Switch to desktop
News Governo

E’ ripartito in città il servizio Pedibus “Millepiedini” 2021/2022. Nella mattina di giovedì 21 ottobre sono stati consegnati gli ombrelli multicolore, offerti dalla Tea, ai piccoli alunni che partecipano al progetto promosso dal Comune di Mantova. La prima consegna dei gadget ai bambini è avvenuta sulla linea diretta alla scuola Pomponazzo alla presenza del presidente di Tea Massimiliano Ghizzi e degli assessori comunali alla Pubblica istruzione Serena Pedrazzoli e alla Mobilità sostenibile Iacopo Rebecchi.

Anche quest'anno, quindi, Tea sostiene l'iniziativa Pedibus Millepiedini e gli ombrelli saranno utili in caso di pioggia nel tragitto a piedi verso la scuola. “La sostenibilità - ha commentato il presidente Ghizzi - deve diventare una pratica quotidiana per tutti noi. E' importante incoraggiare questi progetti di mobilità attiva per sensibilizzare i più piccoli verso comportamenti giusti e salutari che contribuiscono a ridurre l'inquinamento e a proteggere l'ambiente".
Gli assessori comunali Pedrazzoli e Rebecchi hanno sottolineato che l'entusiasmo di questi studenti e la partecipazione dei genitori accompagnatori, nonostante le difficoltà degli orari di ingresso (sfasati nelle varie classi per motivi Covid), testimonia la sensibilità al tema che da anni incentiva la mobilità attiva verso le scuole cittadine.

Si ricorda che oltre al servizio del Pedibus, sono attivi quelli del “Kiss&Ride” (linea speciale Pedibus assistita dai volontari del traffico di Aster), presso la scuola Nievo, e il nuovo Bicibus, la linea sperimentale su due ruote introdotta di recente che collega il quartiere cittadella con la scuola Alberti, che sta avendo un progressivo aumento di studenti iscritti.
E’ ancora possibile iscriversi ai servizi Pedibus, “Kiss&Ride” e Bicibus, proponendo anche percorsi nuovi e alternativi, tramite il modulo online dalla pagina dedicata del Comune di Mantova e su facebook o per email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Venerdì, 22 Ottobre 2021 10:46
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Gli uffici veterinari di Ats Val Padana hanno reso noto le regole per la macellazione dei suini per il consumo famigliare. La disciplina detta le norme per esercitare tale attività sotto il profilo sanitario, amministrativo e organizzativo e sono in vigore dal 1 novembre 2021 al 31 marzo 2022.

Pubblichiamo la disposizione:

Venerdì, 15 Ottobre 2021 00:00
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Gli assessori Martinelli e RebecchiPresto sarà implementa e potenziata l'illuminazione pubblica nelle vie Bonomi, Bettinelli e Solferino e San Martino. A deciderlo è stata la Giunta Palazzi che ha approvato lo studio di fattibilità nella seduta di mercoledì 20 ottobre.

Gli interventi sono stati illustrati nel corso della conferenza stampa nella sede dei Lavori Pubblici di via Visi dagli assessori ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli e alla Polizia Locale Iacopo Rebecchi. I punti luce, complessivamente nelle tre vie, saranno quasi raddoppiati. In pratica passeranno da 18 a 33. L’intervento costerà 45mila euro, Iva inclusa.

“Mi auguro che la nuova illuminazione – ha sottolineato Martinelli – possa essere realizzata entro la fine dell’anno. Nella zona migliorerà notevolmente la percezione della sicurezza. Non siamo intervenuti in piazza don Leoni perché nei prossimi mesi partirà il progetto per il nuovo sottopasso che prevede una riqualificazione urbana comprendente anche l’illuminazione pubblica”.

“Dopo l’episodio di omicidio avvenuto appena una settimana fa in via Bonomi – ha proseguito Rebecchi – abbiamo dato una risposta tempestiva. La zona è già ben sorvegliata con le telecamere che hanno consentito di identificare e arrestare il responsabile. Ora provvediamo a potenziare l’illuminazione. La Questura ha organizzato numerosi controlli a tappeto ed ha aumentato la sorveglianza. Adesso ci occuperemo di portare le telecamere in un angolo dei Giardini Nuvolari che non è monitorato”.

