È attivo un servizio giornaliero di bus navetta che collega l'aeroporto con la stazione di Verona Porta Nuova. Per informazioni: telefono 045 8095666.
In camper: punti di sosta attrezzati con scarico e servizi igienici e docce presso l’area Sparafucile (via Legnano, 1/A, Mantova) e Parco Paganini (via Fiera, 11, località Grazie di Curtatone).

INFORMAZIONI UTILI
Mantova Libri Mappe Stampe – sabato 18 e domenica 19 settembre 2021
Chiostro del Museo Diocesano Francesco Gonzaga (Piazza Virgiliana, 55 – Mantova)

Il Museo si trova a meno di 400 metri da piazza Sordello e dalle principali attrazioni culturali della città. È possibile raggiungerlo in auto senza passare in Zona Traffico Limitato (indicazioni stradali presenti sul sito www.mantovalibriestampe.com).

Mantova Libri Mappe Stampe è la prima mostra mercato di antiquariato librario e collezionismo cartaceo in Italia. La manifestazione, a cura di Elisabetta Casanova, è organizzata con il patrocinio del Comune di Mantova, la collaborazione del Museo Diocesano Francesco Gonzaga e dell'associazione Mirabilia.
Media partner: Maremagnum.com, Abebooks.com, Vialibri.net

Orari di apertura:
Sabato 18 settembre dalle 10 alle 18.30
Domenica 19 settembre dalle 9.30 alle 13
Per i commercianti, apertura anticipata venerdì 17 settembre dalle 15 alle 18.30.

L’ingresso è gratuito.

CONTATTI
Elisabetta Casanova
www.mantovalibriestampe.com
Tel. 333.3308106 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook Mantova Libri Mappe Stampe
Instagram @mantovalibrimappestampe

Martedì, 10 Agosto 2021 12:14
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il green passCon il decreto legge N. 105 del 23 luglio 2021 il Governo ha stabilito che dal 6 agosto è necessario essere in possesso della certificazione verde Covid-19 (green pass) per accedere ai seguenti servizi e attività:

- servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo, al chiuso;

- spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;

- musei, biblioteche, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;

- piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;

- sagre e fiere, convegni e congressi;

- centri termali, parchi tematici e di divertimento;

- centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;

- attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;

- concorsi pubblici.

 

Le certificazioni verdi Covid 19 sono rilasciate al fine di attestare una delle seguenti condizioni:

- l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2;

- la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);

- l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

 


Il green pass non è richiesto a bambini con età inferiore a 12 anni e ai soggetti esenti su base di idonea specifica certificazione medica.

Il green pass si può ottenere:

- collegandosi al sito www.dgc.gov.it

- tramite Spid, tessera sanitaria o documento di identità

.- con la App Immuni

. con la App IO

- dal proprio fascicolo sanitario elettronico

- rivolgendosi al proprio medico o pediatra di famiglia o in farmacia.

 

I titolari o i gestori dei servizi o attività per i quali è richiesto sono tenuti a verificare che l’accesso avvenga con green pass. In casi di violazione, la sanzione va da 400 a 1.000 euro a carico dell’utente e dell’esercente. Nel caso in cui la violazione sia compiuta per tre volte, in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Venerdì, 06 Agosto 2021 17:47
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Mantova diventa la capitale del cortometraggio d’amore grazie al Mantova Lovers International Short Film Festival, il festival internazionale di corti dedicati al tema dell’amore, che andrà in scena venerdì 6 agosto, alle 20.30, nello spazio suggestivo del cortile di Palazzo San Sebastiano, con schermo cinematografico all’aperto. In programma la proiezione degli otto cortometraggi finalisti e la premiazione dei vincitori. L’ingresso è gratuito su prenotazione.

Il festival è organizzato dall’associazione The Bubble Factory – composta da tre giovani mantovani: Melissa Cordischi, Mario D’Anna e Claudio Pelizzer - e realizzato con il patrocinio e il contributo del Comune di Mantova, con il contributo di Fondazione Comunità Mantovana e Centro di Promozione Finanziaria di Mantova di Allianz Bank e con il supporto di partner prestigiosi come Fabrica, il centro di ricerca sulla creatività fondato a Treviso da Luciano Benetton e Oliviero Toscani, e la Biennale del Cortometraggio di Vicenza.

