Comune Mantova

Switch to desktop

News Cultura

La copertinaTutti gli appuntamenti dell’estate 2017 a Mantova sono stati pubblicati in una guida che si può consultare on line sul nostro sito. Nella guida sono contenuti molti eventi che contribuiranno ad animare la città e a vivere un’estate divertente e ricca di emozioni.

Mercoledì, 26 Luglio 2017 13:52
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

nuvol

La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) in via XX Settembre 11/13/15, dal 10 Settembre al 15 Ottobre 2017 presenta la quinta rassegna “Artisti per NUVOLARI” 2017 e si inaugurerà Domenica 10 Settembre alle ore 11.00.
La mostra, che nasce da un’idea e progetto di Adalberto Sartori, gode dei patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Mantova, Automobile Club Mantova, Museo Tazio Nuvolari, Amici del Museo Tazio Nuvolari, AMAMS Associazione Mantovana Auto e Moto Storiche Tazio Nuvolari, Mantova Corse, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano, Rotary Club Mantova Est Nuvolari e ProLoco di Castel d’Ario.
Nel corso della rassegna si svolgeranno diverse Manifestazioni ed Eventi collaterali.
In allegato tutte le info dettagliate della manifestazione.











Martedì, 25 Luglio 2017 09:49
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Cazzola e PavesiAntenne come note musicali, un sorriso accennato, come sempre tanto carattere in poche e semplici linee, tutte da colorare: è la chiocciola disegnata dalla cantante Giorgia la protagonista del dodicesimo Segni New Generation Festival, la rassegna internazionale d’arte e teatro organizzata dall’Associazione Segni d’infanzia, dal 28 ottobre al 5 novembre.


Mercoledì 5 luglio, nella Sala Consiliare del Comune di Mantova, la direttrice artistica del festival, Cristina Cazzola e l’assessore alla Pubblica Istruzione Marianna Pavesi hanno presentato la chiocciola che, come negli anni precedenti gli altri animali simbolo, sicuramente ispirerà i disegni di migliaia di bambini. “Il festival sarà più lungo delle edizioni precedenti – ha evidenziato Cazzola – per coniugarlo meglio all’offerta turistico-culturale”. “Il festival – ha aggiunto Pavesi – è una bella opportunità anche per le scuole perché arricchisce le esperienze didattiche”.

 

Tornando all’animale del festival, dopo il lupo di Dario Fo del 2016 era quasi impossibile trovare un artista illustratore in grado di eguagliarne il tratto grafico, la storia del festival vanta grandi personaggi della cultura italiana, che sono tornati bambini abbracciando un’operazione artistica che ha prodotto una media di 5 mila opere ogni anno, inviate da artisti bambini e ragazzi da tutta Italia. Non solo Dario Fo ma anche Altan con il bombo, Alessandro Bergonzoni con il ragno, Virgilio Sieni con la cicogna e Alessandro Sanna con il pipistrello. Tutti personaggi conosciuti, amati, incredibilmente comunicativi ed internazionali, la cui prima competenza non è necessariamente il disegno, che sono diventati testimonial di un progetto culturale unico in Italia divertendosi ad essere, con pochi ma espressivi tratti, da grande stimolo per tanti bambini.

 

E’ qui che Giorgia, tanto nota e amata per la sua voce, spiazza tutti: è la prima artista che approda al festival prestata dal mondo della musica, è la prima donna a disegnare l’animale simbolo, prestandosi per un momento all’illustrazione. Cantautrice, musicista, produttrice discografica e conduttrice radiofonica, dal 2010 è anche mamma di Samuel, e ha accolto la possibilità di disegnare la chiocciola di Segni New Generation Festival con grande entusiasmo: “Sono così felice che la mia chiocciolina vi sia piaciuta e sia in sintonia col vostro magnifico progetto, per me è veramente un onore esserne parte, riuscire a creare un'occasione per far esprimere i giovanissimi è oro in un tempo così difficile”.