L’intervento nelle vie Bonomi, Bettinelli e Solferino e San Martino sarà realizzato da Tea Rete Luce del Gruppo Tea su incarico del Comune di Mantova.

Mercoledì, 20 Ottobre 2021 17:15
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Particolare della locandinaAffido familiare: aggiungi un posto a... casa!” è il titolo della diretta Facebook organizzata dal Consorzio Progetto Solidarietà che si terrà mercoledì 20 ottobre alle 18 sulla pagina del Centro per le Famiglie del Comune di Mantova “Insieme” (https://www.facebook.com/centrofamiglieinsieme).

Interverranno l’assistente sociale Elisa Zanetti, lo psicologo Andrea Poltronieri e l’educatrice professionale Consorzio Progetto Solidarietà Paola Fioravanti. Modererà l’assistente sociale Arianna Signorini.

 

 

 

La locandina

Lunedì, 18 Ottobre 2021 17:28
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

I relatori alla conferenza stampaA una settimana dalla XVI edizione di Segni New Generations Festival che prenderà il via sabato 23 ottobre, gli organizzatori hanno incontrato venerdì 15 ottobre la stampa presso la Sala Consiliare del Comune di Mantova insieme a partner e sponsor della manifestazione per gli ultimi aggiornamenti sulla programmazione che sarà dal vivo e in sicurezza, tornando ad animare i luoghi della città, ma prevede anche diversi contenuti extra accessibili online su segninonda.org, la piattaforma gratuita del festival.

Insieme alla Direttrice artistica di Segni, Cristina Cazzola, sono intervenuti l’assessora Chiara Sortino per il Comune di Mantova, Cristina Reggiani, Presidente Comitato Provinciale Unicef di Mantova, Massimiliano Ghizzi, Presidente Gruppo Tea e Mario Anghinoni, Consiliere Fondazione Comunità Mantovana.

La conferenza si è aperta con la proiezione del video promozionale di questa edizione che ha come protagonista il Camaleonte disegnato da Arturo Brachetti, realizzato da Dea Junior e che va in onda nei cinema e in tv, a livello nazionale, segnalando il festival internazionale di teatro e arte dedicato alle nuove generazioni che va in scena a Mantova.

"Un appuntamento atteso da grandi e bambini – ha dichiarato Sortino – ancora più necessario dopo quest’anno difficile. Il Comune sostiene Segni e crede che sia importante ripartire, impegnarsi tutti insieme per garantire a bambini e famiglie di tornare a stare insieme in eventi belli, di qualità e dove godere del bello dell’arte in tutte le sue forme".

A testimonianza della qualità dell’evento il patrocinio di Unicef per il quale era presente in conferenza stampa Cristina Reggiani che ha sottolineato come l’evento abbia questo riconoscimento fin da quando è nato perché in esso si concretizzano molti dei valori che il comitato persegue: “E' uno spazio importante dello stare insieme, non solo tra pari, ma anche insieme alla cultura. E l’animale simbolo di quest’anno, con i suoi colori, sembra ricordarci le icone dell’Agenda 2030 diventando un promemoria che ci dice di darci da fare, tutti, per raggiungere questi obietti e garantire i diritti dei bambini”. L’attenzione e la cura nei confronti degli obiettivi dell’Agenda 2030 sono proprio nel pensiero del festival che inaugura l’edizione 2021 con uno spettacolo dalla tematica ambientale: La Brigadè de Depollution, sostenuto da Gruppo Tea che insieme a Segni si impegna nella sensibilizzazione delle nuove generazioni su sostenibilità e ambiente".

Presenti in conferenza stampa, in rappresentanza degli artisti, anche Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza della compagnia livornese Orto degli Ananassi protagonisti di un pre festival tutto d’eccezione che si sta svolgendo, tra il dal vivo e l’online, nei Comuni dell’Ecomuseo mantovano dove sta andando in scena lo spettacolo Sii Gentile E Abbi Coraggio e un format sperimentale di Caccia al tesoro digitale che vede alcune classi in collegamento su zoom, in diretta con gli attori, e altre connesse su segninonda.org dopo è possibile vedere e rivedere le puntate di questa inedita esplorazione.