La manifestazione culturale è stata presentata martedì 3 agosto, nella sala Consiliare del Municipio di via Roma, dall’assessore del Comune di Mantova alla Pubblica istruzione Serena Pedrazzoli, da Claudio Pelizzer dell’Associazione The Bubble Factory, organizzatore dell'evento, e da Carmelo Falcone del Centro di Promozione Finanziaria di Mantova di Allianz Bank, sponsor dell'evento.
Si tratta della terza edizione di un concorso che, in soli tre anni, è cresciuto acquisendo prestigio e richiamando registi in gara da tutto il mondo, che hanno interpretato le mille sfaccettature del sentimento più dolce. A giudicarli, una giuria di professionisti presieduta dallo scenografo Francesco Frigeri (padrino di questa edizione, dopo l’attrice francese Amélie Daure e il costumista nomination agli Oscar Massimo Cantini Parrini), che in curriculum ha i progetti artistici di capolavori come “La passione di Cristo” di Mel Gibson” e “La leggenda del pianista sull’oceano” di Giuseppe Tornatore, tre David di Donatello, tre Nastri d’Argento, una nomination agli Emmy Awards. Accanto a Frigeri ci saranno gli altri giurati: Lisa Martelli, responsabile PR di Fabrica; il maestro Davide Finotti, pianista pluripremiato e autore delle musiche per la sigla di apertura della 65a Mostra del Cinema di Venezia per la regia di Ermanno Olmi; l’attrice mantovana Marina Visentini di Teatro Magro e lo storico e critico cinematografico Alberto Cattini. Inoltre, una giuria internazionale composta dai giovani artisti di Fabrica, creativi under25 provenienti da tutto il mondo.

I cortometraggi finalisti, i cui registi provengono da Italia, Russia, Francia e Ungheria, si contenderanno i premi come Miglior Cortometraggio, Miglior Regia, Miglior Attore e Migliore Attrice. Nel 2019 e 2020 gli short film più votati erano stati, rispettivamente, quello del malesiano Victor Chen Yee Fei e quello del francese Hugo Le Gourrierec.
Tutti i corti premiati entreranno di diritto in gara alla prossima Biennale del Cortometraggio di Vicenza (18-26 settembre 2021), mentre l’autore del Miglior Cortometraggio avrà l’opportunità di partecipare a un esclusivo percorso formativo a Fabrica.

Durante la serata di venerdì 6 agosto sarà possibile vedere anche l’installazione “Guardami”, opera di Luca Salvagno in arte AluculA, artista multidisciplinare che esplora le connessioni tra mondo digitale e reale.
L’ingresso è gratuito. E’ richiesta la prenotazione scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e indicando il numero dei posti da prenotare, i nomi degli spettatori e un numero di telefono.

Il festival è realizzato da The Bubble Factory con il contributo e il patrocinio di Comune di Mantova.
Con il contributo di Centro di Promozione Finanziaria di Mantova di Allianz Bank e Fondazione Comunità Mantovana.
Sostenitori:
Fabrica Research center
Biennale del Cortometraggio di Vicenza
Scaravelli ristorante
Scaravelli forneria
Mymovies
Filmfreeway
Retrofuture
Palazzo San Sebastiano
AIR 3 - associazione italiana registi

Elenco cortometraggi finalisti:
Reminiscence - Directed By Bálint Kerhut (Ungheria)
Inverno - Directed By Giulio Mastromauro (Italia)
Amal - Directed By Antonio Buscema & Matteo Russo (Italia)
The Dreamer - Directed By Shahriar Shandizv (Francia)
Phone Call - Directed By Nicolò Malaspina (Italia)
Solitaire - Directed By Edoardo Natoli (Italia)
I Dont Know - Directed By Jérémy Barlozzo (Francia)
The Poor People - Directed By Lolita Naranovich (Russia)

Mantova Lovers International Short Film Festival
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
FB: Mantova Lovers @mantovalovers
IG: mantova_lovers
#MLISFF #MLISFF21

Ufficio Stampa Mantova Lovers: Serena Marchini - Tel. 348/7458404 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì, 04 Agosto 2021 11:29
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Il Comune di Mantova ha commemorato le vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980 nel 41esimo anniversario dell'attentato della stazione ferroviaria. Il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti ha preso parte alla cerimonia svoltasi in mattinata nel capoluogo emiliano. Al seguito anche l’agente della Polizia Locale Arturo Ariosi con il gonfalone della città di Mantova.

La delegazione mantovana, dunque, ha partecipato alla cerimonia e al corteo, formato da istituzioni, famigliari delle vittime e cittadini, che ha sfilato da piazza Nettuno a piazza Medaglie d’Oro. Qui, alle 10.25 di 41 anni fa, un ordigno esplosivo causò la morte di 85 persone, mentre più di 200 rimasero ferite o mutilate.

