Comune Mantova

Switch to desktop

News dal Comune

La Polizia Locale di Mantova, nella mattina di sabato 18 gennaio, presso il Comando di viale Fiume 8, ha presentato in una conferenza stampa l’attività svolta nel 2019.
I dati del Report sono stati illustrati dall’assessore alla Polizia Locale del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi, dal comandante Paolo Perantoni e dal vice Luigi Marcone.

Il Report 2019

 

 

Sabato, 18 Gennaio 2020 12:55
Pubblicato in Polizia locale
Leggi tutto...

Il logo della BiennaleNel mese di marzo del 2020 Mantova ospiterà la prima edizione della Biennale della Fotografia Femminile, ideata dall’Associazione la Papessa e con la direzione artistica di Alessia Locatelli; un evento unico al mondo, che porterà in città a partire dal 5 marzo mostre di grandi fotografe italiane e internazionali, talk, letture di portfolio, workshop, proiezioni e residenze artistiche.

Il programma è stato illustrato giovedì 16 gennaio nella sede del Comune di Mantova dal consigliere delegato per la cultura Comune di Mantova Giovanni Pasetti, per l’associazione La Papessa da Anna Volpi, dal direttore artistico Bff Alessia Locatelli e l’Italian Photo Award Cecilia Pratizzoli.

In una società in cui ancora non esiste una piena parità di genere e la cui storia è spesso raccontata da occhi maschili, la fotografia femminile è poco rappresentata e spesso stereotipata e la Biennale è l’occasione per dare la giusta visibilità a importanti progetti di eccezionali fotografe da tutto il mondo.

Grazie al supporto e al Patrocinio del Comune di Mantova e al Patrocinio della Provincia di Mantova la Biennale avrà luogo in location talvolta chiuse al pubblico e in luoghi storici permettendo così di scoprire la città attraverso punti di vista diversi dall’ordinario. Il tema di questa prima edizione è il lavoro, un tema quanto mai attuale e scottante, che riguarda tutti, al di là del genere, ma un tema particolarmente delicato se declinato al femminile; la Biennale ha quindi, tra gli altri, lo scopo di veicolare messaggi di uguaglianza attraverso la fotografia.

La professione fotografica è una delle industrie che vede una maggioranza di uomini tra le sue file, anche se negli ultimi anni numerose fotografe sono salite alla ribalta del grande pubblico dimostrando di avere dalla loro forza, ingegno e sensibilità per affrontare tematiche anche forti e crude.

Le fotografe invitate a questa prima edizione della Biennale sono le seguenti.

Rena Effendi
Transylvania: built on grass
Fotografa e documentarista originaria dell’Azerbaijan, con la fotogra!a indaga l’umano, le persone e la cultura in contesti di ingiustizia sociale, conflitto e sfruttamento. Transylvania: built on grass è un colorato scorcio di vita nelle remote campagne della Romania.


Sandra Hoyn
Fighting for a Pittance
Fotografa tedesca, inizia la sua carriera nel 2005 come fotogiornalista per riviste ed Ong a cui affianca progetti personali focalizzati sul sociale, sui diritti umani e sull’ambiente. A Mantova propone un crudo documentario fotografico sulla boxe infantile praticata in Tailandia: una serie di immagini in bianco e nero che documentano la durezza dei combattimenti minorili di boxe e lo sfruttamento ad essi connessi. Le foto mostrano non solo la violenza del ring, ma anche la pressione psicologica che va di pari passo con la competizione sfrenata. Bambini e bambine si allenano portando il loro corpo e la loro mente al limite, mentre vestono gli abiti di lottatori adulti.

Annalisa Natali Murri
Cinderellas
Fotografa freelance italiana, dopo il diploma alla scuola di fotografia architettonica ed urbana ed una laurea in ingegneria, avvia una serie di progetti personali e documentaristici, ispirati a questioni sociali ed alle loro conseguenze psicologiche. Alla Biennale porta un intenso lavoro sulle Hijras transessuali del Bangladesh, un tempo venerate e rispettate per la loro appartenenza al “terzo genere”, oggigiorno queste donne transgender soffrono invece gravi situazioni di povertà e negazioni di diritti, trovandosi costrette a prostituirsi per sopravvivere. Ma non è la tragedia di queste discriminazioni che ci viene mostrata nelle immagini in bianco e nero di Murri. Il suo ritratto delle Hijiras è piuttosto un incontro intimo, silenzioso e profondamente rispettoso.