La chiocciola

Sono molti i simboli di cui è portatrice la chiocciola, insieme alla sua casa: è un inno al procedere lentamente per andare lontano, con costanza e occhi fissi sull’obiettivo, come ha fatto e continua a fare il festival Segni, che cresce e matura in ogni sua scelta e sa di avere ancora tanta strada da fare con e per il suo pubblico. Con la spirale del suo guscio la chiocciola è infatti evoluzione costante che parte da un punto per allargarsi, crescere, accogliere. Nel mondo di oggi, così proiettato alla comunicazione tecnologica veloce e diffusa, è simbolo di connessione fra persone lontane. Contemporaneamente, la sua casa la segue ovunque, è sicura e accogliente. Il tratto elicoidale suggerisce capacità di ascolto e insieme esprime il movimento verso l’alto che regola l’universo.

Giorgia
Giorgia, una delle voci più potenti, limpide, espressive e versatili che l’Italia abbia mai avuto, è premiata dal pubblico e dai numeri: ha venduto più di 7 milioni di dischi nel mondo - Oronero è uscito a ottobre 2016 ed è già disco di platino -, con 12 album e 25 singoli nelle top ten italiane, ha vinto 14 Italian e Wind Music Awards e ha ricevuto una candidatura al David di Donatello, ed è nota in tutta Europa, in Canada e America Latina.

Il concorso “colora l’animale simbolo”
Negli oltre 300 eventi in otto giorni dedicati alle “nuove generazioni” dai 18 mesi ai 18 anni, Segni New Generation Festival si lascerà ispirare proprio dalla chiocciola portando a Mantova un’edizione imperdibile ed estremamente attuale, grazie ai molteplici linguaggi del teatro, che è capace di raccontare con efficacia e sensibilità la semplicità delle piccole cose, la maternità e la parità di genere, il rapporto con le nuove tecnologie, l’accoglienza, l’amicizia, la consapevolezza della crescita e l’importanza dell’apertura verso il nuovo.

Da martedì 4 luglio 2017 la chiocciola di Giorgia è protagonista del nuovo concorso “Colora l’animale” della dodicesima edizione del festival, ed è scaricabile dal sito www.segnidinfanzia.org e dal nostro.

La partecipazione è gratuita e volontaria e aperta a tutti: famiglie, scuole, gruppi, dedicato a tutti coloro che amano esprimere la propria creatività, senza limiti. È possibile usare la carta, oppure un altro materiale come cartone, legno e trasformarlo in una scultura, o ancora realizzare una foto, un video, un testo, una poesia. La partecipazione al concorso comporta per il partecipante l’accettazione delle regole e delle clausole contenute nel regolamento pubblicato online.

Mercoledì, 05 Luglio 2017 15:46
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Particolare della locandinaHa preso il via venerdì 7 luglio la rassegna Cine Città a Palazzo San Sebastiano. Il programma durerà fino al 27 agosto. La serata clou è stata domenica 9 luglio sarà con Nanni Moretti che ha accettato l'invito del Mantova Film Studio (a cui fa capo il Mignon) perché gli è piaciuta l'idea di aprire un nuovo spazio per il cinema, per di più in un luogo così bello e ricco di storia.

Il biglietto di ingresso costa 5 euro il venerdì, sabato e domenica, e 3 euro il martedì, mercoledì e giovedì, l'orario sempre alle 21,15.

 

 

Lunedì, 03 Luglio 2017 18:57
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Un momento dell'inaugurazioneE' stata inaugurata alla Casa di Rigoletto la mostra di pittura su base fotografica di Beatrice Pastorio. “Fermare l’attimo” è il titolo dell’esposizione che si può vedere da sabato 17 giugno nella sede di piazza Sordello. Alla presentazione sono intervenuti il consigliere comunale Giovanni Pasetti, il curatore Carlo Micheli dell’Ufficio Mostre del Comune di Mantova, la collaboratrice Francesca Chiappetta e l’autrice. “Nelle trame colorate elaborate dall’artista – ha detto Pasetti – sembra che il tempo si sia fermato”.