“I fatti di quel tragico 2 agosto non saranno mai un capitolo chiuso – ha detto Allegretti –, ma visti i nuovi sviluppi delle indagini in corso, siamo a reclamare a voce alta che venga fatta piena luce sulla vicenda”.
Oltre un migliaio le persone presenti alla cerimonia. Alla commemorazione hanno partecipato, tra gli altri, la ministra per la Giustizia Marta Cartabia in rappresentanza del Governo, il sindaco di Bologna Virginio Merola che ha donato il Nettuno d'oro a Paolo Bolognesi, presidente dell'Associazione dei famigliari delle vittime. Durante la cerimonia è stato letto anche un messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Martedì, 03 Agosto 2021 09:11
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Da sinistra: Buvoli, Sannelli, Portioli e RebecchiMaria Sannelli, cittadina di origine italiana, che vive nella città tedesca gemellata di Weingarten, ha fatto visita lunedì 26 luglio alla sede del Comune di Mantova in via Roma 38. La signora, che attualmente è nella città virgiliana e lavora in smart working come interprete e insegnante della lingua italiana e tedesca, è stata ricevuta nell’aula consiliare dal vice sindaco Giovanni Buvoli, dall’assessore Iacopo Rebecchi e dalla coordinatrice dei gemellaggi Maddalena Portioli.

Da tempo Sannelli è in contatto con la realtà mantovana ed è iscritta alla associazione del gemellaggio Weingarten-Mantova. Buvoli, Rebecchi e Portioli, accogliendola nella sede municipale, si sono complimentati per la visita ed hanno auspicato di continuare a mantenere i rapporti positivi di collaborazione e amicizia tra le due città.

Il gemellaggio tra Mantova e Weingarten ha origini religiose: sono accomunate dalla venerazione della Reliquia del Preziosissimo Sangue di Cristo: quella che si trova a Weingarten fu donata al monastero della cittadina tedesca dai monaci benedettini di Sant’Andrea di Mantova il 12 marzo 1094. Fu l’occasione per suggellare un legame di amicizia e fratellanza tra le due comunità.

Il 12 marzo 1998, la sottoscrizione del gemellaggio tra le città di Mantova e Weingarten formalizzò questo legame. Da allora sono numerosi gli incontri amichevoli tra le due comunità ad opera delle due associazioni che hanno vivere il gemellaggio. Anche le diocesi sono in stretto contatto, specialmente in occasione delle manifestazioni religiose dedicate alla Reliquia del Preziosissimo Sangue di Cristo con l’esposizione dei Sacri Vasi e la Processione del Venerdì Santo in Mantova e la Lichterprozession (la processione delle fiaccole) e il Blutfreitag(il Venerdì del Sangue) di Weingarten in occasione della ricorrenza dell’Ascensione.

Si tratta di un giorno particolare. Durante il Blutritt si svolge la processione a cavallo del Sangue alla quale partecipano ogni anno anche dei cavalieri mantovani che portano in processione gli stendardi del Comune virgiliano, dell’Associazione Mantova Weingarten e della Diocesi di Mantova.

Martedì, 27 Luglio 2021 16:42
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Al via il piano asfaltiL’Amministrazione Palazzi ha definito nel dettaglio gli interventi prioritari da attuare del 2021 riuscendo ad individuare e stanziare risorse pari a 530.000 euro nonostante le pesanti conseguenze che la pandemia ha avuto, e in parte continuerà ancora ad avere, sulle casse del Comune.

“Il piano 2021 - ha evidenziato martedì 27 luglio l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli- : oltre ai numerosi lavori di riasfaltatura di strade e marciapiedi, prevede anche opere di manutenzione straordinaria di manti stradali in acciottolato e cubetti di porfido. Nel corso delle opere di riasfaltatura si prevede contestualmente dove possibile la posa della fibra ottica”.

Il piano prevede interventi in numerose zone della città. In cento storico i lavori riguarderanno la riasfaltatura completa di corso Libertà e pizza Cavallotti, inoltre in corso Libertà verrà rifatto l’attraversamento centrale in cubetti di porfido, in via Mazzini il rifacimento completo del tratto tra via Finzi e l’incrocio con via XX Settembre, oltre ad altri interventi sulla pavimentazione in acciottolato, il tratto in cubetti di porfido di via Corridoni da piazza Martiri sino all’incrocio con via Orefici, il tratto finale di via Porto. Ulteriori interventi sono in programma in altre parti, sui marciapiedi di piazzale Vittorio Veneto, la completa asfaltatura del lato parcheggio Anconetta di via Argine.

A Colle Aperto le vie che vedranno l’avvio di cantieri saranno via Lombardi e via Giolitti che verranno completamente riasfaltate e via Terracini con l’asfaltatura del marciapiede lato giardino. A Castelletto Borgo l’Amministrazione ha previsto un intervento complessivo di asfaltatura della Rotatoria di strada Castelletto prima del cavalcavia mentre a Formigosa è previsto un intervento di riasfaltatura su tutta via Tirabassi.

Anche Lunetta vedrà un intervento di asfaltatura del marciapiede in via Piemonte e al Frassino sono previsti lavori di riasfaltatura di tutto viale dei Caduti. Infine, nel quartiere di Te Brunetti, dove sono già stati previsti interventi come ad esempio la realizzazione della nuova rotatoria di via Visi, si realizzeranno ulteriori opere in via Facciotto, nello specifico verrà riasfaltato il parcheggio vicino alla biblioteca, e un intervento sui marciapiedi di via Semeghini.

