Switch to desktop
News Governo

AlloggiLa Giunta Palazzi mercoledì 28 ottobre ha approvato l'apertura del bando per assegnare contributi a sostegno di chi anche a seguito delle difficoltà derivanti dall'emergenza Covid 19, magari per la perdita del lavoro, si trova in difficoltà per il pagamento dell’affitto.

Si tratta di un bando consortile e la somma impiegata da parte del Comune di Mantova è di 168.485 euro. I destinatari del contributo sono gli inquilini in locazione nel libero mercato o in alloggi pubblici a canone moderato. Devono, inoltre, essere residenti nel Comune di Mantova, non essere proprietari di alloggio e avere la residenza nell'alloggio da almeno un anno dalla data della domanda. Devono, inoltre, avere un Isee inferiore a 26mila euro. Il contributo è di un massimo di quattro mensilità e comunque non potrà superare i 1.500 euro. Il contributo verrà erogato direttamente al proprietario entro il 31 gennaio. Al termine del bando, che partirà il 2 novembre e che vede come termine ultimo il 30 novembre, verrà redatta una graduatoria da parte di una commissione che stabilirà gli aventi diritto al contributo. Non potranno partecipare al presente bando gli inquilini di alloggi dei Servizi Abitativi Pubblici, comunali o di Aler, coloro che hanno già ricevuto nel 2020 contributi con il bando precedente, emesso in maggio, o hanno ricevuto contributi dedicato alla morosità incolpevole con sfratto.

“Si tratta di un bando importante - ha evidenziato l’assessore alla Casa Nicola Martinelli - perché viene aperto in un momento particolarmente difficile per i cittadini residenti in alloggi in affitto. Il bando dà, infatti, priorità a chi è entrato in difficoltà a causa dell'emergenza Covid, in particolare a coloro che hanno perso il lavoro, hanno subito una riduzione dell'orario di lavoro, hanno cessato attività libero professionali o hanno avuto malattie gravi o decessi in famiglia a causa del Covid. La casa è un diritto primario e stiamo attivando ogni iniziativa per aiutare gli inquilini al mantenimento dell'alloggio in questi difficili momenti”.

Tutte le informazioni riguardanti i requisiti per accedere ai contributi, la modulistica e la documentazione da allegare, i criteri per assegnare i contributi, i tempi per erogarli e il testo del bando si possono trovare sul sito Internet del Comune di Mantova. Ecco il link.

Le domande devono essere inoltrate dalle 9 del 2 novembre 2020 fino alle 12 del 30 novembre 2020.

Sono da inviare prioritariamente in via informatica compilando il format on line.

In alternativa, nell’impossibilità di utilizzare gli strumenti informatici e di presentare domanda on line, si potrà presentarla, con appuntamento telefonico, all’Ufficio Casa - Servizi Abitativi di Aster srl, a Mantova in via Nagy n.2 (località Borgochiesanuova). Da lunedì 2 novembre 2020 sarà possibile fissare telefonicamente l’appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30. Per fissarlo si può telefonare allo 0376 376896, oppure allo 0376 265505. La presentazione delle domande allo sportello sarà possibile solo in orario pomeridiano.

 

Giovedì, 29 Ottobre 2020 16:09
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il mercato in via MontelungoIl sindaco Mattia Palazzi ha firmato martedì 27 ottobre l’ordinanza che contiene le disposizioni urgenti per lo svolgimento in sicurezza dei mercati in presenza della pandemia Covid 19. Le nuove misure integrano la precedente ordinanza sullo spostamento del mercato dal centro storico a piazzale Montelungo e stabiliscono che nel mercato cittadino del giovedì di piazzale Montelungo sia rispettato il contingentamento delle entrate limitando il numero massimo all’interno dell’area mercatale a mille persone, prevedendo percorsi differenziati in entrata e in uscita.