La Pastorio fonde realismo e astrazione in progetti ricercati, arricchiti dall’uso di materie preziose, quali foglia d’oro e d’argento e supporti di pregio, come sete, rasi e pizzi. L’artista asolana rielabora alcune fotografie di famiglia riemerse “casualmente” dal fondo di un cassetto. “I volti dei personaggi menzionati negli amarcord famigliari – ha spiegato Micheli –, costituiscono il punto di partenza di ‘Fermare l’attimo’, il materiale grezzo su cui è intervenuta Beatrice, prima operando sui tagli, gli ingrandimenti, le sgranature; poi aggiungendo colori, velature, foglie d’oro e d’argento. Si tratta di commenti cromatici intesi a ‘sigillare’ l’immagine, a bloccarla nella sua perfezione formale ed evocativa”.
La mostra rimarrà aperta gratuitamente al pubblico nella Casa di Rigoletto, con orario continuato dalle 9 alle 18, fino al 16 luglio. Info: 0376 288208.

Lunedì, 19 Giugno 2017 19:17
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

17 giugnoL'Associazione Culturale AMAREMANTOVA presenta il secondo prestigioso appuntamento della Rassegna musicale MANTOVAInCANTO. Il concerto avrà luogo sabato 17 giugno 2017 alle ore 21.15, nella Sala dei Cavalli di Palazzo Te.L’ascoltatore sarà accompagnato in un viaggio musicale celebrativo per il 450esimo anniversario della nascita di Claudio Monteverdi. L’evento, dal titolo Monteverdi alla corte dei Gonzaga, sarà incentrato sul repertorio del celeberrimo compositore, riconosciuto come “padre” del melodramma, e protagonista del passaggio dalla musica rinascimentale a quella barocca. Il programma, eseguito dall’Ensemble NovaManto, proporrà significativi brani della più famosa delle sue composizioni, L’Orfeo, andato in scena proprio a Mantova a Palazzo Ducale, il 24 febbraio 1607. La vicenda del primo e secondo atto, incentrata su Orfeo, Euridice e la Messaggera, verrà riproposta, seppur omettendo le parti corali, nel suo nucleo più pregnante: il clima di festa per le nozze di Orfeo, improvvisamente interrotto dalla ferale notizia della morte di Euridice. Si passa così da una serie di brani di danza con gli splendidi ritornelli dei violini per arrivare al tragico racconto della Messaggera: in questa musica si fa strada il dramma e il cantante è per la prima volta tenuto ad essere attore a tutti gli effetti.

La seconda parte del concerto riguarda i duetti d’amore cui Monteverdi dedica alcune delle sue più belle pagine: “Chiome d’oro” e “Amor che deggio far” dal settimo libro dei madrigali, “Or che Seneca è morto” e “Pur ti miro” dall’incoronazione di Poppea, passando per il duetto del nono libro “Bel pastor” che mostra il lato più divertente del sentimento amoroso visto nelle sue dinamiche quotidiane. La freschezza delle melodie e il pathos delle pagine melodrammatiche rendono il programma adatto sia per il grande pubblico che per gli intenditori di questo genere. L’Ensemble Monteverdi – Cecilia Rizzetto, soprano; Anna Ussardi mezzo-soprano; Angelo Goffredi, tenore; Lorenzo Gugole, violino I; Leonardo Bellesini, violino II; Anna Camporini, violoncello; Marcello Rossi Corradini, clavicembalo, – è formato da musicisti specializzati in questo specifico repertorio, che sarà eseguito, secondo le indicazioni della più recente ricerca filologica, su strumenti antichi, per riproporre fedelmente la timbrica dell’epoca.

L’ascoltatore sarà quindi accompagnato in un percorso di riscoperta di un periodo storico che ha visto Mantova realmente la capitale mondiale della musica.

AMAREMANTOVA beneficia con grande orgoglio del patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Comune di Mantova, Provincia di Mantova, Fondazione Umberto Artioli, Associazione Baldassarre Castiglione, Ente Filarmonico Guidizzolo, ed è realizzata grazie al contributo di Comune di Mantova, Orchestra Senzaspine, Liceo Artistico Mantova, Avis e Aido sede di Guidizzolo, Lions Clubs International, Banca Mediolanum (piazza Mozzarelli, n°3), Cavigliano di Europa Srl, Gioielleria Azzali 1881, Ristorante GialloZucca, La Tur da Sucar, Villa Conti Cipolla ed S-Design.