Nel Piano Asfalti 2021 sono inserite anche opere nel frattempo già realizzate come viale Ariosto, via Legnago e viale Risorgimento passante.

Martedì, 27 Luglio 2021 13:31
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il Consiglio Comunale di Mantova ha approvato le tariffe rifiuti 2021 e le relative agevolazioni e riduzioni.

E’ possibile per le utenze non domestiche oggetto di chiusura/restrizioni della propria attività nel primo semestre 2021, a causa dell’emergenza Covid-19, presentare richiesta per l’ottenimento di agevolazioni sulla tariffa rifiuti 2021.

Per le utenze non domestiche, le agevolazioni sono rivolte alle attività oggetto di chiusure obbligatorie o di restrizioni nel periodo 01/01/2021- 30/06/2021 e sono così definite:

A) 100% intera tariffa per utenza non domestica oggetto di chiusura totale dell’attività (senza alcuna possibilità di esercizio dell’attività), per i giorni di effettiva chiusura del primo semestre 2021,

B) 90% intera tariffa per utenza non domestica oggetto di chiusura dell’attività, ma con possibilità di esercitare asporto o consegne a domicilio, per i giorni di effettiva chiusura del primo semestre 2021,

C) 80% intera tariffa per utenza non domestica oggetto di restrizione dell’orario di attività, per i giorni di effettiva restrizione del primo semestre 2021,

D) 20% intera tariffa per utenza non domestica oggetto di restrizione derivanti dal divieto di utilizzo della superficie interna e possibilità di utilizzo della superficie esterna (plateatico), per i giorni di effettiva restrizione del primo semestre 2021.

La richiesta di agevolazione deve essere presentata al Gestore Mantova Ambiente improrogabilmente entro il 31/08/2021, compilando l’allegato modulo.

Al fine di agevolare l’utenza nella compilazione, si allega anche la guida che riporta il calendario delle zone rosse, arancioni, gialle e, per ogni attività, il dettaglio delle chiusure/restrizioni in funzione delle diverse zone.

 

Giovedì, 22 Luglio 2021 17:57
Leggi tutto...

La Giunta, nella riunione di mercoledì 21 luglio, ha approvato l’accordo con il Museo di Palazzo Ducale di Mantova per l’intervento di manutenzione straordinaria del muretto e del cancello posti tra piazza Lega Lombarda e via Rubens. La recinzione della piazza, sul lato di via Rubens, risulta infatti degradata e ossidata. L’intervento ha l’obiettivo di mantenere in buon stato di conservazione il manufatto e di riqualificare così lo spazio pubblico, di proprietà in parte demaniale (superficie di 4.570 metri quadrati) ed in parte comunale (superficie di 2.080 metri quadrati).

La manutenzione straordinaria della recinzione, di rispettiva competenza degli enti, prevede una spesa complessiva di 15.000 euro, che verrà ripartita per il 40% a carico del Comune di Mantova e per il restante 60% a carico del Museo di Palazzo Ducale.
Palazzo Ducale, inoltre, si impegna a provvedere alla progettazione degli interventi, all’ottenimento dei necessari pareri ed autorizzazioni, all’affidamento e alla direzione dei lavori.
Il Comune, invece, provvederà a garantire le necessarie autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico e a co-finanziare la spesa, secondo la percentuale concordata, per un importo massimo di 6.000 euro.

"Insieme all'accordo per la riqualificazione del marciapiede su piazza Sordello – ha detto il direttore di Palazzo Ducale di Mantova Stefano L'Occaso –, questa seconda intesa sancisce l'ottima collaborazione tra i due Istituti per garantire alla città il giusto livello di pubblico decoro. L'impegno per piazza Lega Lombarda insiste su un ambito forse meno visibile, ma non per questo di minore importanza: siamo quindi soddisfatti dell'accordo, che ci pone ancora una volta in prima linea per la manutenzione del bene pubblico."
“Un accordo che conferma il valore della collaborazione tra Comune e Museo di Palazzo Ducale – ha sottolineato il vicesindaco di Mantova Giovanni Buvoli – sul fronte della manutenzione e del decoro del bene pubblico. Inoltre, permette di dare una risposta concreta anche a tante segnalazioni pervenute dai cittadini”.

Giovedì, 22 Luglio 2021 10:06
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il rendering del rondòLa Giunta Palazzi ha approvato nei giorni scorsi il progetto definitivo ed esecutivo per la realizzazione della rotatoria in via Visi a Te Brunetti, redatto dallo Studio Polaris Stp Srl di Mantova. L’investimento complessivo per l’opera è di 355mila euro.