Lo spettacolo che sarà dal vivo sabato 16 alle 17, presso il Teatro Frida Kalo di San Giorgio Bigarello e domenica 17 alle 17, presso Teatro Casa del Popolo di Castel D’Ario, sarà visibile anche online su segninonda.org in replica unica domenica alle 18.30. Tra le compagnie presenti al festival 2021 ce n’è anche una del territorio, Carrozzeria Orfeo, nota a livello nazionale, sta per iniziare un tour con più di 100 repliche, e per la quale è intervenuta l’organizzatrice Luisa Supino: “Presentiamo a Segni un progetto sperimentale dal punto di vista dei linguaggi, Dog Days, del collettivo Le Canaglie formato da Massimiliano Setti e dagli illustratori Federico Bassi e Giacomo Trivellini che mescolano musica dal vivo, animazioni, cartoni animati vintage e video game, proponendo tutti questi elementi all’interno della performance come un gioco che affascinerà giovani e meno giovani”.

Al festival di quest’anno sono presenti diversi progetti a cavallo fra teatro e nuove tecnologie, un territorio che va esplorato e che combinato con altri linguaggi può regalare esperienze davvero particolari. Ne è un esempio TxC – Teatro per corrispondenza un kit di teatro da tavolo che comprende oggetti di scena e tre fiabe narrate dalla voce dell’artista, Simone Guerro – ideatore del progetto – da ascoltare, a casa o in luogo a scelta, collegandosi in diretta su segninonda.org, nella data e nell’orario stabilito. Una sorta di spettacolo radiofonico che gli ascoltatori sono invitati a mettere in scena, una trasmissione esclusiva dedicata solo a chi prenota il pacco di TxC (che ha un costo di euro 30,00) presso la biglietteria del festival.

“Praticamente si riceve per posta o si può ritirare da noi, la scenografia di questo spettacolo – spiega Cazzola - in un packaging composto da tre scatole, che poi si può ascoltare e mettere in scena con mamma e papà nella propria casa o ovunque si voglia, basta avere un dispositivo con sé per collegarsi su segninonda.org”.

E ancora si possono fare dalla cucina di casa anche i laboratori di cucina Dolce ad arte, richiedendo il kit di prodotti offerto da Farmo, seguendo i procedimenti dello chef Gianfranco Allari sempre su segninonda.org.

L’invito è di godersi gli spettacoli dal vivo, che sono tanti e per tutte le età – da Corpo lib(e)ro per i piccolissimi fino a Esterina Centovestiti (dai 7 anni), fino agli imperdibile Real women would run in rainproof gear (dagli 8 in su) e On the road – e poi di sperimentare le attività e i contenuti digitali che hanno l’obiettivo di stimolare e arricchire l’esperienza dal vivo, raggiungendo davvero tutti e generando curiosità anche in chi non è un assiduo frequentatore del teatro.


Il programma completo si può scaricare dal sito segnidinfanz.org o consultare sulla piattaforma segninonda.org, nella versione navigabile, giorno per giorno.

Sabato, 16 Ottobre 2021 12:17
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

L'assessore Pedrazzoli con gli organizzatoriL'Associazione Culturale "Mantova Medievale, La Compagnia della Rosa a.d. 1403" per il 17° anno organizzerà l'evento Mantova Medievale che si terrà il sabato 16 e domenica 17 ottobre in piazza Leon Battista Alberti a Mantova. Nell’anno dantesco, questa l'idea dei membri dell’associazione, è di animare le vie della città per poter mostrare alla cittadinanza la vita quotidiana nel XIV secolo secondo una seria ricostruzione fortemente basata sui principi dell’archeologia sperimentale e la metodologia “Touch the past” con cui si possa vivere in prima persona consuetudini, antichi mestieri, abiti e lavori, il tutto basato su studi e ricerca scientifica.

