Switch to desktop
-->

Parco Periurbano

Si estende lungo le sponde dei laghi Superiore, di Mezzo e Inferiore e interessa le aree dalla Valletta di Beliofre fino a Porto Catena in sponda destra e da Cittadella fino a Via Brennero in sponda sinistra, dove inizia la Riserva Naturale della Vallazza.

Una passeggiata lungo le sponde dei laghi vi consentirà di ammirare i bellissimi paesaggi naturali che si sviluppano attorno alla città. Lungo il tratto che va da Porto Catena al Castello di San Giorgio, oltre a spazi verdi dove trascorrere un momento di relax, troverete gli attracchi da cui partire per crociere in motonave. Varie sono le proposte di offerte dalle compagnie di navigazione: da Mantova, navigando lungo il Mincio si arriva, attraverso l’ascensore d’acqua (conca di Governolo), fino al Po e alle città che si trovano lungo il grande fiume.

Oltre il ponte di San Giorgio, lungo la sponda del lago di Mezzo, si trova il Parco della Scienza. "La meraviglia è l'anticamera della conoscenza", questa è la massima di Bacone che ha ispirato l'autore delle attrezzature didattiche del parco, uno spazio che, con una serie di dispositivi interattivi, si propone di avvicinare bambini, giovani e non ad alcune tematiche scientifiche affascinanti. Visitabile gratuitamente tutti i giorni dall'alba al tramonto, il Parco ospita una serie di dispositivi che conducono alla scoperta della scienza nella vita di tutti i giorni. Chi passeggia sul lungolago Mincio potrà dunque misurare l'energia del corpo appoggiando le mani sulla batteria, oppure stupirsi con il tubo dell'eco, il caleidoscopio, le carrucole, i dischi in rotazione. Sarà possibile vivere un'esperienza extraterrestre grazie allo specchio antigravità o sperimentare i paradossi della scienza con il triangolo impossibile, la doppia faccia, il dispositivo dell'ambiguità e delle illusioni, il contrasto successivo. Sul percorso si trovano anche la leva, il disco colore, le voci focalizzate, il girello, l'organo di pan, il giroscopio.

Una volta raggiunta Porta Mulina, al bivio è possibile proseguire a sinistra lungo la sponda ovest del Lago Superiore, per raggiungere, costeggiando l’area della Riserva Naturale Valli del Mincio, prima la Valletta di Belfiore (2 Km) e poi il borgo di Angeli, antico villaggio di pescatori (5 km). A Belfiore si trova il porticciolo da cui partire per piacevoli escursioni naturalistiche in battello sul lago Superiore, per raggiungere il borgo delle Grazie o proseguire fino a Rivalta s/Mincio.

A Porta Mulina, proseguendo in direzione opposta lungo la sponda est del lago Superiore, si raggiunge il quartiere di Cittadella, con la cinquecentesca Porta Giulia, la cui edificazione è stata attribuita a Giulio Romano, e il monumento ad Andreas Hofer, eroe tirolese che ha guidato l’insurrezione antinapoleonica del Tirolo nel 1809 e fucilato a Porta Giulia, dove oggi sorge il parco a lui dedicato.

Da Porta Giulia è possibile continuare il percorso lungo il nuovo tratto che conduce a Sparafucile, sulla riva sinistra del Lago di Mezzo, un tratto particolarmente suggestivo per gli scorci paesaggistici e la ricca vegetazione. Il percorso arriva fino alla Rocca di Sparafucile (non visitabile internamente), parte di una fortificazione tardomedievale che proteggeva il borgo di San Giorgio e che è stata scenografia dell’opera verdiana Rigoletto a Mantova, trasmessa in mondovisione nel 2010.

Attraversando il Ponte di San Giorgio, si può riprendere il tratto ciclo-pedonale che conduce in centro città, per una pausa rilassante in uno dei tanti caffè storici del centro, per una piacevole passeggiata tra le vie cittadine o per una visita ai musei. 

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version