Switch to desktop

Festa di Primavera all'Aspef, tra nuovi lavori e progetti in cantiere

La Festa di Primavera all'AspefNuovo look e tanti progetti in cantiere per l'Aspef, dagli appartamenti per anziani alla comunità per minori fino al centro per disabili.

I nuovi lavori e quelli che partiranno a breve sono stati presentati martedì 21 marzo in occasione della 46° Festa di Primavera, che si è svolta presso l'Azienda Servizi alla Persona e alla Famiglia del Comune di Mantova e che ha visto la partecipazione di varie autorità, oltre alla presenza del personale e degli ospiti della struttura. La giornata è partita con la preghiera ed i saluti del vescovo di Mantova monsignor Marco Busca, affiancato dal sacerdote storico della casa di cura monsignor Sergio Denti e dal nuovo cappellano don Alberto Gozzi. "Vi faccio i complimenti perché svolgete degli importanti servizi per il bene delle persone – ha detto Busca –, oltre all'accoglienza, all'ascolto e al calore umano che date ogni giorno agli anziani. La prima medicina, infatti, che offrite agli ospiti è un sorriso". Alla festa sono intervenuti anche il presidente dell'Aspef Vinicio Fiorani, il direttore generale Graziella Eugenia Ascari e l'assessore al Welfare del Comune di Mantova Andrea Caprini, il quale, oltre a portare i saluti da parte del sindaco Palazzi e di tutta l'amministrazione, ha ringraziato per l'ottimo lavoro che viene svolto dall'Azienda. Poi, le autorità hanno fatto visita agli ospiti delle Rsa "Isabella d'Este" e "Luigi Bianchi".

"La nostra è una azienda importante, che svolge sempre più servizi rivolti alle persone, dagli anziani ai minori – ha detto Fiorani –. Abbiamo fatto un salto di qualità nel servizio dell'accoglienza verso tutti gli ospiti della struttura. Inoltre, sono appena stati realizzati dei nuovi lavori per la riqualificazione dei locali al primo piano dell'Isabella d'Este". La sala d'ingresso e accoglienza, compreso il bar, è stata interamente rifatta e modernizzata con anche nuovo arredo. Inoltre, sono stati riqualificati e risistemati gli uffici. "Il vecchio salone al primo piano – ha specificato Fiorani – è stato trasformato in una nuova sala polivalente che apriremo anche alla cittadinanza per organizzare seminari o incontri". Il presidente ha fatto sapere, poi, che ad aprile partiranno i lavori per rifare il look d'ingresso dell'Aspef in piazzale Michelangelo che comprendono anche la realizzazione di tre mini appartamenti per anziani autosufficienti "ubicati sotto la futura terrazza dell'Isabella d'Este". L'investimento totale di tutti questi interventi è di circa 360mila euro. I mini alloggi, di circa 40 metri quadrati con attrezzature moderne e all'avanguardia, potranno ospitare o tre persone o tre coppie. Il costo d'affitto di ogni singolo alloggio sarà di 900 euro al mese e gli anziani ospiti potranno usufruire di tutti i servizi della Rsa.

"Sono specialmente due, invece, i progetti in cantiere che vogliamo realizzare il prima possibile – ha continuato Fiorani –. Ovvero, una comunità per minori, che sia da riferimento per la città e la provincia, e un nuovo centro diurno per disabili da 10 posti nell'area di San Nicolo (progetto Hub)". Per quanto riguarda l'ubicazione della struttura da riservare ai minori si stanno valutando varie ipotesi, ma l'auspicio è quello di poter recuperare l'ex serre Pecorari a Borgochiesanuova, attualmente zona degradata. Infine, il progetto a lunga scadenza della casa albergo nell'attuale sede della Polizia locale di viale Fiume. Lavori più vicini, invece, sono previsti per la ristrutturazione della Farmacia Due Pini, probabilmente in giugno, e per un infopoint Aspef in piazzale Gramsci (area Farmacia).

Attualmente l'azienda ospita 180 anziani, 120 alla Rsa "d'Este" e 60 al "Bianchi", e può contare su un personale di circa 190 persone, delle quali 89 dipendenti pubblici e gli altri collaboratori di varie cooperative. Nelle struttura svolgono servizio due medici (oltre ad otto esterni) e nove infermieri: "entro l'anno ne assumeremo altri quattro" ha concluso il presidente Fiorani.

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version