La nuova edizione della manifestazione è stata presentata giovedì 14 ottobre nella sala Consiliare del Comune di Mantova con gli interventi dell’assessore del Comune di Mantova Serena Pedrazzoli, che ha espresso il pieno sostegno di via Roma all'iniziativa in una piazza recentemente ristrutturata, mentre per l’associazione Mantova Medievale-La Compagnia della Rosa ad.1403 hanno parlato il presidente Marcello Bertolini e il tesoriere Sebastiano Formigoni.

Gli organizzatori hanno spiegato che per l’anno 2021 si è voluto dare un taglio differente dalle edizioni passate per evitare di associare l’idea di Medioevo con l’assioma guerresco, che seppur importante, non era che un aspetto della vita quotidiana di una città del Nord Italia, e quindi l’attività principale dell’edizione 2021 sarà la riproduzione dell'antico mercato di Mantova che si sviluppava sui sagrati delle chiese e che si protrae tuttora nelle piazze di Mantova.

Visto il progetto e lo spirito di fondo, piazza Leon Battista Alberti, con la sua nuova sistemazione, è il luogo perfetto per dialogare con l’idea di far immergere la cittadinanza in quello che poteva essere un giorno di mercato e di festa durante il XIV secolo e nel basso medioevo.

Le attività e i mestieri proposti, pertanto vanno a ricalcare quello che si può trovare sia nelle fonti scritte (gli Statuti Bonacolsiani di inizio XIV secolo e negli Statuti Gonzagheschi ordinati da Francesco I Gonzaga nel 1403), come pure nelle fonti pittoriche (affreschi della chiesa di San Francesco a Mantova, oppure in altri materiali (vedi la mostra Archeologia Urbana a Mantova), suddividendosi in corporazioni e sezioni coerenti che, lungo un percorso sempre più immersivo, portano il pubblico ad apprezzare e a conoscere svariati aspetti, anche controversi della vita medievale.


Saranno toccati i seguenti aspetti: il pellegrinaggio, con rievocatori che impersoneranno i pellegrini sulla via di Roma e tutte le figure che ruotano attorno a questo fenomeno della fede e della cultura, il tutto secondo quanto riportato nelle fonti; la produzione di materiale di tutti i giorni, dalla candela agli oggetti in legno; la produzione di testi, con uno scriptorium, la produzione di maglie di ferro, abito della guerra fondamentale il cui uso è citato negli Statuti e oggetto copiato dalle armature delle Grazie presenti al Museo Diocesano; la produzione di oggetti quotidiani quali coltelli, ceramiche, l’orafo, di cui abbiamo ancora il ricordo vivido in “via degli orefici”, la produzione dei panni di lana, il ricamo e la sartoria, la caccia e il rapporto tra l’incolto e il coltivato nella vita di tutti i giorni, il cerusico con lo speziale, il conio di monete mantovane e straniere ricostruite in base a quanto contenuto nella collezione privata del Museo Numismatico Fondazione Bam in contraltare con la prima postazione la baratteria, con i giochi leciti e illeciti secondo gli statuti, a cui si affiancherà anche la forza di polizia, intesa come quanto riportato nelle fonti quale espressione del Signore della Città.

Inoltre sarà ripreso l’aspetto del torneo tra “milites”, ovvero il torneo organizzato per l’addobbamento del cavaliere, passaggio obbligato per la dimostrazione di appartenenza ad una casta, in ossequio alle cronache e alla tradizione riportata in casa Gonzaga e tradotta con il ciclo arturiano delle opere del Pisanello nel Palazzo Ducale.


Oltre a questi aspetti rievocativi, Mantova Medievale edizione 2021, vuole promuovere anche la diffusione della cultura usufruendo della sala delle Capriate dove si terrà sabato 16 alle ottobre alle 16 la presentazione del libro “Mantova 5 cose che so di lei” con il dialogo tra l’autore Giacomo Cecchin e l'editore Nicola Sometti in merito alla cultura medievale e quanto ha lasciato nel quotidiano odierno, mentre domenica 17 ottobre, la sala delle Capriate, ospiterà il dialogo tra il Conservatore delle Armature delle Grazie Alberto Riccadonna e Filippo Vannini, archeologo, oplologo e ricostruttore avente come tema l’originale alla riproduzione, la rievocazione e le differenze con la ricostruzione.