L’opera è finanziata attraverso un contributo di 200mila euro ottenuti da un bando della Regione Lombardia dedicato agli enti locali a sostegno del tessuto economico. Altri fondi per la progettazione, 30mila euro, sono arrivati nel febbraio scorso dal Ministero dell'Interno. L’esecutivo, inoltre, si impegna a finanziare con le casse di via Roma le spese ulteriori necessarie per la realizzazione dell’opera per un costo complessivo di 355mila euro.

“Dopo la rotatoria di via Visi - ha dichiarato il sindaco Palazzi -, procederemo con la riqualificazione di via Amadei e insieme ad Rfi al sottopasso ciclopedonale da via Visi al Parco del Te. Con queste opere liberiamo il quartiere di Te Brunetti dall’isolamento dovuto alla ferrovia e al passaggio a livello”.

La rotatoria di via Visi permetterà di migliorare la viabilità e la sicurezza nel quartiere di Te Brunetti, specialmente nell’incrocio con via Bellonci. Il nuovo assetto viario prevede dunque un accesso diretto su via Visi per i veicoli che dal sottopasso di viale Montello si immettono su via Bellonci.

I lavori prevedono l’illuminazione pubblica e opere a verde.

“La realizzazione della rotonda alla intersezione fra via Bellonci e via Visi, - ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli - permetterà l'ingresso diretto nel quartiere per chi proviene da viale Montello. Tale importante modifica consentirà di mettere a senso unico via Amadei. Ciò permette di progettare una effettiva riqualificazione della via ripensando gli spazi. La trasformazione della viabilità a senso unico consentirà, infatti, di realizzare i marciapiedi oggi inesistenti, una ciclopedonale sul lato della strada, di prevedere su un lato stalli di sosta per le auto, nonché aree verdi che possono prevedere alberature. In sostanza, si otterrà una vera trasformazione della via”.

Venerdì, 16 Luglio 2021 17:22
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Un momento dell'inaugurazioneIn due sedi diverse, da giovedì 15 luglio, sono in mostra le immagini proposte dalla Biennale della Fotografia Femminile con il patrocinio del Comune di Mantova e della Provincia. La prima esposizione “Women Priests Project" di Giulia Bianchi è stata inaugurata alla Casa di Rigoletto. A presentarla sono state l’assessore del Comune di Mantova Alessandra Riccadonna, la presidente della associazione La Papessa Anna Volpi, la direttrice artistica Alessia Locatelli, accanto all’autrice Bianchi. “E’ una mostra – ha sottolineato Riccadonna ringraziando la Biennale – che fa riflettere sul tema della parità tra l’uomo e la donna. Nasce dalla voglia di rappresentare le donne, la loro passione, la determinazione, la forza spesso silenziosa ma mai assente per dare voce e visibilità a tutte quelle donne che ogni giorno svolgono un ruolo fondamentale per raccontare le loro storie attraverso le immagini del loro quotidiano”.

Il Covid-19 – ha detto Locatelli – l’anno scorso ha bloccato il Foto Festival alla sua prima edizione. Abbiamo così deciso quest’anno di strutturare un Festival diffuso, che si è riorganizzato tra luglio e novembre 2020, in alcuni spazi istituzionali e gallerie private di Mantova, strutturando successivamente poche delle esposizioni mancanti in una mini-edizione BFF Summer 2021. E così, grazie alla professionalità e l’entusiasmo che ha guidato la Biennare dalla nascita e nonostante la pandemia globale, proponiamo al pubblico ulteriori esposizioni che vanno a concludere l’edizione BFF2020, assieme alle mostre delle Vincitrici 2020 del premio Italy Photo Award perché la cultura non si può fermare”.

Il progetto, ha raccontato Bianchi, ha preso forma del 2002 quando sette donne cattoliche provenienti da Austria, Germania e Stati Uniti sono state ordinate preti su una nave in crociera lungo il Danubio. Poco dopo, tre donne sono state ordinate vescovi in gran segreto. Da allora, diverse cerimonie simili sono state tenute da Rcwp, un gruppo di suffragette che mettono in atto una disobbedienza religiosa a favore dell’ordinazione delle donne. Oggi, il movimento conta più di 215 preti ordinate e 10 vescovi in tutto il mondo.

L’obiettivo del progetto è quello di creare un archivio storico di questo movimento. Poiché l’ordinazione è valida, anche se illecita, un giorno queste donne saranno ricordate come le prime preti donne cattoliche della storia. Le foto, sostengono le organizzatrici, ci mostrano una realtà proibita che potrebbe diventare il futuro della Chiesa. Il progetto mostra, in buona sostanza, che la spiritualità femminile ha caratteristiche diverse da quella maschile e che le comunità che sono create sotto la guida delle donne sono inclusive, non gerarchiche, non dogmatiche e sono aperte a persone di ogni razza, genere e status economico. La mostra della sarà aperta fino all'8 agosto tutti i giorni dalle 8 alle 18.