Mentre, per il mercato contadino del sabato mattina a Borgochiesanuova il contingentamento delle entrate va effettuato limitando il numero massimo all’interno dell’area mercatale a 250 persone, anche in questo caso i percorsi devono essere differenziati in entrata e in uscita. L’integrazione alla precedente ordinanza si è resa necessaria per evitare le code che si sono verificate agli accessi a causa del contingentamento delle entrate. Rimangono valide le altre norme previste nell’ordinanza precedente.

Mercoledì, 28 Ottobre 2020 12:30
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

CoronavirusSono scattate le nuove restrizioni per far fronte ala nuova ondata di contagi. Ecco le nuove regole che sono in vigore a partire dal 26 ottobre fino al 24 novembre contenute nel decreto del presidente del Consiglio dei Ministri.

È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali, è obbligatorio di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale.

Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento.

Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.

Restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni, nei settori professionistici e dilettantistici.

Restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico.

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

L'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò.

Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto.

Eestano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso.

Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

Riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.

Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.

Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari al 75 per cento delle attività , modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.

A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle 5 fino alle 18.

Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.

Dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Le pubbliche amministrazione dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso del personale. È raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati.

È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori di lavoro privati. Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 26 ottobre 2020 e sono efficaci fino al 24 novembre 2020.

Le disposizioni del presente decreto si applicano dal 26 ottobre 2020 e sono efficaci fino al 24 novembre 2020.

 

IN LOMBARDIA

Ad integrazione del Dpcm del 24 ottobre, in Lombardia rimangono in vigore fino al 13 novembre prossimo alcune disposizioni, tra cui le principali sono:

LIMITAZIONI AGLI SPOSTAMENTI IN ORARIO NOTTURNO

In Regione Lombardia, dalle 23 alle 5 del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute. È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione.

LIMITAZIONI ALLE APERTURE DELLE GRANDI STRUTTURE DI VENDITA E DEI CENTRI COMMERCIALI NEI FINE SETTIMANA

Nelle giornate di sabato e domenica è disposta la chiusura delle grandi strutture di vendita nonché degli esercizi commerciali al dettaglio presenti all'interno dei centri commerciali. Questa disposizione non si applica alla vendita di generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l'igiene personale, per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori, nonché alle farmacie, alle parafarmacie, alle tabaccherie e rivendite di monopoli.

DIVIETO CONSUMO DI ALCOLICI IN LUOGHI PUBBLICI

Il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico è sempre vietato.

DIDATTICA A DISTANZA

A partire dal 26 ottobre, le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali di secondo grado devono realizzare le proprie attività attraverso la didattica a distanza per l'intera classe, se ci sono già le condizioni di effettuarla e salvo eventuali bisogni educativi speciali. Agli altri istituti viene fortemente raccomandato di adoperarsi nel più breve tempo possibile per poter svolgere anch’essi la didattica a distanza.
Sono escluse le attività di laboratorio, che possono essere svolte in presenza.

Ai dirigenti degli istituti scolastici si raccomanda inoltre di differenziare gli ingressi a scuola.

Alle Università è raccomandata la promozione della didattica a distanza quanto più possibile.

Lunedì, 26 Ottobre 2020 10:33
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Continuano i laboratori ed i servizi gratuiti offerti da “Insieme” il nuovo centro per le famiglie di Mantova che ha sede in via Ariosto 61 nel quartiere di Valletta Valsecchi. Ecco il calendario delle prossime attività di ottobre. Laboratori fascia 3-12 anni: lunedì 26, dalle 16.30 alle 18.30, “Gioco-Movimento”; martedì 27 e mercoledì 28, dalle 16.30 alle 18.30, “Giochiamo Insieme: attività ludiche, creative, educative”; venerdì 30 dalle 16.30 alle 17.45 “Passo dopo passo: Crescere insieme giocando!”. Sabato 31 ottobre, dalle 10 alle 13, “Diario di scuola: fare i compiti insieme è più bello!”. Iscrizione gratuita obbligatoria a tutte le attività tramite email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Inoltre, tutti i lunedì, dalle 10 alle 11.30, “Viva i Nonni! Un’identità da scoprire, una funzione da creare”, conducono Silvia Piazza e Paola Zanini. A cura di Associazione Dove Sei Tu.
Giovedì 29 ottobre, dalle 16 alle 18, si terrà il laboratorio per mamme e bambini “Angolo morbido e libri: la lettura in famiglia inizia da piccoli” cura di Mater Mantova. Info e iscrizioni tramite i numeri 348 1212284 e 340 9058314 o via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Venerdì 30, dalle 18 alle 19, #Murolibero – momenti liberi in cui le famiglie possano vivere liberamente il centro.