IL PROGRAMMA

Sabato 16

- Alle 14, apertura delle botteghe artigiane e dell’afflusso del pubblico con visite guidate dai rievocatori ai banchi didattici con spiegazione degli antichi mestieri

- Alle 16 presentazione del libro “Mantova 5 cose che so di lei”, dialogo tra l’autore Giacomo Cecchin e l'editore Nicola Sometti

- Spettacolo itinerante dei giullari tra le 15 e le 18

- Alle 18 spettacolo teatrale "Odisseo Ritorno ad Itaca" presentato da Hic Sunt Histriones

- Chiusura della prima giornata dell’evento alle 19,30


Domenica 17

- Apertura evento ore 10

- Torneo della Cervetta (torneo in armi) tra le ore 10 e 12

- Alle 11 la conferenza nella sala delle Capriate “Evoluzione dell'armatura dal 1200 al 1600”, dialogo tra il curatore delle Armature delle Grazie, Alberto Riccadonna e l’archeologo, oplologo e ricostruttore dott. Filippo Vannini.

- Spettacolo itinerante dei giullari tra le 15 e le 18 

- Chiusura evento ore 19

Vista la situazione pandemica, durante l’evento saranno tenute le distanze interpersonali previste dalle norme applicabili. L'accesso sarà garantito solo a possessori di Green Pass e dopo aver espletato le procedure di contact tracing applicabili. Per sicurezza la zona dell’evento avrà un’entrata obbligatoria e un’uscita con un solo senso di percorrenza. I volontari controlleranno l’applicazione della normativa anti-Covid.

Giovedì, 14 Ottobre 2021 16:00
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il sindaco Palazzi e la Giunta a BorgochiesanuovaIl sindaco di Mantova Mattia Palazzi e gli assessori della Giunta, nella sera di mercoledì 13 ottobre, presso l’Arci Tom Benetollo, hanno incontrato i cittadini residenti nel quartiere di Borgochiesanuova. Il primo cittadino ha elencato alcuni lavori realizzati per il quartiere dall’Amministrazione, come il nuovo palazzetto dello sport intitolato a Marco Sguaitzer, sottolineando che sono in programma tanti altri importanti interventi.

L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli ha illustrato, poi, la riqualificazione dei Giardini “Lucio Battisti”. Nello specifico, verranno realizzati nuovi percorsi pedonali di attraversamento dell’area, un gazebo coperto, una nuova area gioco per bambini, attrezzature per lo svago e nuove panchine. Inoltre, verrà realizzata una lunetta per il gioco del basket. Previsti nel progetto anche il rinnovo dell’impianto di irrigazione e l'installazione di 13 punti luce sui nuovi percorsi pedonali. Verranno, poi, messi a dimora 35 nuovi alberi. Il cronoprogramma prevede l'inizio dei lavori a novembre e la fine per la primavera del 2022. L’investimento complessivo è di circa 140mila euro.

Altro importante intervento riguarderà la ciclabile che collegherà il quartiere con Dosso del Corso e la città. Il primo tratto da strada Chiesanuova a via Cremona è praticamente completato, mentre a breve partirà il secondo lotto, da strada Chiesanuova fino alla rotatoria di strada Dosso del Corso.

Tra le opere più importanti in programma, grazie ad un bando ministeriale vinto di oltre 15 milioni di euro, il progetto Pinqua “Qualità dell’abitare” che permetterà la rigenerazione dell'area sud-ovest della città dando il via alla realizzazione di tante opere grazie ad un mix di interventi tra pubblico e privato. “Realizzeremo un nuovo grande plesso scolastico, moderno e completamente attrezzato con palestra – ha detto Martinelli –, nell’area tra strada Chiesanuova e via Rinaldo Mantovano”.