Le altre due mostre "Wish it Was a Coming Out" di Melissa lanniello e 'OperaNostra" di MC2 saranno visibili alle Pescherie di Giulio Romano e si potranno visitare fino al 30 agosto.

Venerdì, 16 Luglio 2021 11:48
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La firma del protocolloE’ stato firmato nei giorni scorsi il protocollo di intesa tra tutti i partner mantovani del progetto “Ca.Re. Interventi di cura in rete per migranti vulnerabili”: Comune di Mantova, ente capofila del progetto, Aspa, Azienda Servizi alla Persona dell’Asolano, Aspam Azienda Servizi alla Persona Alto Mantovano e Co.Pro.Sol. Consorzio Progetto Solidarietà (le tre aziende che coordinano i servizi alla persona di 35 Comuni mantovani), Asst di Mantova, Sol.Co. Mantova e Mestieri Lombardia.

Finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020, il progetto ha l’obiettivo di costruire sul territorio una risposta integrata e di rete alle esigenze dei migranti che presentano una vulnerabilità psico-sociale e, in particolare, dei migranti ospitati nel sistema dell’accoglienza.

Il progetto, in questi mesi, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, ha consolidato le sue attività e sta sviluppando interventi mirati per la presa in carico clinica e sociale dei migranti vulnerabili da parte dei vari attori territoriali.

La stipula dell’intesa tra i vari partner è quindi un importante traguardo di consolidamento della rete tra chi si occupa di servizi di accoglienza (la cooperazione sociale), chi si occupa dell’assistenza sociale (comuni e loro ambiti territoriali) e chi occupa di servizi sanitari (Asst e in particolare l’area della Salute Mentale).

“Il progetto – sottolinea l’assessore al Welfare del Comune di Mantova, Andrea Caprini - si propone di riconsegnare al territorio, e a tutti gli attori che concorrono all’intervento clinico, sociale e riabilitativo, la responsabilità di presa in carico della vulnerabilità superando qualunque logica istituzionalizzante. All’interno della comunità esistono diversi attori (servizi sociali, soggetti del privato sociale, servizi sanitari territoriali) che intercettano molteplici forme di sofferenza e bisogno sociale e a cui spetta la responsabilità di accompagnare l’utente nella rete dei servizi e degli attori, affinché essi, coordinandosi, disegnino il percorso di presa in carico e attivino tutti gli attori della comunità, necessari alla sua realizzazione”.

Ca.Re. è stato finanziato proprio per sperimentare e consolidare la capacità del territorio di lavorare in rete tra i diversi attori locali e offrire risposte alle nuove espressioni di disagio.

Il progetto ha una valenza regionale. Il capofila Comune di Mantova guida una rete di enti operanti anche in altri territori lombardi, ed in particolare: nel territorio monzese sono coinvolti nel progetto il Comune di Desio, l’Asst di Monza ed il Consorzio Comunità Brianza; nel territorio cremonese operano il Comune di Cremona, l’Asst di Cremona ed il Consorzio Sol.Co. Cremona. La rete si completa con la partecipazione degli Spedali Civili Brescia e di Mestieri Lombardia, consorzio attivo in tutta la Regione Lombarda.

E’ un partenariato particolarmente ampio con un compito ambizioso: quello di consolidare reti locali e farle dialogare a livello regionale e nazionale. Il progetto si concluderà a Roma con una presentazione dei risultati raggiunti.

Venerdì, 16 Luglio 2021 11:38
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

LogoIl servizio civile regionale con Garanzia Giovani è un’opportunità per svolgere un’esperienza di cittadinanza attiva e acquisire competenze utili per il proprio futuro professionale. Possono partecipare i giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti disoccupati e che non frequentano un percorso di istruzione o formazione (Neet).

I progetti durano un anno, con un impegno di 25 ore settimanali. Ai volontari è riconosciuto un contributo mensile di 439,50 euro, un percorso di accompagnamento al mondo del lavoro, l’attestato di partecipazione e la certificazione delle competenze.

 

 

 

 

La locandina

Martedì, 13 Luglio 2021 13:00
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

L'esposizione del ritratto di Zaki sulla facciata del ComuneIl ritratto di Patrick Zaki, detenuto in Egitto dal 7 febbraio 2020, è stato affisso sulla facciata del Comune di Mantova per sollecitare la sua scarcerazione. Ad illustrare l’iniziativa domenica 11 luglio sono stati l’assessore alla Legalità e alla Solidarietà Internazionale Alessandra Riccadonna e il presidente dell’associazione promotrice InOltre Alternativa Progressista Giordano Bozzanca.

Il manifesto di Zaki è realizzato da Francesca Grosso, artista romana in calligraphy art. Il ritratto riporta le parole della lettera inviata dall'associazione al carcere di Tora in Egitto tradotta in 16 lingue, lettera che ha riscontrato le firme di diverse personalità istituzionali, associative, accademiche e politiche.

