Switch to desktop

Quasi 75mila visitatori alla mostra di Chagall, chiusura con il botto In evidenza

Pienone alla apertura straordinaria della mostra di ChagallSi è chiusa con successo domenica 3 febbraio a Mantova la mostra di Marc Chagall, aperta il 4 settembre. Quasi 75mila visitatori hanno varcato la soglia di Palazzo della Ragione per vedere le opere dell’artista bielorusso. “Abbiamo investito su Palazzo della Ragione quasi 2 milioni per realizzare gli impianti, il nuovo pavimento, le nuove luci e i tendaggi, gli affreschi che sono riapparsi in tutta la loro bellezza – ha commentato il sindaco Mattia Palazzi su Facebook -. Volevamo riaprirlo con una nuova sfida: ospitare esposizioni sulle avanguardie del Novecento. E così è nata la mostra di #chagall, creata da Electa apposta per #mantova. Una mostra inedita che ha riportato in Italia, dopo 19 anni, la serie dei teleri che Chagall dipinse nel 1920 per il teatro ebraico. I russi non pensavano che noi riuscissimo a fare tutto in meno di un anno. Ma ci siamo riusciti. La mostra è stata un vero successo: 74.987 ingressi, non contando la folla della sera di domenica 3 febbraio, nell’apertura notturna gratuita per i mantovani”.


L’afflusso dei cittadini mantovani alla apertura gratuita di domenica sera è stato straordinario. Dalle 19.30 a mezzanotte un’ordinata fila di virgiliani ha formato un biscione che dall'ingresso del Palazzo della Ragione arrivava sino alla metà dei portici Broletto, incrementandosi di minuto in minuto. 700 persone erano in attesa di entrare, mentre nel salone al primo piano del palazzo salivano gruppi di 20 persone.


“Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa bellissima impresa per la città – ha proseguito Palazzi - dai settori lavori pubblici e cultura del Comune, a Giovanni Pasetti, l’avvocato Maurizio Alloro, Stefano Benetti, le tante associazioni coinvolte, la comunità ebraica mantovana, le guide, le operatrici e operatori dell’Info Point, Verona 83, Camera di Commercio e le ditte e artigiani che, lavorando anche di notte, hanno rispettato tutti i tempi. È stato rischioso fare la mostra in un palazzo non conosciuto per le mostre, chiuso da due anni. È stata una scelta ambiziosa proporla nei mesi di minor turismo per #mantova, ma l’obiettivo era proprio questo, dimostrare ancora una volta che la cultura promuove partecipazione ed economia per la città. Migliaia di persone sono venute a Mantova per Chagall, ma hanno trovato una città bellissima, pulita e viva. Queste persone torneranno, ma come sempre, dipende da tutti noi, continuare a metterci idee, energia e voglia di fare”.

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version