Switch to desktop
News Cultura

Castelli, Martinelli e Scaietta al BibienaE ‘ stato presentato venerdì 29 marzo al Bibiena il docu-film dedicato alla Villa Visconti Borromeo Litta che racconta quattro secoli di storia riguardante la celebre residenza che si trova a Lainate. L’opera è stata realizzata sotto la direzione di Francesco Vitali e scritta con la collaborazione di Claudia Botta. Il Comune di Mantova è stato tra i promotori dell’evento. La serata è stata introdotta dall'assessore comunale Nicola Martinelli e dal presidente degli Amici di Palazzo Te, dei Musei Mantovani e della Federazione Italiana degli Amici dei Musei Italo Scaietta. Il regista Francesco Vitali ha spiegato che l’impegno per realizzare l’opera è stato notevole. Il docu-film è tratto dal volume di Alessandro Morandotti che riproduce una Milano profana nell’Età dei Borromeo.

“Il suggestivo e interessante documentario mette in luce, tra l’altro, le relazioni artistiche, storicamente documentate da un fitto carteggio tra Pirro I Visconti Borromeo e il duca di Mantova Vincenzo I Gonzaga – ha osservato Martinelli -. Le appassionanti vicende delle due famiglie, il mecenatismo artistico e il gusto collezionistico si intrecciano in una narrazione fluida e ricca di suggestioni che ci offre questa antologia di opere e di documenti abilmente composta e orchestrata da Francesco Vitali con la collaborazione di Claudia Botta”.

“Protagonista è l'antica Villa di Lainate, voluta e ideata dal Conte Pirro tra il 1585 e il 1589 - ha detto il regista Vitali -. Una voce femminile fuori campo che guida lo spettatore attraverso le trasformazioni avvenute nel tempo, in un contesto storico sociale di una Milano ricca di avvenimenti. La voce descrive il patrimonio artistico e culturale della Villa nel corso dei secoli, focalizzando l’attenzione sull’aspetto architettonico ed artistico. Il film documentario mostra la meravigliosa ascesa della Villa, le vicende legate alla sua costruzione e le importanti figure storiche che l’hanno visitata e vissuta nel corso dei secoli”.

Lunedì, 01 Aprile 2019 13:39
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Alla Casa di Rigoletto la nuova mostra di Andrea Boyer "Lucidi inganni" dal 6 aprile al 5 maggio 2019.

Le opere di grafica e le fotografie di Andrea Boyer sono “lucidi inganni” la cui essenza consiste nell’apparire. Risolta questa annosa e noiosa dicotomia, Boyer si dedica al disinnesco del significato, a favore di una girandola di significanti nemmeno, poi, così significativi. La sublimazione del banale o lo svilimento del sublime sono le irridenti provocazioni di un artista dell’escapologia che, liberatosi dalla camicia di forza del senso, si diverte a bluffare con la realtà, smontando la scatola rappresentativa, scompigliando le unità di luogo, di tempo e di spazio. Così Accinno: “Proprio il tempo, con l’interpretazione della realtà che ne dipende, è una delle chiavi di lettura di queste opere. La fotografia e il disegno, i principali mezzi espressivi utilizzati dall’artista, si fanno emblemi di un loro tempo specifico. Il disegno – che di per sé rappresenterebbe il tempo dell’essere – e la fotografia - che per sua natura coglie il tempo nel suo divenire – nelle opere di Andrea Boyer si incontrano per creare un terzo tempo, un’altra realtà in cui l’essere si identifica con il divenire.” Dunque un gioco raffinato quello di Boyer, che molto deve, formalmente, alla metafisica, con venature surreali e spruzzate di iperrealismo (non acefalo). Spiega Violo: “Il verosimile si mostra ogni volta dentro l'inganno: un frammento di una verità sconfinata; un fotogramma strappato alla storia ma filtrato dalla memoria, vissuta come un labirinto di prospettive infinite. Un gioco di riflessi che si appalesa attraverso archetipi incerti della propria anima e dei loro sensi.”

Un gioco difficile da giocare, in apparenza, ma di fatto accattivante ed entusiasmante. Il grande bluff e la grande bellezza, scopriremo, coincidono per la nostra gratificazione, inutile e improduttiva, la stessa che si prova nel risolvere un problema matematico, o un giallo particolarmente intricato… Ma le immagini di Boyer sono guanti da raccogliere, per chi abbia ancora la voglia e il bisogno di stupirsi.