“Abbiamo accettato di aderire alla campagna di sensibilizzazione per la scarcerazione di Patrick Zaki – ha commentato l’assessore Riccadonna - perché si tratta di un giovane innocente incarcerato da oltre un anno in condizioni disumane e degradanti sottoposto torture e senza aver avuto un processo. Lui è sempre stato attivo nella difesa dei diritti umani. È, inoltre, stato depositato in Comune un ordine del giorno per la cittadinanza onoraria dello studente firmato da molti consiglieri e sono fiduciosa che presto approdi in consiglio. Anche alla Camera è stata approvata la mozione per la cittadinanza italiana”.

“Le notizie di un nuovo prolungamento della reclusione per Patrick - ha aggiunto Bozzanca- ci rammaricano e ci spingono a richiedere con maggiore forza la sua liberazione. In tutta Italia tanti consigli comunali e consigli regionali stanno rispondendo al nostro appello affiggendo il ritratto sulle loro facciate. Un'iniziativa che attraversa da nord a sud tutto il Paese ed è volta a tenere alta l'attenzione dei tanti cittadini sensibili alla vicenda, oltre a stimolare il Governo nel rendere sempre più risolutiva l'interlocuzione diplomatica con le autorità egiziane. Grazie al sindaco Mattia Palazzi, grazie a lui anche il Comune di Mantova promuove e si unisce a questa iniziativa collettiva”.

L'associazione InOltre Alternativa Progressista nell'agosto dell’anno scorso ha messo in piedi una campagna per chiederne la sua liberazione e sensibilizzare le istituzioni ad agire con vigore nelle negoziazioni diplomatiche. Sono state così inviate 199 lettere di solidarietà, pari al numero dei giorni di detenzione. Inoltre, il ritratto di Francesca Grosso ha attraversato da nord a sud il Paese, venendo esposto nelle facciate dei palazzi comunali e regionali. Regione Campania, Regione Toscana, Regione Emilia-Romagna, Università di Bologna, Novara, Palermo, Bari, Taranto, Reggio Calabria, Empoli, Vicenza, Rimini, Prato, Roma, Milano, Torino e tanti altri Comuni hanno esposto il ritratto verso la cittadinanza.

“Oggi è la volta del Comune di Mantova – si legge nel comunicato diramato dalla associazione -. Marwa Malik, l'attivista dell'associazione e consigliera del Comune di Gonzaga, ha voluto fortemente dare impulso all'iniziativa e insieme al presidente dell'associazione, Giordano Bozzanca, alla presenza dell'assessore Riccadonna, ringraziano l'Amministrazione per aver dato seguito questo gesto di solidarietà collettivo che tiene viva l'attenzione per Zaki della città, ma funge anche da monito verso la Farnesina e il Governo nell'intensificare le operazioni per ottenere la liberazione”.

La lettera inviata dall'associazione al carcere di Tora in Egitto si può leggere e scaricare in questa pagina web: https://bit.ly/30HWn8C .

Domenica, 11 Luglio 2021 12:18
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La delegazione con il sindaco di NeversUna delegazione della città di Mantova guidata dall'assessore alla Pubblica Istruzione Serena Pedrazzoli, affiancata da Maddalena Portioli, dello staff del sindaco Palazzi, è stata ricevuta sabato 10 luglio dal primo cittadino della gemellata Nevers Denis Thuriot. L'incontro istituzionale si è tenuto nella città francese a Palazzo Ducale, dove è stata sottoscritta la carta del 62º anniversario del gemellaggio tra Mantova, Nevers e Charleville-Mezieres nel nome dei Gonzaga.

Durante la conversazione è stata ribadita l’intenzione di rafforzare i rapporti tra le tre città, legate soprattutto per gli scambi culturali, sportivi ed economici, in particolare in favore dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Gli scambi per il rinnovo del gemellaggio si svolgono in questi giorni, mentre a Nevers è in corso il Festival di strada. Il programma degli spettacoli è anche in collaborazione con Segni d’Infanzia e si avvale della partecipazione di un gruppo di ragazze e ragazzi reclutati attraverso un bando Erasmus a cui hanno aderito anche studentesse del liceo artistico cittadino Giulio Romano.

Domenica, 11 Luglio 2021 12:07
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Marcone, Perantoni e RebecchiE' stato presentato venerdì 9 luglio presso il comando della Polizia Locale i dati riguardanti lo studio sull’incidentalità nel Comune di Mantova, relativo all’anno 2020. Durante l'anno gli incidenti stradali sono diminuiti di oltre la metà per effetto del Covid. Ne hanno parlato l’assessore alla Polizia locale Iacopo Rebecchi, il comandante Paolo Perantoni e il vice Luigi Marcone.

