Switch to desktop
News Sportello Unico

Da lunedì 2 ottobre 2017, sullo Sportello Unico Telematico saranno utilizzabili i nuovi moduli, unificati e standardizzati, per presentare segnalazioni, comunicazioni e istanze nell'ambito edilizia, come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale 17/07/2017, n. 10/6894 “Modulistica edilizia unificata e standardizzata: adeguamento alle normative specifiche e di settore di Regione Lombardia dei contenuti informativi dei moduli nazionali per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia di attività edilizia”.
A seguito di questi aggiornamenti, non si potrà più utilizzare la vecchia modulistica né per compilare le istanze di CILA e PDC, né per inviare le pratiche ancora in fase di compilazione.

 

Martedì, 19 Settembre 2017 11:03
Pubblicato in Edilizia
Leggi tutto...

Con legge 124 del 4.8.2017 (legge per la concorrenza) è stato “sostituito” il comma 5 dell’art. 6 del DPR 380/2001 (già abrogato dal D. Lgs. 222/2016), per cui a partire dal 29 agosto (entrata in vigore della norma) chi effettua interventi di edilizia libera, dove necessario per legge, deve presentare la pratica per l'aggiornamento catastale all'Agenzia delle Entrate territorialmente competente entro 30 giorni dal verificarsi delle modifiche. Si tratta di un obbligo che vale per l'intero elenco degli interventi di edilizia libera, così come modificato recentemente dal decreto cosiddetto "Scia 2" (DLgs 222 del 2016), ovvero:

Gli interventi di edilizia libera - articolo 6 del Tu Edilizia (modificato dal decreto Scia 2)
a) gli interventi di manutenzione ordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera a);
a-bis) gli interventi di installazione delle pompe di calore aria-aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 Kw;
b) gli interventi volti all'eliminazione di barriere architettoniche che non comportino la realizzazione di ascensori esterni, ovvero di manufatti che alterino la sagoma dell'edificio;
c) le opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico, ad esclusione di attività di ricerca di idrocarburi, e che siano eseguite in aree esterne al centro edificato;
d) i movimenti di terra strettamente pertinenti all'esercizio dell'attività agricola e le pratiche agro-silvo-pastorali, compresi gli interventi su impianti idraulici agrari;
e) le serre mobili stagionali, sprovviste di strutture in muratura, funzionali allo svolgimento dell'attività agricola.
e-bis) le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni, previa comunicazione di avvio lavori all'amministrazione comunale;
e-ter) le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l'indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
e-quater) i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
e-quinquies) le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Vengono, inoltre, fissate delle disposizioni transitorie per disciplinare l'aggiornamento degli atti catastali per alcune tipologie di opere, già attivate all'entrata in vigore della legge In particolare, nel caso in cui siano stati già avviati interventi edilizi prima del 29 agosto 2017, il possessore degli immobili provvede, ove necessario, agli atti di aggiornamento catastale, entro sei mesi (computati a partire dal 29 agosto), altrimenti scattano le sanzioni che l’Agenzia delle Entrate provvederà direttamente ad applicare. Tali misure transitorie valgono per gli interventi che erano elencati all'articolo 6, comma 5 del Tu Edilizia, nella versione precedente all'entrata in vigore della legge sulla concorrenza, ovvero:

Interventi richiamati dal comma 5 dell'articolo 6 del Tu Edilizia, in base al testo in vigore precedentemente alle modifiche apportate al Dpr 380/2001 dal decreto "Scia 2"
a) gli interventi di manutenzione straordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), ivi compresa l'apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell'edificio;
b) le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
c) le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l'indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
d) i pannelli solari, fotovoltaici a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
e) le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.
e-bis) le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d'impresa, sempre che non riguardino le parti strutturali, ovvero le modifiche della destinazione d'uso dei locali adibiti ad esercizio d'impresa.

Venerdì, 15 Settembre 2017 12:44
Pubblicato in Edilizia
Leggi tutto...

Si informa che il Front Office dello Sportello Unico per le Imprese e i Cittadini resterà chiuso al pubblico nella giornata di

GIOVEDI' 14 SETTEMBRE 2017

Gli incontri con i tecnici si svolgeranno regolarmente su appuntamento

Per urgenze rivolgersi al numero 0376/3456 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO ARRECATO

Lunedì, 11 Settembre 2017 11:04
Leggi tutto...

Si comunica che:

- è sempre possibile utilizzare la SCIA per le ristrutturazioni c.d. “pesanti” di cui all’art. 10, comma 1, lett. a) del medesimo DPR 380/2001 (ovvero “gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d’uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni”);

- allo stato attuale non è possibile utilizzare la SCIA per nuove costruzioni in esecuzione di strumento urbanistico attuativo, a meno che nella delibera di approvazione – ovvero in una eventuale delibera di ricognizione dei piani vigenti- non venga esplicitamente dichiarata la sussistenza di precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive;

- al momento, non sussistono le condizioni per poter ricorrere a SCIA per nuove costruzioni in esecuzione di strumento urbanistico generale in quanto il vigente PGT non reca precise disposizioni plano-volumetriche per ogni ambito.

Venerdì, 01 Settembre 2017 09:31
Pubblicato in Edilizia
Leggi tutto...