Tutti i laboratori, i corsi, gli eventi sono completamente gratuiti. Il programma completo di ottobre è consultabile al sito Internet www.centrofamiglieinsieme.it e su Facebook/Instagram @centrofamiglieinsieme

Informazioni generali allo sportello di via Ariosto 61: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19; mercoledì dalle 9.30 alle 14.30 e sabato dalle 10 alle 13. Oppure su appuntamento contattando il 328 1367354 (anche WhatsApp) o via mail scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lunedì, 26 Ottobre 2020 10:33
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

CoronavirusE’ stata emanata una nuova ordinanza del Ministero della Salute d’intesa con il presidente della Regione Lombardia valida dal 22 ottobre sino al 13 novembre 2020. Interviene limitando gli spostamenti negli orari notturni.

Per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid -19, su tutto il territorio della Regione Lombardia, dalle 23 alle 5 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute. E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

La sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato. Tale onere potrà essere assolto, producendo un’autodichiarazione.

Le disposizioni della presente ordinanza producono i loro effetti dal 22 ottobre 2020 e sono efficaci fino all'adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e, comunque, fino al 13 novembre 2020.
Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente ordinanza è sanzionato, secondo quanto previsto dall’articolo 4 del decreto-legge n.19/2020.

Mercoledì, 21 Ottobre 2020 17:08
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

L’ufficio di presidenza del Consiglio Comunale di Mantova ha pubblicato il bando per la presentazione delle proposte di concessione delle pubbliche benemerenze 2020. Le benemerenze sono destinate a premiare l'attività dei mantovani di nascita o di adozione che, con opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'industria, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico, con particolare collaborazione alle attività della pubblica amministrazione, con atti di coraggio e di abnegazione civica, abbiano in qualsiasi modo giovato a Mantova, sia rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù, sia servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni.

Le proposte possono essere inviate da cittadini che, per loro conoscenza diretta, siano in grado di segnalare i soggetti ritenuti degni di essere pubblicamente riconosciuti mediante civica benemerenza. Le proposte contenenti la motivazione e gli altri elementi utili alla loro valutazione, possono essere inoltrate entro le ore 12 del 20 novembre 2020 all'Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale del Comune di Mantova, in via Roma 39, in busta chiusa con l'indicazione "Proposta di Benemerenza", oppure in posta elettronica certificata (pec), al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Le civiche benemerenze sono costituite da una "Edicola di Virgilio in oro" e da un attestato. Vengono conferite in una pubblica cerimonia alle tre persone, individuate tra quelle proposte.

Mercoledì, 21 Ottobre 2020 09:55
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

CoronavirusIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 18 ottobre 2020 sulle misure per il contrasto e il contenimento dell'emergenza Covid-19. Le nuove misure rimarranno in vigore fino al 13 novembre. Ecco in sintesi quali sono le novità.


Le situazioni di assembramento
Il Dpcm prevede che si possa disporre la chiusura al pubblico, dopo le 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, consentendo l’accesso solo ai residenti e a chi vi svolge attività professionali.

Attività sportive
Sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato olimpico nazionale italiano, dal Comitato italiano paralimpico e dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali; per tali eventi e competizioni è consentita la presenza di pubblico, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi.
Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il Ministro della Salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti.
Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali.
L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale.

