Switch to desktop
News Governo

E’ stato inaugurato a Mantova, sabato 24 aprile, il “Parco della Commemorazione Vittime Covid-19” ubicato presso lo spazio verde nel quartiere Rabin. Alla cerimonia, che si è svolta nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, sono intervenuti, tra gli altri, il vescovo Monsignor Marco Busca che ha benedetto il Parco, l’assessore al Welfare del Comune di Mantova Andrea Caprini, il presidente del Comitato di quartiere Rabin Marco Sivero e i rappresentanti del Consorzio Latterie Virgilio e di Bonini Garden.

Il Comitato Quartiere Rabin ODV, l’Associazione di Volontariato di Mantova, in collaborazione con Consorzio Latterie Virgilio, Bonini Garden e il Comune di Mantova, che ha patrocinato l’iniziativa, hanno voluto realizzare il Parco per commemorare le vittime della pandemia mediante la posa di alberi, simboli della vita e che diventeranno gli elementi principali di un suggestivo “percorso terapeutico” nel ricordo.
Il Consorzio Latterie Virgilio ha messo a disposizione tale area, in concessione gratuita, nel quartiere Rabin che si sviluppa su una superficie attualmente incolta di circa 3.300 metri quadrati.

L’entrata del Parco è caratterizzata da una scultura realizzata con materiali di riciclo e da una targa. Da tale scultura parte un percorso ad anello lungo il quale saranno raggruppate le piante, appartenenti a specie diverse, che formeranno dei piccoli boschetti. La scelta delle varietà comprende per la maggior parte l'utilizzo di piante autoctone. Davanti a ciascun gruppo di alberi è posizionata una targa commemorativa con i nomi di coloro per i quali gli stessi arbusti sono stati donati e messi a dimora.

Sabato, 24 Aprile 2021 16:28
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Dopo oltre un mese la Lombardia, e quindi anche la città di Mantova, torna in zona gialla. Tornano gli spostamenti tra le regioni. Ecco in sintesi cosa si potrà fare da lunedì 26 aprile, fermo restando che in tutto il Paese rimane obbligatorio il distanziamento interpersonale e l'utilizzo della mascherina anche all'aperto, salvo per i bambini al di sotto dei 6 anni e per chi fa attività sportiva. Il coprifuoco resta fissato dalle 22 alle 5.

LE REGOLE IN ZONA GIALLA DAL 26 APRILE
In base al decreto varato dal Consiglio dei ministri, da lunedì 26 aprile entrano in vigore nuove regole, in particolare per la zona gialla.

SPOSTAMENTI
Sono sempre consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dalle regioni gialle e bianche. Verso regioni rosse o arancioni serve invece il “pass verde”. Dal 26 aprile al 15 giugno, nella zona gialla, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno, dalle 5 alle 22, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano potranno portare con sé i minorenni sui quali esercitino la responsabilità genitoriale e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.

GREEN PASS
“Alle persone munite della 'certificazione verde', sono consentiti gli spostamenti anche tra le regioni e le province autonome in zona arancione o zona rossa", rende noto Palazzo Chigi.

SCUOLA
Dal 26 aprile e fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). “In zona gialla e arancione dal 70% al 100%" rende noto Palazzo Chigi. Per quanto riguarda l'università, "dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza. Nelle zone rosse si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno".

RISTORANTI E BAR

In zona gialla riaprono i ristoranti a pranzo e a cena, purché all’aperto. L'apertura dei locali al chiuso, solo a pranzo, è invece fissata dal decreto al 1 giugno. Senza limiti orari, infine, la ristorazione negli alberghi e nelle strutture ricettive. I centri commerciali resteranno chiusi nei week end fino al 15 maggio. Si ricorda che i negozi sono già aperti.

SPETTACOLI
Riaprono cinema, teatri, sale concerto, live club. È necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50 per cento di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto. In relazione all’andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori all’aperto, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida.

SPORT
Nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre.

Sabato, 24 Aprile 2021 16:19
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Lo spogliatoio di LunettaLa Giunta, mercoledì 14 aprile, ha approvato il progetto esecutivo di ristrutturazione del vecchio spogliatoio del campo di calcio “Stefano Filippi”, in viale Campania nel quartiere Lunetta-Frassino. I lavori, che inizieranno nel mese di maggio di quest’anno, prevedono un importo complessivo d’intervento di 70mila euro.