Claudia Corrent
Vorrei
Bolzanina con una passione per la fotografia sin da giovanissima, studia filosofia, approfondendo simultaneamente l’aspetto comunicativo ed estetico dell’immagine. Cogliere il Genius loci paesaggistico è la sua missione principale. Esplorando il concetto di “vita laburista”, i dittici del progetto "Vorrei" ritraggono adolescenti studenti di una scuola professionale.

Daro Sulakauri
!e Black Gold"
Studia cinema e fotografia a Tbilisi, in Georgia, per poi diplomarsi in fotogiornalismo documentaristico all’Icp di New York. The Black Gold ci porta nel vivo delle condizioni lavorative dei minatori georgiani di Chiatura: ogni giorno gli uomini si avviano verso le miniere, lavorando in condizioni durissime e pericolose per 8-12 ore al giorno per un salario di 270 dollari. Il progetto è accompagnato da un’installazione video.

Nausicaa Giulia Bianchi
Women Priests Project"
Fotografa documentarista profondamente orientata sui temi della spiritualità legata al femminile e al divino. Il suo lavoro documenta la missione di “disobbedienza”, rinnovamento e spiritualità condotta dalle donne prete.

Eliza Bennett
A Woman’s work is never done
Autrice inglese con un Master of Fine Arts alla London Art School porta un progetto sul ricamo che è tradizionalmente associato all’idea di lavoro femminile, inteso come opera minuziosa e agile, distante dalla fatica fisica del lavoro maschile. Eliza Bennet utilizza lo strato superiore della sua pelle come tessuto da ricamo sovvertendo così la contrapposizione tra lavoro maschile e femminile. Attraverso l’uso di una tecnica considerata femminile, l’artista restituisce l’immagine rappresentativa delle mani di donne impiegate in occupazioni ancillari e invisibili alla società, mostrando come il lavoro delle donne sia ben lungi dall’essere facile e leggero. Il suo progetto prevede un’installazione video.

Erika Larsen
Quinhagak. Works between 2015-2019
Fotografa e narratrice statunitense è molto nota per i suoi saggi. Documenta le culture che mantengono stretti legami con la natura “dove il paesaggio è estremamente importante per le persone”. Le sue opere sono esposte in mostre monogra!che e collettive in gallerie di New York, Washington, Phoenix, Los Angeles, Mosca, Barcellona, Bologna e molte altre città. Il lavoro che porta è ambientato a Quinhagak, la quale si trova sul fiume Kanektok sulla riva est della baia di Kuskokwim, meno di un miglio dalla costa del Mare di Bering in Alaska, dove Larsen è tornata regolarmente durante gli ultimi quattro anni. Le immagini prodotte sono note del tempo che ha trascorso in questi luoghi, un tempo - parte di una storia collettiva - che, sommandosi, forma un’unione di tempi sovrapposti.

Betty Colombo
La Riparazione, progetto realizzato con Save the Planet e Canon.
Classe 1975, è una fotoreporter italiana che lavora con le principali testate giornalistiche italiane e straniere occupandosi prevalentemente di reportage di viaggio e attualità. Il rapporto tra uomo e natura è qualcosa di controverso e stupefacente. La Terra cambia, un po’ per sé stessa e molto a causa nostra. Ma il pianeta sa muoversi per auto-ripararsi e così cerca di fare l’uomo. L’uomo distrugge il pianeta e poi lo cura, entrambi si feriscono a vicenda per poi aggiustarsi.
Questo lavoro parla di riparazione; riparare il guasto per conservare al posto di cambiare. Quattro !nestre su altrettanti momenti in cui l’uomo e la natura cercano un dialogo per la salvezza comune.Quattro serie raccontano un territorio colpito da un incendio, un trapianto di polmoni, il salvataggio di un animale, un intervento di chirurgia plastica a seguito di un’ustione.

Palazzo Te nello spazio del Giardino Segreto ospiterà la proiezione dei lavori di Maria Grazia Beruffi Chinese Whispers e Claudia Amatruda Naiade, la prima e la seconda classificata del Premio Musa 2019. Il premio è dedicato alla produzione di portfolio fotografici ed è rivolto a tutte le fotografe (donne), senza nessuna distinzione tra amatrici e professioniste. L’ambito del premio è rivolto alla fotogra!a italiana femminile, possono partecipare fotografe, senza limitazioni relativi al linguaggio scelto, che vivono sul territorio italiano.

