Switch to desktop

E' partito il progetto "Lunattiva". Inaugurato il laboratorio sociale a Lunetta In evidenza

L'inaugurazione del laboratorio sociale LunattivaA Lunetta ha preso il via un nuovo laboratorio sociale innovativo aperto al dialogo e al confronto. Sono partite, infatti, presso il nuovo quartier generale di via Canneti 22, le azioni del progetto “Lunattiva”, con capofila il Comune di Mantova e partner Aler Brescia Cremona Mantova, SolCo Mantova, l’associazione Agape onlus, CSV Lombardia sud EST sede territoriale di Mantova.

L’inaugurazione del nuovo spazio, con tanto di taglio del nastro, si è svolta giovedì 20 dicembre presso la struttura nel quartiere di Lunetta alla presenza, tra gli altri, degli assessori del Comune di Mantova Nicola Martinelli e Andrea Caprini e del nuovo presidente dell’Aler Brescia Cremona Mantova Albano Bianco Bertoldo. Presenti anche rappresentanti di Alce Nero, Csv, Solco, Agape e dei Comitati di Quartiere.

Il progetto “Lunattiva” è stato possibile grazie al finanziamento di 251.983,20 euro conseguito attraverso la partecipazione ad un bando emanato da Regione Lombardia, stanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo Por Fse 2014 – 2020 / Opportunità e Inclusione.

“Il progetto, di durata biennale – ha spiegato Martinelli –, avrà svolgimento a Lunetta e prevede un doppio livello di azioni sul quartiere ad alta concentrazione di alloggi pubblici: da una parte un laboratorio sociale innovativo, per sperimentare nuovi modelli e logiche di promozione di una cultura nuova dell’abitare e dello stare insieme, dall’altra l’erogazione di servizi formativi finalizzati alla spendibilità lavorativa di inquilini disoccupati. Un progetto, quindi, di crescita per l’intero quartiere”.

Le singole azioni puntano al miglioramento del benessere relazionale, abitativo ed economico dei residenti, alla valorizzazione delle differenze, con rimozione degli stereotipi legati alla sottocultura del “diverso”, nonché all'accrescimento del senso di appartenenza ad una comunità ed al quartiere.
“Un progetto che funziona grazie al lavoro di rete di tutti i soggetti che vi partecipano – ha sottolineato Caprini –, istituzioni, associazioni e cittadini. Tutti insieme per il bene del quartiere”. Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente di Aler: “Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato attivamente per questo nuovo spazio – ha detto Bianco Bertoldo –. Un importante progetto di welfare e dell’abitare”.

La macro-azione principale, trasversale, è la creazione del laboratorio sociale interattivo “Officina delle idee”, con sede nell’immobile di proprietà Aler di via Canneti 22. Questo è il luogo deputato allo svolgimento del processo partecipativo: qui verranno presentate le attività ai residenti, si svolgeranno le riunioni plenarie e in gruppi sul miglioramento degli spazi e della socialità. La sede di via Canneti è stata recentemente ristrutturata ad hoc dall’Aler, in modo da poter ospitare gli operatori che lavoreranno, anche alternandosi, presso il laboratorio sociale: la coordinatrice operativa del progetto, un facilitatore e due educatori professionali. La coordinatrice sarà Camilla Federici di Smartidea, gli educatori Francesca Fasano e Lorenzo Cattalani di Alce Nero.

Un’altra azione trasversale, che permea tutta l’architettura progettuale, è la banca virtuale “PuntiLuna”, finalizzata all’abbattimento della morosità attraverso la valorizzazione della partecipazione attiva dei cittadini alle attività. Questa macroazione sarà volano di successivi passi ed esportabile in altri quartieri. Numerosi gli interventi progettati. Verranno offerte alle famiglie in difficoltà occasioni educative e di sensibilizzazione per ripensare i consumi e combattere la ludopatia, sarà favorito l’accesso da parte dei soggetti fragili al lavoro, con percorsi formativi per riqualificare le loro competenze.

Per creare senso di appartenenza al quartiere e rispetto per i beni comuni saranno attivati un percorso educativo ed un laboratorio creativo per ragazzi sul tema del riuso e della rigenerazione e, più in generale, sul rispetto dei beni e spazi comuni, attraverso il Creative lab, realtà già attiva a Lunetta. Saranno inoltre attivate iniziative di condivisione e socializzazione: cene di quartiere, comitato di accoglienza nel quartiere, con co-progettazione di un pieghevole plurilingue di mappatura dei servizi, mercato dell’usato, mercatino dei piccoli, corso di lingua parlata per donne straniere con baby parking, evento di racconti autobiografici, cinema estivo per famiglie. Un convegno finale illustrerà i risultati ottenuti e la modellizzazione delle azioni.

 

Ultima modifica il Venerdì, 21 Dicembre 2018 16:22

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version