Saranno realizzate 15 classi di scuola primaria e laboratori. “Il nuovo plesso – ha sottolineato l’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Pedrazzoli – metterà insieme le attuali classi delle scuole De Amicis, Don Leoni e Don Minzoni. Sarà un plesso scolastico innovativo, pensato per rispondere alle nuove esigenze della didattica odierna, per accogliere gli studenti, garantire il benessere scolastico, aperto a tutto il quartiere. Una scuola per tutti e di tutti. L'Amministrazione comunale mette in campo questo progetto ambizioso che punta al futuro delle giovani generazioni del territorio”.

L’assessore alla Polizia Locale Iacopo Rebecchi, invece, ha illustrato un progetto di videosorveglianza che prevede l’installazione di 11 nuove telecamere in via Rinaldo Mantovano e 12 in altre strade del quartiere, come ad esempio in via Revere.

Giovedì, 14 Ottobre 2021 15:46
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

TermosifoniIn considerazione del calo delle temperature, da giovedì 14 ottobre nella città di Mantova si potranno accendere i termosifoni che si trovano negli edifici pubblici e privati fino a 7 ore al giorno. Da venerdì 15 ottobre, secondo il decreto che limita l’esercizio degli impianti termici per la climatizzazione invernale, la durata massima di accensione degli impianti si amplia ed è fino a 14 ore giornaliere. I caloriferi potranno rimanere accesi fino al 15 aprile.

Lo stabilisce la normativa nazionale che colloca la provincia di Mantova nella zona E.

Giovedì, 14 Ottobre 2021 13:29
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Scattano le misure di limitazione del traffico e della combustione di legno e altro per contenere l'inquinamento dell'aria. Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, martedì 12 ottobre, ha emesso l'ordinanza, valida fino al 31 dicembre per ora, con cui introduce le misure da adottare nel caso di supero dei 50 microgrammi di Pm10 nell'aria per quattro giorni consecutivi e poi per dieci. Nulla cambia rispetto a quelle già sperimentate lo scorso inverno. Se lo smog perdura per 4 giorni, il martedì e il venerdì successivi ai giorni di controllo fissati il lunedì e il giovedì, scatterà lo stop in città delle auto Euro 4diesel, anche se dotate di fap, dalle 8.30 alle 18.30, il divieto di uso di stufe a legna e di accendere falò. Se lo smog perdura per 10 giorni lo stop ai diesel Euro 4 si estende a tutti i veicoli e il divieto di bruciare legno alle stufe di classe 4 stelle. L'unica novità è che le misure non scattano se le previsioni meteo, nel giorno di controllo e il successivo, sono favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

L'ordinanza "misure temporanee fino al 31 dicembre 2021 per il miglioramento della qualità dell’aria ed il contrasto all’inquinamento locale", prevede le seguenti misure:
a) limitazione all’utilizzo in ambito urbano delle autovetture private di classe emissiva fino ad Euro 4 diesel (anche se dotate di FAP) dalle 8.30 alle 18.30.
Sono mantenute le stesse deroghe ed esclusioni previste dalle limitazioni strutturali invernali, di cui all’allegato 1 della DGR 2055/2018 a partire dal 1° gennaio 2020;
Il divieto di circolazione si applica nell’area del centro abitato di Mantova delimitata perimetralmente dalle strade di seguito elencate: strada Circonvallazione Sud (SP 29) – strada Lago Paiolo – via Nenni – via Bellonci – via Donati – via Parma (SP ex SS 62 della Cisa) – via Brennero (SP 28) – via Sartori (SP 30) – via Ostiglia (SP ex SS 482 Alto Polesana) – viale della Favorita (SP ex SS 236 Goitese) – via Verona – via dei Mulini – via Pitentino – piazza Don Leoni – viale Nuvolari – via Cremona.
In attuazione della DGR VIII/7635 dell’11/07/2008, il divieto di circolazione non si applica ai tratti di collegamento tra le autostrade, le strade di interesse regionale R1 ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici ricadenti all’interno della zona A. Il divieto non si applica, altresì, in viale di Poggio Reale.
b) Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta dal DM 186/2017.
c) Divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc.), di combustioni all’aperto anche relativamente alle deroghe consentite dall’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco;
d) Introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali;
e) Divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
f) Divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe;
g) Invito ai soggetti preposti a introdurre agevolazioni tariffarie sui servizi locali di TPL;
h) Potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