Aldeide Delgado
La nuova donna: narrazioni di genere nello sviluppo della fotografia cubana
Storica dell’arte e curatrice cura una collettiva di sei artiste le cui fotografie ci danno un assaggio di diverse storie attraversate dalle tematiche di genere. La mostra è parte delle attività di promozione del Women Photographers International Archive (Wopha), un’organizzazione emergente dedicata alla ricerca, alla promozione, al supporto e all’educazione sul tema del ruolo della donna e di coloro che si identi!cano come tali, in fotografia.

E infine la mostra La Fatica delle Donne, dalla Collezione Donata Pizzi composta interamente da lavori di fotografe italiane, dal 1965 ad oggi.

La Biennale avrà anche un circuito Off grazie alla open call che ha ricevuto 117 proposte di partecipazione da tutto il mondo. Dieci fotografe sono state selezionate per essere messe in mostra in un circuito off allestito in locali pubblici nel centro di Mantova. Tre fotografe vinceranno premi dati da Vice Italia (pubblicazione), Fotofabbrica (buono stampe) e R84 Mutlifactory Mantova in collaborazione con Studio Meraki, Studio d’arte Galana e Federica Bottoli (residenza artistica con produzione di una mostra).

La Biennale della Fotografia Femminile già da questa prima edizione si avvale di collaborazioni prestigiose con partner quali LifeGate, Fujifilm Italia, Moak, il premio Musa e l’Italy Photo Award.

LifeGate e Fujifilm Italia sosterranno la comunicazione della Bbf attraverso i social media e con alcuni passaggi radiofonici; Moak, che da alcuni anni promuove il concorso internazionale di fotogra!a Fuori Fuoco e condivide con la Bbf la passione per le arti visive, sarà invece presente all’inaugurazione e durante l’intera durata dell’evento con il suo punto caffè.

Infine i premi: il Premio Musa proietterà durante la Biennale le prime due opere vincitrici della prima edizione del concorso, mentre la collaborazione con l’Italy Photo Award ci consentirà di far partecipare i due migliori portfolio selezionati durante le letture al premio nazionale.

La Biennale della Fotografia Femminile promette dunque di diventare un evento imperdibile per chi ama l’arte e la fotografia e per tutti coloro che desiderano “aprire gli occhi” su quanto sta succedendo oggi nel mondo grazie alla visione di grandi autrici, interpreti della realtà.

Per avere altre informazioni clicca qui.

Venerdì, 17 Gennaio 2020 19:01
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Il nuovo ponte ciclopedonale di Porto Catena è finalmente realtà. Per festeggiare la realizzazione dell’importante struttura, domenica 19 gennaio si terrà un evento inaugurale con una “biciclettata” aperta a tutta la cittadinanza.

Il ritrovo è alle 11.30 in piazza Anconetta dove saranno presenti, tra gli altri, il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, il presidente del Parco del Mincio Maurizio Pellizzer e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli. Da qui ci si sposterà sul ponte ciclopedonale di Catena per il taglio del nastro. Dopodiché tutti i presenti potranno attraversarlo sulle note dell’accompagnamento musicale della Banda Città di Mantova che sfilerà sul ponte suonando.

Poi gli interventi delle autorità locali. Infine un buffet aperto a tutti per brindare alla nuova opera. “Invito i cittadini a partecipare alla biciclettata per inaugurare insieme il nuovo ponte a Porto Catena” ha detto Palazzi.

Venerdì, 17 Gennaio 2020 12:10
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

2020 007Numero di riferimento: 007/2020

Data ritrovamento: 13 gennaio 2020

Tipo velocipede: uomo

Telaio: classico

Marca Modello: Gitan

Colore: oro

Venerdì, 17 Gennaio 2020 12:03
Leggi tutto...

2020 004Numero di riferimento: 004/2020

Data ritrovamento: 09 gennaio 2020

Tipo velocipede: uomo

Telaio: city bike

Marca Modello: Regina mod. e-motion 972

Colore: grigio

Venerdì, 17 Gennaio 2020 12:00
Leggi tutto...

Particolare della locandinaL’Assessorato alle Politiche per la Famiglia e Genitorialità del Comune di Mantova ha organizzato – in collaborazione con “Verso di me” - una serie di laboratori. Lo strumento della formazione laboratoriale permetterà il pieno coinvolgimento emotivo dei partecipanti, favorendo anche un confronto attivo con il gruppo.