L’Amministrazione comunale ha constatato la necessità di procedere alla ristrutturazione di tali locali, di proprietà comunale, un tempo adibiti a spogliatoio ed ora in completo disuso, al fine di favorire attività associative di tipo aggregativo, socio-culturale e sportivo di quartiere. “Si tratta di un intervento finalizzato sia al recupero strutturale dell'edificio – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli - sia a restituire una funzione sociale ad una struttura una volta utilizzata come spogliatoi al servizio dei campi da calcio e che un domani sarà sede di associazioni”.

Il progetto esecutivo, redatto dall’Ufficio tecnico comunale dei Lavori pubblici, prevede, tra i vari interventi, la demolizione di tramezze, la ricostruzione di nuovi divisori in muratura di laterizio e l’apertura di passaggi in breccia, la posa di nuovi pavimenti e rivestimenti in cucina e nei servizi igienici, l’intonacatura delle nuove pareti e di quelle interessate dai lavori, il rifacimento completo dell’impianto elettrico attraverso la posa di nuove linee d’illuminazione e forza motrice.

E ancora la posa di nuovi supporti e interruttori e nuove luci a led, la predisposizione dell’impianto telefonico e dell’impianto di ricezione del segnale televisivo, la realizzazione di nuove linee per la distribuzione dell’acqua fredda e calda sanitaria, nuove linee dell’impianto di riscaldamento, la posa di nuovi corpi scaldanti e la formazione di nuovi impianti di scarico fognario.

Gli interventi prevedono anche nuovi apparecchi sanitari e relativa rubinetteria, l’impianto di climatizzazione estiva e la posa di una nuova sottocentrale del teleriscaldamento. Infine, la riparazione dei serramenti esterni, la posa di nuove porte d’ingresso e anche interne e di nuovi serramenti nel salone principale, la sostituzione di un velux, la sostituzione di travi ammalorate in legno lamellare, l’installazione di rinforzi con carpenteria metallica delle cerniere di appoggio delle travi di copertura, la posa di lattoneria sulle travi stesse per la protezione dalle acque meteoriche.

Martedì, 20 Aprile 2021 12:31
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

I lavori in piazza DiazSono in fase di ultimazione i lavori di riqualificazione di piazza Diaz a Formigosa. Entro la fine del mese di aprile saranno ultimate le opere e sarà ripristinato il transito dell'autobus dalla piazza.

I lavori che hanno richiesto un investimento complessivo di 190mila euro hanno riguardato da un lato il completamento del collegamento ciclopedonale lungo strada Formigosa, permettendo così di collegare la piazza al resto del quartiere, dall'altro lato si è riqualificata la piazza stessa attraverso la sostituzione del vecchio asfalto con una nuova pavimentazione di pregio e la sistemazione delle aree laterali confinanti con la chiesa.

Ora mancano gli arredi e le ultime finiture. Verrà successivamente realizzato un nuovo impianto di illuminazione pubblica. "Stiamo portando a compimento un’opera di riqualificazione molto importante - ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli -, richiesta a più riprese dai residenti. Insieme con i tecnici stiamo anche valutando i lavori di recupero e pulizia del monumento centrale".

Martedì, 20 Aprile 2021 11:44
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il Teatro BibienaL'Italia riparte con graduali riaperture che ci porteranno alla normalità. Lo ha annunciato il presidente del consiglio Mario Draghi nella conferenza stampa di venerdì 16 aprile a Palazzo Chigi. A partire dal 26 aprile tornano le zone gialle, ma con un cambiamento rispetto al passato: si dà precedenza alle attività all’aperto, a partire dalla ristorazione con tavoli all’aperto a pranzo e a cena. Una decisione che si fonda su un “rischio ragionato”, basata sul parere degli scienziati, che ci dicono che il rischio di contagio all’aria aperta è basso. I ristoranti potranno riaprire anche al chiuso solo a pranzo a partire dal 1° giugno.

Con il ripristino delle zone gialle riaprono automaticamente i musei, mentre teatri, cinema e spettacoli in zona gialla potranno riaprire con misure di limitazione di capienza stabilite dal Comitato tecnico scientifico.

A partire dal 15 maggio potranno riavviare l’attività le piscine solo all’aperto e dal 1° giugno le palestre. A seguire fiere e congressi, stabilimenti termali e parchi tematici.

Nelle zone gialle e arancioni riaprono le scuole di ogni ordine e grado in presenza; nelle zone rosse saranno aperti in presenza gli asili nido e le scuole fino alla prima media, e per i licei ci sono modalità che suddividono le lezioni in parte in presenza e in parte a distanza.

Queste misure saranno contenute in un prossimo provvedimento, da approvare in Consiglio dei ministri, che definirà nel dettaglio anche le nuove regole per gli spostamenti sul territorio nazionale. Come spiegato dal presidente Draghi, sarà di nuovo possibile spostarsi liberamente fra Regioni in zona gialla. Per andare in Regioni di diverso colore si prevede la sussistenza di una fra le seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test Covid-negativo in un arco temporale recente, avvenuta guarigione da Covid.

