Logo
Stampa questa pagina

Dove serve il green pass dal 6 agosto In evidenza

Il green passCon il decreto legge N. 105 del 23 luglio 2021 il Governo ha stabilito che dal 6 agosto è necessario essere in possesso della certificazione verde Covid-19 (green pass) per accedere ai seguenti servizi e attività:

- servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo, al chiuso;

- spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;

- musei, biblioteche, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;

- piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;

- sagre e fiere, convegni e congressi;

- centri termali, parchi tematici e di divertimento;

- centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;

- attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;

- concorsi pubblici.

 

Le certificazioni verdi Covid 19 sono rilasciate al fine di attestare una delle seguenti condizioni:

- l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2;

- la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);

- l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

 


Il green pass non è richiesto a bambini con età inferiore a 12 anni e ai soggetti esenti su base di idonea specifica certificazione medica.

Il green pass si può ottenere:

- collegandosi al sito www.dgc.gov.it

- tramite Spid, tessera sanitaria o documento di identità

.- con la App Immuni

. con la App IO

- dal proprio fascicolo sanitario elettronico

- rivolgendosi al proprio medico o pediatra di famiglia o in farmacia.

 

I titolari o i gestori dei servizi o attività per i quali è richiesto sono tenuti a verificare che l’accesso avvenga con green pass. In casi di violazione, la sanzione va da 400 a 1.000 euro a carico dell’utente e dell’esercente. Nel caso in cui la violazione sia compiuta per tre volte, in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Copyright by Comune di Mantova