I laboratori utilizzeranno il linguaggio dell’arte per migliorare l’approccio alla genitorialità. Il primo dei sei appuntamenti in programma è in agenda sabato 18 gennaio dalle 9,30 alle 12,30 nello spazio Te di Palazzo Te. Informazioni e iscrizioni: 346 2111946.

Mercoledì, 15 Gennaio 2020 17:55
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Si inaugura sabato 18 gennaio alle 17.00 la personale Ritratti di viaggio di Nicola Biondani nella cornice di Casa di Rigoletto, presentata da Vincenzo Denti. La mostra patrocinata dal Comune di Mantova e realizzata in collaborazione con Studio Hombra è curata da Giovanni Pasetti e si annuncia come straordinaria, per la presenza di oltre una dozzina di sculture in terracotta policroma che raccontano la molteplicità e la diversità dei viaggiatori sedentari, protagonisti del percorso di ricerca che negli ultimi anni ha caratterizzato l’opera di Biondani.
Come scrive in catalogo Giovanni Pasetti: “[…] Acrobati infatti sono questi Ritratti di viaggio. Nella varietà estrema di forme suggeriscono l’alterità silente che abita in ciascuno. Ogni modello mostra la propria identità spiegazzata e immersa nei panni di una vita che non appartiene a nessuno, se non per caso. E la somma delle specifiche attribuite ad ogni soggetto di questa avventura perenne si materializza infine in un coro estremo di voci sommesse, capaci di trasmettere molto più di una semplice invocazione”.
Sempre Pasetti ricorda di Biondani il recente incarico “di modellare l’aspetto sensibile dell’Arlecchino d’Oro, il premio prestigioso” quest’anno conferito a Ennio Morricone. L’esito è stato esaltante per l’attualizzazione che lo scultore ha dato alla Maschera posizionandola beffardamente sulla poltrona.
Ciò che lo spettatore scoprirà visitando la mostra sarà una varia umanità assorta nei propri pensieri e diretta con lo sguardo verso territori immaginari. Come scrive Pasetti “[…] i colori aggiungono grazia, giocando su toni solo per un istante spenti, che invece si infiammano per completare un gesto qualsiasi, eppure tanto ricco di conseguenze per questi attori smarriti che si ritrovano solitari sulla scena dell’universo”.
Il catalogo edito da Edprint presenta oltre ai testi del sindaco Mattia Palazzi e Giovanni Pasetti, quello di Elisabetta Pozzetti e le fotografie di Giuseppe Gradella.
La mostra sarà visitabile fino al 1° marzo 2020.

 

in collaborazione con
Studio Hombra

orari
tutti i giorni 9-18
ingresso libero

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 340 2201936

catalogo
Edprint

testi di
Mattia Palazzi
Giovanni Pasetti
Elisabetta Pozzetti

fotografie
Giuseppe Gradella

grafica inviti-manifesti
Giuseppe Luzzi

Lunedì, 13 Gennaio 2020 16:45
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

progetto innovateNegli ultimi anni città, metropoli e regioni, e sempre di più anche aziende private, hanno sviluppato e testato soluzioni per motivare proprietari di casa a realizzare progetti di riqualificazione energetica.

Lunedì, 23 Dicembre 2019 16:29
Pubblicato in News ed Eventi Innovate
Leggi tutto...

I protagonisti della conferenza stampa“La casa è un bene primario di assoluta importanza. Abbiamo messo in atto molti interventi, senza considerare i lavori per il recupero di alloggi da tempo inutilizzati”. A dirlo è stato l'assessore al Diritto alla Casa Nicola Martinelli alla conferenza stampa che si è tenuta nella sede del Comune di Mantova giovedì 19 dicembre. Accanto a lui sono intervenuti il responsabile dell’area servizi abitativi di Aster Davide Oneda e Ester Marano, sempre di Aster, Angelo Panna e Maurizio Albertoni dell’ufficio casa del Comune.