Clicca qui per vedere la conferenza stampa di Draghi.

Sabato, 17 Aprile 2021 10:59
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

TermosifoniIn relazione al permanere di condizioni climatiche che fanno registrare temperature inferiori alle medie del periodo, pur essendo il 15 aprile il termine di legge per lo spegnimento degli impianti di riscaldamento, si comunica che ai sensi del Dpr n.74/2013, articolo 4, è possibile posporre lo spegnimento degli impianti termici, che potranno pertanto essere mantenuti accesi per non più di 7 ore al giorno.

Giovedì, 15 Aprile 2021 18:03
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Giovedì 15 aprile ritorna il mercato cittadino dopo la sospensione nel periodo di zona arancione rafforzata e rossa. Con l’entrata in zona arancione riprende l’attività del mercato che si svolgerà sul Te in piazzale Montelungo. I banchi non saranno limitati solo a quelli alimentari e saranno quindi disponibili tutte le categorie merceologiche.

La fruizione in sicurezza dell’area mercatale, sia per i cittadini che per gli operatori, sarà garantita con l’applicazione rigorosa di tutte le disposizioni in materia. Accessi e contingentamenti saranno infatti controllati e garantiti dalla presenza di personale specializzato.

Come anticipato nelle settimane scorse dall’Assessore Iacopo Rebecchi l’intenzione dell’Amministrazione è quella di riportare il mercato del giovedì in centro non appena sarà superata la fase più critica dell’epidemia e quindi prevedibilmente verso l’estate.
“Il ritorno del mercato segna l’inizio di una rivitalizzazione della città – afferma l’Assessore al Commercio Iacopo Rebecchi - e delle attività commerciali che ne sono motore principale. Confidiamo che con le misure prese nei mesi scorsi e l’entrata nel vivo della campagna vaccinale la situazione si avvii verso un recupero graduale della normalità, con la possibilità così di riportare il mercato in centro a beneficio dei cittadini e di tutte le attività economiche interessate”.

Mercoledì, 14 Aprile 2021 10:27
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La Lombardia da lunedì 12 aprile torna in zona “arancione” in virtù degli ultimi indicatori.
I negozi potranno quindi riaprire, mentre bar e ristoranti resteranno ancora chiusi potendo lavorare soltanto con asporto e consegne a domicilio. In arancione tornano inoltre a scuola anche gli alunni degli ultimi due anni delle medie e con lezioni in presenza, dal 50 al 75 per cento, i ragazzi delle superiori. I cittadini potranno girare liberamente nel proprio Comune senza l’obbligo dell’autocertificazione.
Resta attivo il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, durante il quale è possibile spostarsi solo per motivi di lavoro, salute o emergenza.

Negozi
Tutti i negozi potranno aprire. Le uniche restrizioni riguardano i negozi all’interno dei centri commerciali nei weekend, nelle giornate festive e prefestive, che dovranno rimanere chiusi ad eccezione dei punti vendita di generi alimentari, agricoli e florovivaistici, delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, tabacchi, edicole e librerie.

Bar e Ristoranti
Bar e ristoranti potranno continuare a lavorare soltanto attraverso la consegna a domicilio (senza limitazioni) e con l’asporto (fino alle 22, con divieto di consumazione sul posto). Per i bar e altri esercizi privi di cucina, invece, l’asporto è consentito fino alle 18.

Parrucchieri, Barbieri e Centri estetici
In zona arancione potranno tornare a lavorare anche barbieri, parrucchieri ed estetiste.

Sport e passeggiate
Le passeggiate, i giri in bicicletta e la corsa possono spaziare su tutto il territorio comunale e possono essere eseguiti anche in aree attrezzate e parchi pubblici. Sono consentiti gli sport individuali senza contatto e all’aperto come il tennis, il padel e il golf. Anche con il colore arancione restano chiuse le palestre e le piscine. È consentito raggiungere centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio comune o, in assenza di queste strutture, in un altro comune della stessa regione.

Visite ai parenti
Ritorna la deroga per far visita una volta al giorno ad amici e parenti nel proprio comune, al massimo in due persone con figli under 14 o disabili al seguito.
In zona arancione è concesso muoversi liberamente all’interno del proprio Comune di residenza, senza l’obbligo dell’autocertificazione. Per tutta Italia, a prescindere dal colore, è vietato spostarsi da una regione all’altra almeno fino a fine aprile.