Carlo Micheli

 

Inaugurazione sabato 6 aprile alle 18 presso la Casa del Rigoletto

La mostra è visitabile tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00

Info: 0376 288208

Lunedì, 01 Aprile 2019 12:29
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Prosegue con successo il progetto Creative Lab Mantova_lo Spazio dell'Arte, il progetto targato Pantacon e Caravan SetUp vincitore della prima edizione del premio nazionale "CREATIVE LIVING LAB" ideato dal Mibac – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie Urbane. La piccola rivoluzione creativa e sociale del quartiere Lunetta prosegue grazie a questo progetto che unisce diversi coinvolgenti percorsi in forma di workshop, a cui partecipano artisti e artigiani, curatori e giovani under 35 divisi in tre gruppi di lavoro che hanno il loro cuore nella contaminazione libera e creativa tra fotografia, arte urbana e stampa 3D. Le opere prodotte saranno studiate appositamente per inserire una narrazione permanente all'interno degli spazi del quartiere, e le adesioni sono ancora aperte e la partecipazione è gratuita.

In particolare, vi segnaliamo due appuntamenti importanti (gratuiti e aperti a tutti) che riguardano il percorso di fotografia, pensati per condividere con il pubblico un’idea aperta di narrazione del nostro tempo.

Fotografare è facile per tutti tranne che per i fotografi venerdì 29 marzo 17.30 - Sala degli Stemmi di Palazzo Soardi Lectio Magistralis a cura del fotografo e giornalista Settimio Benedusi e con la partecipazione di Paolo Barbaro.
Settimio Benedusi è fotografo di moda, di ritratti e pubblicitario. Ha collaborato ai redazionali delle maggiori case editrici italiane e con molteplici agenzie per campagne pubblicitarie nazionali e internazionali. Benedusi è stato l’unico fotografo italiano a partecipare per sette anni, all’edizione internazionale della celeberrima rivista americana Sports Illustrated. Grazie a questa esperienza importa questo format in Italia, costruendo uno speciale costumi da bagno per il settimanale Sportweek, allegato della Gazzetta dello Sport. Benedusi è stato uno tra i primi fotografi ad avere un proprio blog e sito internet ed il precursore della condivisione senza filtri del proprio lavoro fotografico. Questa esperienza lo ha spinto a creare un blog di fotografia sul sito web del Corriere della Sera. Ha partecipato per tre anni a “Fotografica”, il più importante evento dedicato alla fotografia in Italia: esperienza culminata con la curatela della mostra di Martina Colombari allo Spazio Forma di Milano. Per tre anni ha partecipato come docente al TPW, Tuscany Photographic Workshop. E’ libero docente e collaboratore allo IED di Milano (Istituto Europeo del Design) e membro del direttivo dell’Associazione Fotografi Professionisti TAU VISUAL. Vive e lavora a Milano.

 

Ritratti di famiglia - presentazione dell’album domenica 7 aprile ore 15.30 - Creative Lab Mantova, via Valle d’Aosta 20 (Lunetta)
Un progetto che in queste settimane ha coinvolto 15 famiglie italiane e straniere che abitano Lunetta. L'idea è stata quella di restituire alla città di Mantova, attraverso le persone e le generazioni, l'immagine su carta, e non solo in formato digitale, di un quartiere vivace e ricco di storie, dove si alimenta ogni giorno un'affascinante relazione tra arte e cittadini. Le fotografe Anna Volpi, Chiara Maretti e Gaia Mattioli sotto la direzione creative di Federica Bottoli hanno fotografato 15 famiglie che hanno origini in India, Senegal, Marocco, Pakistan, Finlandia, Tunisia, Italia, Colombia, Cina.
"C'è un cassetto in ogni casa dove riposano le stampe delle ultime foto a colori degli anni ‘90 insieme a quelle in bianco e nero dei nostri antenati. Di zie, zii, nonni e nonne. Per lo piu' foto precise, in posa, raramente mosse o casuali. Tra queste ce ne sono alcune di famiglia, ben costruite. Tutti fermi, sguardo all'obiettivo, espressione neutra quasi vitrea. Eleganti, per fermare un momento del ciclo della vita famigliare. Poi il vuoto. Il black out dell'immagine stampata. Niente da poter toccar con mano che documenti la nostra esistenza. Per questo ho accolto senza esitazione e con grande entusiasmo la proposta di fermare un momento famigliare delle persone di Lunetta, per poter lasciare loro un ricordo tangibile della relazione che il tempo modificherà incessantemente. Ho scelto lo sguardo fotografico di tre donne capaci di restituire umanità, calore e affetto che raramente abbiamo occasione di esprimere e condividere con le nostre famiglie. E' stato un progetto emozionante perché ha messo le persone nelle condizioni di stare vicine ai propri cari e fermare per un momento un legame indissolubile, quello famigliare” è il pensiero di Federica Bottoli.