Nel mantovano ci sono circa 2000 alloggi di edilizia popolare dell’Aler, 450 quelli di proprietà del Comune di Mantova. Sono 400 sono le persone che hanno fatto domanda per una casa dopo l’uscita dell’ultimo bando. Nel 2019 l’Amministrazione di via Roma, con il suo Ufficio casa e Aster, che gestisce i servizi abitativi in città, si sono impegnati anche sul fronte delle risorse. Sono stati evitati 55 sfratti – quindi sono stati completati i pagamenti – e rinviati altri 120, centomila euro solo per gli sfratti degli inquilini Aler. Ma le risorse totali per le politiche abitative erogate nel 2019 sono state oltre 448 mila euro di cui hanno usufruito 348 famiglie. Sono stati 70 gli alloggi assegnati, 26 quelli temporanei.

Venerdì, 20 Dicembre 2019 17:21
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Come sarà il CentroIl “magone" di Colle Aperto sarà demolito e al suo posto sorgerà un nuovo Centro polifunzionale, rendendo più bella, utile e sicura l'area. Lo studio di fattibilità approvato dalla Giunta Palazzi mette la parola fine ad una situazione di degrado che si è protratta per decenni e che finalmente vedrà al suo posto il sorgere di un centro che sarà il cuore di molte attività per le famiglie, i giovani e gli anziani del quartiere e non solo.

“In cinque anni – ha commentato il sindaco Mattia Palazzi - stiamo buttando giù il degrado che da venti o trent’anni rovina intere aree dei quartieri. Al suo posto faremo un centro polifunzionale per le famiglie, i giovani, gli anziani del quartiere rendendo quell’area più bella, utile e sicura”.

L’edificio, più noto ai residenti come magone, è nato per ospitare attività del settore terziario ma non è mai stato completato finendo in stato di totale abbandono.
Il nuovo Centro sarà destinato ad attività ludico ricreative per anziani, ma anche attività sportive rivolte a tutti essendo concepito come spazio polivalente che si presta a svolgere numerose funzioni.
Ci sarà la cucina e un’area per le feste esterna attrezzata. Gli spazi di aggregazione saranno al primo piano, mentre le aree ludiche saranno al piano terra all’aperto. I lavori costeranno 1 milione e 800 mila euro.

L’opera sarà inserita nel programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022 del Comune di Mantova e vedrà l’inizio lavori nel 2020.

“E’ una vicenda che ha una storia lunga e che finalmente trova uno sbocco positivo – hanno sottolineato gli assessori ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli e al Welfare Andrea Caprini –. Il centro commerciale ha avuto la licenza di costruire nell’ormai lontano 1989, ben trent’anni fa, prima per attività commerciali e poi residenziali. L’immobile, tuttavia, non ha mai trovato una destinazione ed è stato abbandonato al degrado. Il Comune di Mantova si è impegnato a fare le varianti necessarie e ad espropriare il diritto di superficie alla società proprietaria ed ora siamo pronti ad abbattere l’immobile. Era inaccettabile la presenza di un edificio enorme in quelle condizioni, nel cuore di Colle Aperto, fatiscente e abbandonato. Grazie alla nostra determinazione e alla collaborazione delle associazioni e dei cittadini del quartiere siamo riusciti ad ottenere un grande obbiettivo”.

Come sarà il Centro

Com'è adesso

Giovedì, 19 Dicembre 2019 14:42
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La scuola Don TazzoliHanno preso il via i lavori per la ristrutturazione riguardante il miglioramento sismico della scuola primaria Don Tazzoli a Cittadella che ha sede in via San Giovanni Bono 1 a Cittadella. Martedì 17 dicembre i lavori sono stati consegnati alla ditta Eredi Montani Corrado sas.

Per realizzare l’intervento sono stati investiti 350mila euro, 262mila sono arrivati dal Miur (il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca), la parte rimanente è stata finanziata dalle casse del Comune di Mantova. Sono previste le opere esterne che serviranno per il consolidamento strutturale della copertura con il doppio tavolato ligneo e la carpenteria metallica, la revisione del manto di copertura, il rimescolamento dei marsigliesi con la posa della guaina impermeabile, l’isolamento termico della copertura e la coibentazione, la battitura e il rifacimento degli intonaci, il trattamento delle superfici lapidee e dei prospetti esterni, la tinteggiatura generale, il restauro dei portoni, la riqualificazione della recinzione, dei muretti e delle cancellate. Gli interventi riguarderanno anche le parti interne dei locali con la tinteggiatura e il rinnovo dei serramenti. I lavori saranno ultimati entro aprile del 2020.