Fiere, congressi, riunioni, cerimonie
Sono sospese le sagre e fiere locali (consentite solo le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale) e i convegni, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.
Nell'ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni di interesse pubblico; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.
Tutte le cerimonie pubbliche devono essere svolte nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e a condizione che siano assicurate specifiche misure idonee a limitare la presenza del pubblico, ad accezione di quelle di rilevanza nazionale, che si svolgono senza la presenza di pubblico.

Scuole e università
Il nuovo Dpcm dispone per le scuole secondarie il ricorso alla didattica digitale integrata, che deve comunque rimanere complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.
Le Università invece dovranno essere in grado di adattarsi in base all'andamento del quadro epidemiologico, prevedendo la possibilità di didattica a distanza in caso di necessità.

Ristorazione
Tutte le attività di ristorazione possono rimanere aperte dalle 5 alle 24, con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18 in assenza di consumo al tavolo, mentre le consegne a domicilio non hanno vincolo di orario.
Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24.00, la ristorazione con asporto. Nei ristoranti è obbligatoria l’affissione all’esterno di cartelli che indichino la capienza massima del locale. Non è prevista nessuna limitazione per i ristoranti all’interno degli ospedali, negli aeroporti e le autostrade.

App Immuni
Al fine di rendere più efficace il contact tracing attraverso l'utilizzo dell'App Immuni l’operatore sanitario del Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale ha l’obbligo di caricare il codice chiave in presenza di un caso di positività.

Lunedì, 19 Ottobre 2020 18:27
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il legame tra le città di Mantova e Cremona diventa ancora più forte grazie ai dolci tradizionali dei due territori. Nell’ambito della Festa del Torrone, venerdì 16 ottobre nello Spazio Comune di Cremona in Piazza Stradivari si è svolto l’evento di presentazione della “Torta di Torrone alla Sbrisolona”, un prodotto tutto nuovo e originale che nasce “dall’abbraccio del torrone artigianale cremonese con la sbrisolona mantovana”, sottolineano gli ideatori di Casa Rivoltini Alimentare Dolciaria. All’incontro con degustazione sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, il vicesindaco di Mantova e assessore allo Sviluppo economico e al Turismo Giovanni Buvoli, il presidente Unioncamere Lombardia Giandomenico Auricchio, il titolare della Rivoltini Alimentare Dolciaria Massimo Rivoltini e Carlo Zanetti, Ad dell’azienda Bottoli. Presente anche l’assessore del Comune di Mantova al Commercio e Attività produttive Iacopo Rebecchi.

“Oggi celebriamo il matrimonio tra il torrone e la sbrisolona – ha detto Buvoli –, due prodotti di punta della tradizione dolciaria di Cremona e Mantova. Abbiamo due città molto vicine non solo geograficamente ma anche per elementi della territorialità, della popolazione, dei costumi, delle origini e delle tradizioni. Le nostre due città stanno sempre più collaborando in tanti settori strategici, dalla sanità alle infrastrutture, fino al commercio. Il nostro destino è continuare a camminare insieme proseguendo nel settore agroalimentare ed enogastronomico come già stiamo facendo nel progetto East Lombardy”.

Durante l’evento, poi, sono state presentate le eccellenze tipiche dei due territori. Inoltre è stato avviato dalle istituzioni presenti un dialogo sulle prospettive future del mercato dolciario e dell’agroalimentare, con l’intenzione di creare sinergie di sviluppo e di marketing territoriale.
“Torrone e sbrisolona sono due prodotti tipici, nonché ‘ambasciatori’ delle due province - ha concluso Galimberti -. L’alleanza tra i nostri territori è gastronomica, culturale, turistica ed economica, che si è consolidata grazie ad East Lombardy, progetto nato nel 2017”.