Il biglietto per ogni evento sarà di €15, con riduzione a € 10 per i soci dell’Associazione AMAREMantova e a € 5 per gli studenti fino ai 18 anni d’età. Possibilità di acquistare il biglietto per l’intera rassegna a un prezzo di €50, per gli associati ad un costo di €35.

Per informazioni, prenotazioni e per associarsi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., @AMAREMANTOVA su FB, tel. 329 5655 08 ore  9 - 13 (BLACK&WHITE BAR)

CURRICULA ARTISTI:

Angelo Goffredi, tenore, durante il dottorato di ricerca in Scienze dei Materiali si diploma in Canto Lirico con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma sotto la guida del M° Lelio Capilupi. Tra i ruoli interpretati citiamo in particolare Alfredo Germont ne “La Traviata” di Verdi al Teatro Regio di Parma (Imparolopera), Camille de Rossillon ne “La vedova Allegra” di Lehar al Comunale di Gorizia, Ferrando nel “Così fan tutte” di Mozart inaugurando la 9° edizione del Festival Euromediterraneo in piazza del Campidoglio a Roma sotto la direzione del M° Paolo Ponziano Ciardi, Edoardo Milfort ne "La Cambiale di Matrimonio" di Rossini a Parma, Mordecai in "Esther" di Haendel al Teatro Malibran (VE), Il Conte d'Almaviva ne “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini sotto la direzione del M° Flavio Orizio e Borsa in “Rigoletto” di Verdi in Teatri del circuito Lombardo e vincitore assoluto del ruolo di Orfeo nel Concorso della Fondazione MCES. Diverse le registrazioni all'attivo tra cui il progetto nell'ambito Pop con la cantante Ivana Spagna e la collaborazione nel Film in Mondovisione “Rigoletto” girato a Mantova con Placido Domingo. Partecipa dal 2008 ai tour mondiali del M° Muti con i “Concerti dell’Amicizia” unitamente all’ensemble La Stagione Armonica . Dal 2014 è Presidente dell’Associazione AMAREMantova creata con l'obiettivo di risvegliare l'interesse  per la musica lirica, con la quale tuttora collabora all’organizzazione della stagione lirica 2015-2016 al Teatro Sociale di Mantova. Nel 2015 viene intervistato quale “giovane tenore emergente” dalla Radio2 Svizzera all’interno della trasmissione "Il Ridotto dell'Opera" a cura del celebre dott. Giorgio Appolonia. Chiude il 2015 con l’atteso Concerto di Capodanno al Teatro Duse di Bologna sotto la direzione del M° Tommaso Ussardi. Nel gennaio 2016 è stato Membro della Commissione esaminatrice insieme alla M° Elena Baggiore e al M° Giampaolo Zennaro per la selezione di  cantanti con la finalità dell’allestimento della Boheme di Puccini al Teatro Sociale di Mantova. Nel 2016 è stato Edoardo Milfort ne “La Cambiale di Matrimonio” di Rossini all’interno della Stagione estiva del Teatro Zandonai di Rovereto con repliche nel Trentino. Un tour in Germania con il gruppo barocco “NovaManto” a novembre, Gastone in “La Traviata” al Sociale di Mantova. A fine 2016 nuovamente chiamato per un grande tour di concerti di fine anno con  i SenzaSpine da Bologna fino al Teatro Sanzio di Urbino. Nel gennaio 2017 è stato Il Conte d'Almaviva ne “Il Barbiere di Siviglia” al Teatro Comnunale di Adria con la direzione del M° Mario Menicagli e regia di Gianpaolo Zennaro; Ferrando nel “Così fan tutte” a Verona nel febbraio 2017. Sempre nel 2017 una lezione-concerto ad aprile in diretta per la radio2 Svizzera al Teatro di Bellinzona. (www.angelogoffredi.it - VideoPromo: https://youtu.be/scGple5dShY).