“Sono molto contento per l’avvio di questi lavori – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli -, non solo perché lo facciamo su una scuola che da anni richiedeva interventi urgenti di manutenzione straordinaria, ma anche perché la scuola Tazzoli svolge un ruolo importante per la vita e le prospettive future del quartiere di Cittadella. Farò il possibile per soddisfare ulteriori richieste di migliorie che dovrebbero pervenire dal corpo docente della scuola, con l'obiettivo di rendere sempre più funzionali e belli gli spazi interni frequentati dai bambini”.

Mercoledì, 18 Dicembre 2019 17:58
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

apartments 924786 640Il Comune di Mantova, rappresentato dal Settore Ambiente e dell’Ufficio Progetti Europei, è intervenuto al workshop “Achieving a low carbon pathway in Southern European countries through ambitious Energy and Climate Plans”

Giovedì, 31 Ottobre 2019 00:00
Pubblicato in News ed Eventi Innovate
Leggi tutto...

La presentazione in ComuneMantova da tempo aderisce al progetto per il recupero dei farmaci validi non scaduti promosso dalla Fondazione Banco Farmaceutico. Il progetto favorisce la donazione da parte dei cittadini dei medicinali di cui non hanno più bisogno: all'interno delle farmacie che aderiscono all'iniziativa, sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui ognuno, assistito dal farmacista che garantisce la correttezza dell'operazione, può lasciare i farmaci, sapendo che verranno successivamente consegnati agli enti assistenziali convenzionati con Banco Farmaceutico.

Lunedì 9 dicembre, in sala Bonaffini del Municipio, è stato rinnovato il protocollo d'intesa per la raccolta dei medicinali con le firme dell'assessore comunale al Welfare Andrea Caprini, del presidente di Federfarma e delegato del presidente dell'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Mantova Giuseppe Fornasa, del direttore generale di Aspef Eugenia Ascari, del delegato del presidente di Farmacie Mantovane Cristiano Torresani e del rappresentante territoriale di Fondazione Banco Farmaceutico onlus Antonella Fada.

“L'accordo ora è stabile – ha commentato l'assessore al Welfare del Comune di Mantova Andrea Caprini -. Si tratta di uno strumento che si è rivelato efficace nel contrasto alla povertà sanitaria. Da parte di molti c'è ancora difficoltà a capire quanto sia importante non trascurare la salute, senza dimenticare le fasce di popolazione in difficoltà”.

Mercoledì, 11 Dicembre 2019 15:19
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Numero di riferimento: 143

Data ritrovamento: 03 dicembre 2019

Tipo velocipede: donna

Telaio: classico

Marca Modello: Bianchi

Colore: grigio

Martedì, 10 Dicembre 2019 13:46
Leggi tutto...

Il citybinDa lunedì 9 dicembre si estende il servizio di raccolta differenziata con i citybin nel centro storico. Cuna ordinanza firmata mercoledì 4 dicembre dal sindaco Mattia Palazzi, Tea Ambiente organizza il servizio di raccolta differenziata mista in alcune aree del centro storico. La pianificazione elaborata dal ramo ambientale della Tea prevede l'inclusione di alcune aree contigue alla Zona A, e in particolare delle vie incluse nell'area tra piazza Arche e via Fondamenta, a sinistra di via Pomponazzo, fino al lungolago Gonzaga.

Sarà estesa anche l'area di utenza di Galleria Ferri, parte di corso della Libertà e parte di piazza Cavallotti, via Marangoni, via Scarsellini, piazza San Francesco sinora escluse dal conferimento del citybin di via Grazioli. In queste ultime vie, il servizio di raccolta tramite citybin, limitate ad alcune tipologie di rifiuto, godrà della novità sostanziale di un nuovo impianto di raccolta in piazza San Giovanni. Un’altra postazione di "citybin" verrà posizionata in piazza dei Filippini.

L'ordinanza sindacale firmata mercoledì non si limita alle sole utenze domestiche, ma riguarda direttamente anche tutte le attività commerciali, artigianali, industriali, scuole di ogni ordine e grado e pubblici uffici.
Altre informazioni si possono trovare cliccando qui.