2. Al verificarsi del superamento del limite giornaliero di PM10 di 50 microgrammi/m3 per 10 giorni consecutivi, sulla base della verifica effettuata da ARPA Lombardia nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) sui 10 giorni antecedenti, entreranno in vigore le seguenti misure definite di 2° livello da attivare entro il giorno successivo a quello di controllo (ovvero martedì e venerdì, in aggiunta al divieto delle azioni previste dalle Dgr.
Verranno applicate le seguenti misure, in aggiunta a tutte le prescrizioni e i divieti indicati al precedente punto da a) a h):
a) estensione delle limitazioni per tutti i veicoli di classe emissiva fino ad Euro 4 diesel (anche se dotati di FAP) compreso in ambito urbano nella fascia oraria 8.30-18.30. Le deroghe previste sono le medesime individuate al precedente punto 1 a). Il divieto di circolazione si applica nell’area del centro abitato di Mantova delimitata perimetralmente dalle strade di seguito elencate: strada Circonvallazione Sud (SP 29) – strada Lago Paiolo – via Nenni – via Bellonci – via Donati – via Parma (SP ex SS 62 della Cisa) – via Brennero (SP 28) – via Sartori (SP 30) – via Ostiglia (SP ex SS 482 Alto Polesana) – viale della Favorita (SP ex SS 236 Goitese) – via Verona – via dei Mulini – via Pitentino – piazza Don Leoni – viale Nuvolari – via Cremona.
In attuazione della DGR VIII/7635 dell’11/07/2008, il divieto di circolazione non si applica ai tratti di collegamento tra le autostrade, le strade di interesse regionale R1 ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici ricadenti all’interno della zona A. Il divieto non si applica, altresì, in viale di Poggio Reale
b) Divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta dal DM 186/2017.

3. A seguito di valutazioni condotte da ARPA Lombardia e pubblicate nel suddetto applicativo, sul sito istituzionale di Regione Lombardia, l’entrata in vigore delle misure di 1° e 2° livello è modificata, rispetto a quanto indicato ai rispettivi punti 1) e 2), come segue:
se nelle giornate di controllo di lunedì e giovedì, l'analisi dei dati emessa da ARPA Lombardia evidenziasse una variazione in aumento del livello esistente, ma le previsioni meteorologiche e di qualità dell’aria prevedono per il giorno in corso e per il giorno successivo condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti, il nuovo livello non si attiva e rimane valido il livello in vigore fino alla successiva giornata di controllo, dando adeguata comunicazione ai cittadini mediante il sito internet comunale e comunicati stampa.

Si avvisa che il rientro da un livello di criticità, qualunque esso sia, potrà avvenire nel rispetto delle condizioni già stabilite, e sotto riportate, mediante un controllo quotidiano:
1) la concentrazione del giorno precedente il giorno di controllo è misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m3 e le previsioni meteorologiche e di qualità dell'aria prevedono per il giorno in corso ed il giorno successivo condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti;
2) si osservano due giorni consecutivi di concentrazione misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m3 nei quattro giorni precedenti al giorno di controllo.
Al verificarsi di una delle due condizioni di cui sopra, le misure adottate di 1° e/o di 2° livello sono sospese a partire dal giorno successivo a quello di controllo.
L’ordinanza sindacale è pubblicata all’Albo Pretorio del Comune di Mantova.

 

Mercoledì, 13 Ottobre 2021 09:24
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

E’ partito ufficialmente lunedì 11 ottobre, in forma sperimentale, il nuovo servizio “BiciBus” di Mantova che, per ora, riguarda solamente la linea su due ruote che la collega il quartiere di Cittadella con la scuola media “Alberti” in piazza Seminario.

Per l’inaugurazione ufficiale del nuovo percorso in bici in sicurezza per gli studenti, erano presenti anche gli assessori del Comune di Mantova alla Pubblica istruzione Serena Pedrazzoli e alla Polizia locale e Mobilità sostenibile Iacopo Rebecchi e il tecnico del settore Territorio ed Ambiente Alessandro Gatti. I giovani attualmente iscritti al servizio sono sei (ragazzi di prima, seconda e terza media), i quali saranno accompagnati lungo il tragitto, dal lunedì al venerdì, da alcuni volontari di Fiab, tra cui il presidente Daniele Mattioli, genitori, tecnici comunali e anche due docenti volontari.