 

Info: www.pantacon.it 

Giovedì, 28 Marzo 2019 09:18
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Le sale monumentali della Biblioteca Comunale Teresiana di Mantova dal 21 marzo al 4 maggio 2019 ospitano una raffinata esposizione dedicata ai codici miniati polironiani dall’XI al XV secolo. Focus della mostra, a cura di Giuseppa Z. Zanichelli, sono le miniature contenute nei manoscritti provenienti dallo scriptorium e dalla biblioteca del monastero di S. Benedetto in Polirone e dal 1797, a seguito delle soppressioni monastiche napoleoniche, conservati presso la storica Biblioteca Teresiana di Mantova. Il progetto prevede l’esposizione di 34 codici miniati, tutti appartenenti al Fondo di manoscritti medievali della Biblioteca Teresiana. Si tratta di un nucleo di manoscritti di valore inestimabile per organicità, antichità, aspetti testuali e artistici e oggetto di profondo e sistematico interesse da parte di studiosi italiani e stranieri.
Il percorso espositivo si articolerà in tre sezioni che, partendo dalla nascita dello scriptorium benedettino, guideranno il visitatore attraverso le varie fasi del suo sviluppo nei secoli, ricostruendo gli scambi di codici e il contesto in cui si sono verificati, per ripercorrere la memoria della straordinaria storia culturale e spirituale di quello che fu, dall’XI al XVIII secolo, uno dei più prestigiosi monasteri europei.

 

INAUGURAZIONE 21 Marzo 2019

ore 16.00 - Sala delle Vedute
Aprono i lavori
Paola Nobis, Assessore Biblioteche e Archivi
Irma Pagliari, Dirigente Settore Biblioteche e Archivi
Cesare Guerra, Responsabile Servizi Bibliotecari

Presentazione del volume Il Catalogo dei manoscritti Polironiani III
Relazione di Massimiliano Bassetti, Università degli Studi di Verona
Interventi di Corrado Corradini e Paolo Golinelli, curatori del catalogo dei manoscritti

ore 17,30 - Sale Teresiane
Inaugurazione della mostra ISTE LIBER EST. Codici miniati da Polirone alla Teresiana
Introduce Giuseppa Z. Zanichelli, curatrice della mostra



In allegato l’invito all’inaugurazione e la presentazione della mostra



Orari mostra: martedì- venerdì: 9-12.30 / 14.30 – 17.30 | sabato: 9 -12.30




Biblioteca Teresiana
Via Ardigò 13 – Mantova
Tel. 0376 338450
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.bibliotecateresiana.it 

Venerdì, 15 Marzo 2019 12:43
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Sabato 16 marzo alle ore 18.00 a Palazzo Te si inaugura una mostra-dossier dedicata alle ossessioni vitali e sorprendenti di Carlo Zinelli (1916 – 1974), esponente dell’Art Brut in Italia e riferimento visivo ancora tutto da scoprire, oggi di grandissima attualità. Un corpus di 32 opere su carta, in maggioranza bifacciali, custodite dalla Fondazione Cariverona e visibili dal 17 marzo al 9 giugno attraverso una struttura espositiva creata per le sale di Palazzo Te a Mantova.
Negli ultimi anni alcune mostre internazionali hanno dato spazio, insieme alle opere di grandi protagonisti dell’arte italiana, a quelle di un artista sorprendente e attualissimo rivelando al grande pubblico l’opera di Carlo Zinelli (1916 – 1974). Attraverso un corpus di 32 lavori, realizzati tra il 1958 e il 1970 e custoditi da Fondazione Cariverona, i visitatori della mostra Carlo Zinelli. Visione Continua potranno conoscere e apprezzare un pittore unico e dirompente che a oggi continua a essere un nome segreto e, quindi, ancora una rivelazione.
Prodotta da Comune di Mantova, Fondazione Palazzo Te e Fondazione Cariverona Cultura, la mostra rientra nelle iniziative culturali di Fondazione Cariverona e si svilupperà nelle Sale Napoleoniche di Palazzo Te dal 17 marzo al 9 giugno 2019, riflettendo sull’esperienza di un artista dalla fervida immaginazione attraverso tempere, collage e disegni su carta mai esposti precedentemente nella loro totalità.
L’allestimento immersivo ed evocativo, creato ad hoc per la mostra e in armonico contrasto con le specificità rinascimentali del palazzo, consentirà al visitatore di ammirare le opere in modo completo, potendone ammirare pienamente i colori e i tratti oltre a permettere la visione totale dei 26 lavori fronte-retro, una delle particolarità del modus operandi di Zinelli che lavorava sempre istintivamente sulla totalità della superficie del foglio.