Venerdì, 06 Dicembre 2019 14:51
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

La presentazione in ComuneFar riscoprire la città ai residenti, alle famiglie e ai più giovani, mostrando loro l’universo rappresentato dall’arte di Giulio Romano. Nella mattinata di mercoledì 27 novembre, presso la Sala Consiliare del Comune di Mantova, è stato presentato alla stampa e alla cittadinanza il progetto Safari d’Arte® a Mantova – Caccia a Giulio Romano. Alla conferenza stampa sono intervenuti Giovanni Pasetti consigliere comunale delegato alla Cultura, Flavia Sgarbi e Clarissa Scattolini, Presidente e Vicepresidente della Cooperativa sociale Mater – Tagesmutter, Raffaella Tribocchi Presidente dell’associazione Ara Macao, Maria Laura Sguera responsabile settore didattica e formazione dell’associazione e Giacomo Cecchin consulente scientifico del progetto.

“E’ una bella iniziativa – ha commentato Pasetti -, soprattutto perché è rivolta anche ai bambini e li stimola ad avvicinarsi all’arte con il divertimento e il gioco. E’ anche un modo interessante per riscoprire aspetti inediti della nostra città e stimolare le famiglie mettendo a disposizione una versione turistica inedita”.

La Cooperativa sociale Mater – Tagesmutter, in collaborazione con il Comune di Mantova e l’associazione romana Ara Macao intende attivare, in via sperimentale nel capoluogo virgiliano, il percorso Safari d’Arte®, forte del successi già ottenuti nelle città di Roma, Firenze, Milano, Napoli ed Ercolano. Un contributo economico fondamentale è stato dato dalla Fondazione Comunità Mantovana.

Grazie a Safari d’Arte® Mantova, così ricca di spunti che troppo spesso la fretta quotidiana ci impedisce di vedere, diventa il palcoscenico di una visita guidata sotto forma di caccia al tesoro. I partecipanti al percorso d’arte dovranno individuare dei particolari raffigurati sui monumenti del centro cittadino, orientandosi grazie a un libro di testo e a figure appositamente formate chiamate Activity Tour Leader. L’itinerario, una passeggiata della durata di circa due ore, si snoda da Palazzo Ducale a Palazzo Te, toccando tutti i luoghi storici legati al genio rinascimentale di Giulio Romano. La componente ludica e teatrale diventa così un valore aggiunto di Safari d’Arte®, rendendolo particolarmente adatto a scolaresche e famiglie. È possibile fruire del percorso anche tramite un’app dedicata, in modo pratico ed attuale.

Dopo la campagna di crowfunding sulla piattaforma Derev.com seguirà, come seconda fase del progetto, un momento di formazione per gli Activity Tour Leader, che si terrà lunedì 16 dicembre sotto la supervisione degli esperti di Ara Macao. I tour verranno attivati a partire da gennaio 2020 e il libro di testo entrerà a far parte della collana Safari Tour, inserendo Mantova in un importante circuito turistico nazionale.

Giovedì, 28 Novembre 2019 17:02
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

Il Pums punta sulla mobilità sostenibileRidurre le auto, incentivare i mezzi di trasporto e la circolazione delle biciclette potenziando i parcheggi scambiatori dotati di bus navetta. Sono questi i pilastri del piano urbano della mobilità sostenibile che è stato approvato martedì 19 novembre dal consiglio comunale.

Il Comune di Mantova ha deciso di dotarsi di nuovi strumenti di programmazione e gestione: un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums ) e un Piano Urbano del Traffico (Put), contenenti nuove azioni rispettivamente di medio-lungo e di breve termine. Si tratta di una pianificazione destinata a promuovere una mobilità sostenibile ed efficiente, conseguendo gli obiettivi europei legati alla tutela ambientale e alla qualità della vita dei cittadini.

Il Pums pone al centro le persone e la soddisfazione delle loro esigenze di mobilità, seguendo un approccio trasparente e partecipativo che prevede il coinvolgimento attivo dei cittadini e di altri portatori di interesse fin dall’inizio del suo processo di definizione. Il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (Vas) accompagna infatti la formazione di tutto il piano.
Il Pums si può consultare cliccando qui.

Giovedì, 28 Novembre 2019 16:36
Pubblicato in Governo
Leggi tutto...

2019 138Numero di riferimento: 138

Data ritrovamento: 24 novembre 2019

Tipo velocipede: uomo

Telaio: mtb

Marca Modello: Cembio mod. Arizona

Colore: blu

Mercoledì, 27 Novembre 2019 08:51
Leggi tutto...

2019 132Numero di riferimento: 132

Data ritrovamento: 30 ottobre 2019

Tipo velocipede: uomo

Telaio: city bike

Marca Modello: Carnielli

Colore: grigio

Mercoledì, 27 Novembre 2019 08:49
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version