Sabato, 10 Luglio 2021 12:10
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

TelecamereLa Polizia Locale di Mantova ha aderito ad un bando del Ministero dell’Ambiente e della Regione Lombardia che ha cofinanziato l’acquisto di nuove e più performanti telecamere. A darne notizia sono stato l’assessore alla Polizia Locale del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi, il comandante Paolo Perantoni e il vice Lugi Marcone alla conferenza stampa che si è tenuta venerdì 9 luglio nella sede del comando di viale Fiume.

“Questo ennesimo intervento messo in atto – ha commentato l’assessore Rebecchi -, evidenzia l’attenzione che l’amministrazione comunale riserva alle tematiche ambientali e, grazie anche al cofinanziamento, ci permette di soddisfare le richieste di numerosi cittadini che, da anni, lamentavano transiti abusivi nelle zone a traffico oggetto dell’intervento”.

Il cofinanziamento ha permesso di sostituire le tecnologie delle telecamere che controllano i varchi di accesso alla città. Tali impianti, oltre a rilevare le targhe di tutti i veicoli che transitano per il capoluogo virgiliano, permettono anche di rilevare i flussi di traffico distinguendo i veicoli per categoria ambientale (euro 1, 2, eccetera).

Con tale finanziamento verranno installate anche telecamere che controllano tre varchi di accesso ad altrettante zone a traffico limitato che ad oggi ne sono sprovviste. Vale a dire: vicolo De Cani, vicolo San Crispino e via Achille Sacchi.
E’ un intervento fortemente voluto dall’amministrazione per soddisfare le legittime richieste dei numerosi residenti che lamentavano un passaggio continuo di veicoli sprovvisti di pass e che non sempre si riusciva a fronteggiare con i tradizionali controlli di polizia stradale.

Grazie a tali installazioni sarà possibile apportare un significativo miglioramento in termini ambientale con una drastica riduzione dell’inquinamento atmosferico.

L’intervento, nel suo complesso, è costato 82mila euro circa, di cui 50mila cofinanziati da Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia che, preso atto della bontà del progetto presentato, lo hanno approvato senza riserve.

I tre varchi di accesso alle suddette zone a traffico limitato diventeranno operativi entro la fine dell’anno in corso.

Sabato, 10 Luglio 2021 12:03
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Via SolferinoDa lunedì 12 luglio fino a martedì 10 agosto si terrà la chiusura della viabilità in via Solferino e San Martino, nel tratto che va da via Corrado a via Bonomi, per lavori al teleriscaldamento. Per tale periodo si terrà la sospensione anche della corsia riservata ai bus e ai taxi. 

Gli interventi comporteranno anche modifiche alla viabilità con l’istituzione del senso unico di marcia per tutto il traffico veicolare ordinario (bus Apam compresi) in via Scarsellini, con direzione di marcia da via Corrado a via Portazzolo. Per permettere lo scorrimento del traffico, la prima telecamera di via Fernelli, all’altezza di piazza San Giovanni, sarà spenta (resterà regolarmente accesa la telecamera ubicata nel secondo tratto di via Fernelli, dopo l’intersezione con via Arrivabene).

I veicoli provenienti dalle vie Marangoni e Corrado, quindi, che si immetteranno rispettivamente in piazza San Francesco d’Assisi e in via Solferino e San Martino, dovranno girare esclusivamente verso destra, ovvero verso via Scarsellini.
La chiusura comporterà la deviazione anche di varie linee del trasporto pubblico locale (bus Apam); rimarrà invariato, invece, il tragitto della Circolare in città.

Pertanto, il traffico ordinario potrà accedere al centro cittadino attraverso il seguente percorso: Largo di Porta Pradella, corso Vittorio Emanuele II, piazza Cavallotti; oppure via Pitentino, via Portazzolo, piazza D’Arco, via Fernelli (solo primo tratto, ovvero fino via Arrivabene), via Arrivabene e piazza Cavallotti.
Per uscire dal centro, invece, si potrà percorrere il seguente tragitto: piazza Cavallotti, corso Vittorio Emanuele II, largo di Porta Pradella; oppure piazza Cavallotti, via Marangoni, piazza San Francesco d’Assisi, via Scarsellini e piazza D’Arco, via Portazzolo e via Pitentino.

In via Solferino e San Martino, potranno transitare, con accesso da via Bonomi, i veicoli diretti ai passi carrabili, di Polizia e di Soccorso e quelli che dovranno effettuare il carico/scarico presso le attività commerciali e produttive.

Durante gli interventi sarà garantito, in sicurezza, il transito pedonale sui marciapiedi per l’accesso alle civiche abitazioni e alle attività commerciali.

Nelle aree adiacenti al cantiere sarà posizionata tutta la necessaria cartellonistica di avviso dei lavori e di deviazione del traffico veicolare.

Sabato, 10 Luglio 2021 11:48
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version