“Al pari del Pedibus, il BiciBus o ‘Bike to School’ è un modo sostenibile per andare a scuola – ha detto l’assessore Pedrazzoli –, un ‘autobus a due ruote’, con tragitto di andata e ritorno, lungo percorsi prestabiliti e piste ciclabili, formato da un gruppo di scolari in bicicletta accompagnati da volontari (iscritti Fiab, genitori, docenti). Come per le linee dei veri autobus, i percorsi del BiciBus hanno un capolinea e delle fermate intermedie. La nuova iniziativa, oltre ad essere un momento di aggregazione e socializzazione, è anche un importante esercizio fisico quotidiano per i giovani studenti, che aiuta a rafforza le difese naturali. I bambini imparano così ad essere ancora più responsabili, indipendenti e sicuri”.

Il nuovo servizio è organizzato da Comune di Mantova, Fiab Mantova Aps, Istituto Comprensivo Mantova 1 e Millepiedini Pedibus Mantova.
Ad ogni partecipante è stato consegnato anche un kit di benvenuto al BiciBus che comprende caschetto, borraccia, coprisella e impermeabile.
Per aumentare la visibilità e la sicurezza, tutti i giovani, infatti, indossano un casco, come pure gli accompagnatori che aprono e chiudono la cordata indossando una pettorina colorata e catarifrangente. Sia gli alunni che gli accompagnatori sono coperti da assicurazione RC e infortuni.

 “Questa è un’occasione in più per ridurre il numero di auto davanti alle scuole – ha detto Rebecchi – aumentando la sicurezza e migliorando la qualità e respirabilità dell'aria. Sono infatti molto evidenti le ricadute positive sulla riduzione del traffico in generale e in prossimità delle scuole”. “Si va a scuola in modo sostenibile – ha detto Mattioli –, impiegandoci anche meno tempo che in auto”.

Il progetto in via sperimentale è partito quindi dal quartiere di Cittadella con il seguente percorso in bici: ritrovo e partenza in via San Giovanni Bono dalla scuola Tazzoli alle 7.30, ciclopedonale del ponte dei Mulini, Lungolago Mincio, Piazza Virgiliana, via Cairoli e arrivo all’Istituto "Leon Battista Alberti” alle 7.50 circa. Le bici vengono depositate nel cortile e gli studenti raggiungono il loro ingresso.
Il ritorno prevede la partenza alle 14 circa da piazza Seminario con arrivo a Cittadella alle 14.15 (fermate Canottieri 14.13, panificio di Ponte Rosso alle 14.18 e Colle Aperto 14.20). Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì.

Gli altri percorsi di andata per chi abita a Colle Aperto: ritrovo alle 7.25 nella piazzetta davanti alla chiesa; Ponte Rosso: passaggio alle 7.27 nella piazzetta davanti al panificio; zona Canottieri: passaggio alla darsena all’angolo di via San Giovanni Bono alle 7.32.

“Se i numeri cresceranno – ha sottolineato Pedrazzoli –, la volontà è quella di coinvolgere anche le associazioni di quartiere per trovare ulteriori rinforzi. L’idea è quella di promuovere e sperimentare il servizio in futuro in altre scuole medie, per collegare così in sicurezza i quartieri con la città”.

Per iscrivere i ragazzi al nuovo BiciBus, i genitori devono compilare in ogni sua parte il modulo d’adesione, che è in distribuzione presso le scuole interessate al servizio sperimentale, riconsegnandolo direttamente agli insegnanti.

Infine, si ricorda che da lunedì 4 ottobre è attivo anche il servizio Pedibus per le varie scuole primarie del territorio comunale. Per chi volesse partecipare, sia Pedibus che BiciBus, può contattare il numero telefonico 329 0082890 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Martedì, 12 Ottobre 2021 12:07
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version