Musei, cinema e teatri
I musei resteranno chiusi, anche le mostre, così come cinema e teatri, in attesa di nuove ordinanze che permettano il ritorno del pubblico.

Sabato, 10 Aprile 2021 11:58
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Lo stemma del ComuneL’Amministrazione comunale di Mantova, nella consueta seduta di Giunta di mercoledì 7 aprile, ha approvato la delibera che fissa i coefficienti e le tariffe del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, da applicare per l’anno 2021.

La legge nazionale ha imposto di riunificare un’unica voce l’imposta di pubblicità, i diritti sulle affissioni, il canone occupazione suolo pubblico (Cosap) e il canone mercatale.

In consiglio comunale è stato recentemente approvata l’unificazione di queste entrate come disposto dalla legge 160/2019.

I coefficienti di queste tariffe e dei canoni sono di competenza della Giunta, la quale con questo provvedimento, nonostante la legge attribuisse al Comune la facoltà di aumentarle, ha scelto di non attuare alcun ulteriore aggravio sulle attività interessate, un ulteriore atto a sostegno di una parte importante dell’economia cittadina, duramente colpita dall’emergenza Covid.

Nello specifico le attività interessate sono bar e ristoranti, per l’esposizione di tavoli, sedie o tendoni, gli operatori commerciali ambulanti che partecipano ai mercati del giovedì, contadini o rionali, e per tutti coloro che promuovono la propria attività attraverso affissioni o insegne pubblicitarie.

Si ricorda inoltre che sino al 30 giugno i pubblici esercizi, ristoratori e bar, non pagheranno l’occupazione del suolo per i plateatici e fino a fine anno avranno la possibilità di aumentare il proprio plateatico in deroga in forma semplificata.

“Coerentemente con le scelte politiche attuate da questa amministrazione negli ultimi sei anni - spiega l’assessore al Bilancio Giovanni Buvoli -, abbiamo deciso ancora una volta di non aumentare le imposte comunali. Questo grazie allo sforzo continuo che l’Amministrazione compie nel reperire altrove le risorse finanziarie necessarie per sostenere i servizi ai cittadini e le opere pubbliche. Tutto ciò mantenendo sempre perfettamente in equilibrio il bilancio comunale”.

“Proseguono le misure ricomprese nel Piano Mantova, a favore delle categorie economiche più colpite dagli effetti della pandemia - afferma l’assessore alle Attività produttive e commercio Iacopo Rebecchi –. Una scelta che trova un più ampio riscontro in una politica di rilancio del tessuto economico cittadino come ad esempio il progetto del distretto urbano del commercio con le sue numerose azioni previste e finanziate”.

Giovedì, 08 Aprile 2021 11:28
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il progetto #mediAzioni promuove per venerdì 9 aprile “Incertezza della pena/certezza della giustizia”, un webinar che intende offrire spunti di riflessione sul tema della “certezza della pena”, con l’obiettivo di uscire da strumentali polemiche alimentate ogni qualvolta si ha notizia di sconti di pena e/o ammissione a regimi alternativi alla detenzione intramuraria per i responsabili di reato.

Dalle 16.30 alle 18 interverranno Mauro Bardi dell’associazione Libra Onlus, Silvia Beccari dell’Ufficio locale di esecuzione penale esterna di Mantova e Cremona, Giulio Cisamolo di TeleMantova, Leonardo Campanale dell’Associazione Nazionale Controllo di Vicinato. Modera Luigi Caracciolo dell’associazione Libra Onlus.
Il webinar gratuito si svolgerà nell’ambito de “La Trama dei Diritti” promosso da CSV Lombardia Sud e si propone di sensibilizzare la comunità verso il raggiungimento dell’Obiettivo 16 di Agenda 2030: pace, giustizia e istituzioni forti.
L’incontro online si terrà su Zoom e sarà possibile partecipare fino al raggiungimento di 100 iscritti. E’ obbligatoria l’iscrizione (www.csvlombardia.it/mantova/post/incertezza-della-pena-certezza-della-giustizia/).

Il webinar è promosso da Comune di Mantova, Associazione Libra Onlus, Cooperativa Sociale Alce Nero, Cooperativa Sociale di Solidarietà Hike Onlus, CSV Lombardia Sud, Laboratorio Nexus, Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità Ufficio Servizio Sociale Minorenni – Brescia, Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità Ufficio Locale di esecuzione Penale Esterna di Mantova e Cremona, Ministero della Giustizia Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Casa Circondariale di Mantova, in collaborazione con ANCDV.
#mediAzioni è un progetto finanziato da Regione Lombardia attraverso il Fondo Sociale Europeo.

 

Mercoledì, 07 Aprile 2021 14:14
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version