Lunedì, 19 Ottobre 2020 12:37
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

CoronavirusVenerdì 16 ottobre è stata emanata la nuova ordinanza anti-Covid della Regione Lombardia. Il provvedimento è stato firmato dal governatore Attilio Fontana. Al centro del documento alcuni temi chiave nella battaglia contro il Covid-19 legati alla gestione di scuola, trasporti, movida e sport.

L'ordinanza è entrata in vigore sabato 17 ottobre, e lo rimarrà fino a venerdì 6 novembre 2020. Contiene tra l'altro le misure anti-movida. Le attività di somministrazione di alimenti e bevande sia su area pubblica che su area privata (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, pizzerie, chioschi) sono consentite sino alle ore 24; dopo le ore 18 il consumo di alimenti e bevande è consentito esclusivamente ai tavoli.

E' vietata la vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica da parte di tutte le tipologie di esercizi pubblici, nonché da parte degli esercizi commerciali e delle attività artigianali dalle 18. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio.

Sabato, 17 Ottobre 2020 13:10
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

In occasione della 14^ Giornata Europea contro la Tratta di Esseri Umani, sulla facciata della sede del Settore Welfare, Servizi sociali e Sport del Comune di Mantova, in via Conciliazione 128, venerdì 16 ottobre è stato esposto un grande striscione recante la scritta “Mantova Non Tratta” accompagnata dallo slogan #liberailtuosogno. Un’iniziativa di sensibilizzazione promossa all'interno di “Mettiamo le ali – Dall’emersione all’integrazione”, progetto sovra provinciale, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità, per la realizzazione di programmi di emersione, assistenza e integrazione sociale a favore di vittime di tratta e grave sfruttamento. La rete del progetto, coordinata da Associazione Lule, è attiva sul territorio della Provincia di Mantova con azioni di primo contatto con le popolazioni a rischio di sfruttamento con programmi di protezione sociale all'interno di comunità di accoglienza o attraverso la modalità della presa in carico territoriale. Le attività sono realizzate, nello specifico, sempre da Associazione Lule con il sostegno del Comune di Mantova (Assessorato alle Politiche e Servizi per la Famiglia e Genitorialità) e della Prefettura.

“La Giornata Europea contro la tratta di esseri umani – ha dichiarato l’assessore Chiara Sortino – rappresenta un’importante occasione per porre l’attenzione su un fenomeno spesso ancora invisibile, nonostante gli sforzi indirizzati per contrastarlo. L’Amministrazione comunale si è proposta come partner in un network tra istituzioni pubbliche e privato sociale che offre assistenza alle persone vittime di tratta e/o di sfruttamento sessuale, lavorativo, nell’accattonaggio, nelle economie criminali forzate, nel traffico di organi e nei matrimoni forzati. Le ultime stime riportano oltre 40 milioni di persone sfruttate a livello globale in questi ambiti; di queste, il 70% sarebbe rappresentato da donne e bambine. Quest’anno l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha sicuramente peggiorato la condizione delle vittime, limitando loro la possibilità di accesso ai servizi rendendole così più vulnerabili. Diventa così ancora più significativo – ha concluso la Sortino –, da parte del Comune di Mantova, portare all’attenzione pubblica questa gravissima violazione dei diritti umani, impegnandosi concretamente per contrastare questo fenomeno”.

Lo striscione rimarrà davanti alla sede del settore Welfare fino a domenica 18 ottobre, data della Giornata Europea. Per maggiori informazioni: https://www.luleonlus.it/mettiamo-le-ali/

Si segnala che verrà promosso anche l’evento teatrale “Nobody - Viaggio sensoriale attraverso la tratta e lo sfruttamento sessuale” prodotto dalla Compagnia FavolaFolle e Lule Onlus che andrà in scena nei giorni 28 e 29 novembre nella sala delle Capriate presso la Basilica di Sant’Andrea, in piazza Leon Battista Alberti 13. L’ingresso al pubblico è gratuito e la prenotazione di data e fascia oraria è obbligatoria: numero 392 99 392 99 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Venerdì, 16 Ottobre 2020 16:42
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version