Si informa che il Front Office dello Sportello Unico per le Imprese e i Cittadini resterà chiuso al pubblico nelle giornate di

GIOVEDI' 31 AGOSTO e MARTEDI' 5 SETTEMBRE 2017

Gli incontri con i tecnici si svolgeranno regolarmente su appuntamento

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO ARRECATO

Venerdì, 25 Agosto 2017 13:06
Leggi tutto...

Si informa che giovedì 7 settembre, in occasione dello svolgimento dell’edizione 2017 del Festivaletteratura, il mercato sarà temporaneamente spostato in piazzale Montelungo.

Per quanto riguarda le giornate di giovedì 24 e 31 agosto, alcuni banchi solitamente posizionati in piazza Sordello saranno collocati in via Cavour e Piazza Virgiliana. Il resto del mercato non subirà variazioni.

Per le informazioni per gli operatori del mercato consultare il sito Suap Grande Mantova

Mercoledì, 23 Agosto 2017 09:20
Leggi tutto...

Si informa l'utenza che a partire dal 16 di agosto 2017 non verranno più accettate le dichiarazioni di conformità degli impianti in formato cartaceo allo sportello. Da tale data sarà possibile inviarle in formato digitale all'indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Giovedì, 03 Agosto 2017 18:30
Pubblicato in Edilizia
Leggi tutto...

Gli imprenditori che intendono investire in un'attività nel centro storico di Mantova, potranno usufruire di agevolazioni fino a € 7.500, a fronte di cofinanziamento di uguale importo, per riaprire i negozi con le saracinesche abbassate ( devono essere sfitti almeno dal 31 dicembre 2016). E' quanto previsto dal Bando sto@2020 indetto da Regione Lombardia per sostenere gli operatori commerciali che vogliono aprire attività nei centri cittadini. Mantova è uno dei Comuni vincitori, con il Progetto "Mantova opening soon" realizzato con il partenariato di Regione, Camera di Commercio, Confesercenti e Confcommercio.

E' una nuova opportunità per rilanciare e sostenere lo sviluppo del centro storico, incrementando i risultati registrati nei primi mesi di quest'anno con un saldo positivo (+4) tra aperture e chiusure di attività.

Possono partecipare al bando micro, piccole e medie imprese, anche costituite in forma di impresa cooperativa o aggregazioni di imprese che stabiliscono la sede operativa all'interno del Distretto Urbano del Commercio di Mantova.

Gli interventi oggetto di agevolazioni riguardano i costi di insediamento dell'attività imprenditoriale in spazi sfitti a destinazione commerciale, artigianale e terziaria, e gli investimenti realizzati presso la sede operativa, adibita allo svolgimento dell'attività.

Le domande possono essere presentate dal 15 luglio al 31 dicembre 2017 presso la Camera di Commercio di Mantova e verranno valutate in ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento dei fondi.

Sul sito della Camera di Commercio è possibile trovare tutte le informazioni utili e scaricare il bando.

Martedì, 04 Luglio 2017 08:32
Pubblicato in Attività Produttive
Leggi tutto...

 

 Il 22 maggio 2017 è stato approvato il "Regolamento per l'attuazione di interventi a sostegno delle attività commerciali ed artigianali ubicate in zone precluse al traffico per la realizzazione di opere pubbliche" (DCC n.21 del 22.05.2017, in attuazione della Legge n. 549/1995)

 Il regolamento prevede la possibilità di chiedere agevolazioni relativamente alla Tassa Rifiuti (TARI) e al Canone di Occupazione Spazi e Aree Pubbliche (COSAP), per le attività commerciali, artigianali o assimilate, che abbiano l'unico punto di ingresso della clientela sulla strada/piazza direttamente interessata dalle limitazioni del traffico a causa di cantieri per opere pubbliche della durata superiore a 6 mesi.

Per ottenere le agevolazioni previste va inviata, via mail o pec, allo Sportello Unico del Comune di Mantova, la richiesta di certificazione mediante il modulo EA-CERT debitamente compilato e firmato digitalmente (o con firma autografa e allegata copia del documento d'identità). Tale modulo va trasmesso entro 60 gg dall'emissione del provvedimento di limitazione/restrizione del traffico o, in fase di prima applicazione, per i cantieri già esistenti, entro 60 gg dall'approvazione del Regolamento suddetto (22.05.17)

L'agevolazione relativa alla TARI viene applicata dal Gestore (TEA) al quale va consegnata la certificazione rilasciata dallo Sportello Unico.

L'agevolazione relativa alla COSAP viene applicata direttamente dal Comune di Mantova, settore Sportello Unico.

Per informazioni più dettagliate e per scaricare il modulo, vedi gli allegati qui sotto, o chiama il call center 0376/3456.

Lunedì, 19 Giugno 2017 14:55
Leggi tutto...

Visto il Decreto Regione Lombardia 4733 del 27/04/2017, viene prorogata per 6 mesi a partire dal 4 maggio 2017 la possibilità di presentare i Depositi Sismici o le richieste di autorizzazione per sopraelevazione in zona sismica, sia in formato elettronico, tramite lo Sportello Unico Telematico o il portale MUTA, sia in forma cartacea.

Lunedì, 08 Maggio 2017 11:50
Pubblicato in Edilizia
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version