Carlo Zinelli. Visione Continua è prodotta da Comune di Mantova, Fondazione Palazzo Te e Fondazione Cariverona Cultura. Progetto e sviluppo a cura di BARCOR17.
La mostra rientra tra le iniziative culturali di Fondazione Cariverona nell’ambito del progetto Fondazione Cariverona Cultura, realizzato dalla propria società strumentale.


In allegato l'invito alla inaugurazione e il comunicato stampa


Info: www.fondazionepalazzote.it



Giovedì, 14 Marzo 2019 16:24
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

CalcuttaE’ sempre più ricco il cartellone di concerti estivi in programma in piazza Sordello. Venerdì 12 luglio sarà di scena Calcutta, cantautore molto noto fra i giovani e considerato uno degli artisti più interessanti degli ultimi anni. “Calcutta – ha osservato il sindaco Mattia Palazzi - è uno dei cantautori nuovi più interessanti e di successo, piace ai giovani e non solo sarà un bellissimo concerto”.


Il tour a supporto dell'ultimo album Evergreen ha riempito stadi, arene e palazzetti italiani tra la scorsa estate e questo inverno. Il film del concerto all'Arena di Verona è stato evento speciale nei cinema e distribuito su Timvision. "Se piovesse il tuo nome", canzone disco di platino che ha scritto per Elisa, è stato ben quattro settimane di fila in cima alle classifiche radio italiane. Calcutta, dopo Core Festival di Treviso, Milano Summer Festival, Rock In Roma e Lucca Summer Festival, ha annunciato altri appuntamenti estivi.


I biglietti del concerto: posto unico in piedi PIT1 e PIT2 al costo di 30 euro + prevendita, in vendita a partire dalle 11 di mercoledì 13 marzo presso i circuiti www.ticketone.it - www.geticket.it
Informazioni: telefono 0458039156.

Mercoledì, 13 Marzo 2019 18:44
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Noel GallegherNoel Gallagher si esibirà in piazza Sordello martedì 9 luglio. L’ex chitarrista degli Oasis sarà protagonista dell'estate con il suo complesso High Flying Birds. Torna, dunque, in città la grande musica internazionale.

Sarà la seconda e ultima tappa italiana, dopo quella di Pistoia. I Noel Gallagher's High Flying Birds, subito dopo la pubblicazione del terzo disco Who Built The Moon?, sono tornati on the road con concerti in tutto il mondo. Una band di 11 elementi e una ricca selezione dei brani composti e pubblicati da Noel nelle ultime tre decadi saranno la colonna sonora della sera. Who Built The Moon?, uscito nel 2017 su etichetta Sour Mash Records, ha debuttato alla posizione numero uno in Gran Bretagna, segnando il record di essere il 10° disco di Gallagher a raggiungere la prima posizione in classifica. Gallagher, è uno degli artisti inglesi più amati, nonché uno degli autori più talentuosi da 25 anni a questa parte.


Soddisfatto il sindaco Mattia Palazzi. “Sarà un'altra estate con grandissimi concerti per ogni età - ha detto -, con nomi che anche quest'anno porteranno a Mantova turisti e consumi, per il commercio, gli alberghi e i servizi del centro. Mantova è diventata una del le principali piazze italiane delle musica live internazionale. Non è finita qui, presto annunceremo altri due grandi concerti”.


I biglietti sono in vendita nei circuiti Ticketone e Ticketmaster a partire dalle 10 di lunedì 11 marzo.

Lunedì, 11 Marzo 2019 18:55
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Sisi, Benetti, Scaietta e Palazzi con le opere di SpadiniCompleanno con regalo all’intera città per la festa dei 22 anni della costituzione degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani. Nella serata di domenica 10 marzo, nella sala dei Cavalli di Palazzo Te, l'Associazione ha donato al Comune di Mantova due opere di Armando Spadini (Firenze 1883-Roma 1925) appositamente acquistate presso la casa d'aste Farsettiarte. Si tratta di “Via Ripetta” (olio su tela) e “Studio di figura" (matita su carta) che vanno così ad arricchire l'importante nucleo di tele del pittore già esposte nella Collezione Mondadori a Palazzo Te e la raccolta di grafica contemporanea dei Musei Civici.

L’iniziativa è stata presentata dal direttore dei Musei Civici Stefano Benetti e dal presidente dell’Associazione Italo Scaletta. Alla cerimonia è intervenuto anche il sindaco di Mantova Mattia Palazzi che ha ringraziato gli Amici di Palazzo Te per l’importante lavoro che svolgono sempre con impegno e passione per il bene culturale della città e del territorio. Infine, una volta scoperte le due opere d’arte, si è tenuta una relazione a cura dello storico dell'arte Carlo Sisi, presidente dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, che, oltre ad illustrare i dipinti, ha presentato la biografia artistica di Spadini.

Domenica, 10 Marzo 2019 00:00
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version