Cecilia Rizzetto, soprano, ha iniziato lo studio del canto con il soprano Emma Martellini, proseguendolo con il mezzosoprano Adriana Cicogna e successivamente con il soprano Cristina Pastorello presso il Conservatorio "L. Campiani" di Mantova dove si è brillantemente diplomata nel 2010. La sua vocalità le permette di affrontare personaggi delle opere di Rossini, Bellini, Donizetti, Puccini. Si dedica inoltre al repertorio vocale e cameristico preferendo autori come Schubert, Spohr e Mendelssohn, ma anche Crumb e Berio. Ha frequentato varie masterclass con Cinzia Forte, Pietro Spagnoli ed Enzo Dara con il quale ha debuttato il ruolo di Serpina nell'opera "La Serva Padrona" di Paisiello e quello di Elisetta in "Il Matrimonio Segreto" di Cimarosa entrambe rappresentate al Teatro Bibiena di Mantova. Ha debuttato il ruolo di Serpina nell'opera "La Serva Padrona" di Pergolesi, della zingaretta nell "Zingaretta" di Leo, di Gilda in "Rigoletto" di Verdi. Attualmente frequenta il secondo anno di Biennio di Musica Antica presso il Conservatorio "E.F.Dall'Abaco" di Verona sotto la guida del M°Vincenzo di Donato. Si dedica  anche al repertorio  sacro preferendo autori quali Mozart, Haendel, Buxtehude e Bach

 Anna Ussardi, mezzosoprano, dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia nel 2004, nel 2006 si diploma in canto presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia e nel 2010 consegue il Diploma Accademico Sperimentale di II livello in canto con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova. Attualmente si perfeziona con Sara Mingardo. Ha vinto il 1° premio all' 8° Concorso Liederistico Internazionale "Giuseppina Cobelli" in duo con il pianista Paolo Piubeni. È risultata vincitrice del VII Laboratorio Teatro Musicale del Settecento "Enzo Dara”. Si esibisce regolarmente come solista in produzioni operistiche e di  recente ha debuttato il ruolo di Rosina nel Barbiere di Siviglia di G. Rossini per il progetto Opera4me organizzato da Gaulitana: A Festival of Music (aprile 2016, Malta) e il ruolo di Flora ne La Traviata di G. Verdi (Rubini Festival, Romano di Lombardia, luglio 2016). Il suo repertorio inoltre spazia dalla musica antica e barocca alla musica sacra, dalla liederistica fino alla musica contemporanea.

Lorenzo Gugole violinista fin dall'età di 10 anni, si diploma in violino al conservatorio di Verona con il massimo dei voti, per poi perfezionarsi alla Leeds University School of Music e a Parigi con il M° J.Lenért. Collabora con alcune tra le più importanti orchestra italiane tipo Rai di Torino, Toscanini di Parma, Orchestra Leonore. Approfondisce la sua passione per la musica specializzandosi nel repertorio barocco a Verona con il M° S.Montanari e all’ ”Accademia di Musica Antica” in Brunico con i docenti Stanley Rithcey e A. Schumann, perfezionandosi nel repertorio classico con Brian Dean, E. Hobarth, E.Citterio. Collabora con importanti ensemble come Cordia, I Barocchisti e Il complesso barocco con tournée in tutta europa ed oltre. Nel 2015 riceve il premio Alois Bachmann con la possibilità di suonare un prezioso violino del liutaio Georg Mair.

Leonardo Bellesini, violinista, inizia lo studio del violino con il M° Nava Lopez al C.E.A. di Villafranca e si diploma presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova sotto la guida della prof.ssa Fabiana Fabiano nel 2004. Attento alla didattica musicale, consegue sia il diploma in “Didattica della Musica” che il diploma accademico di II livello abilitante (classe A077). Risulta inoltre vincitore del primo premio assoluto, nonché del premio speciale “Nicolino Branciforti”, al Concorso Nazionale “Città di Bardolino” nel 2010. Per quanto riguarda la musica antica approfondisce o studio della prassi barocca con i maestri Stanley Richie e Brian Dean. Fa attualmente parte dei gruppi “Ensemble Dorico” e “Vago Concento”, specializzati nel repertorio barocco. Nel 2015 consegue il diploma accademico di II livello di violino barocco presso il Conservatorio “E. F. Dall'Abaco” di Verona, sotto la guida del M° Stefano Montanari. Nel 2008 fonda l'ensemble “Alma Migrante”, con cui vince il premio Masi al concorso internazionale “Salieri-Zinetti” di Legnago nel 2011. Svolge anche attività didattica presso “IC Bassini” di Vigasio, e docente di violino presso la “Nuova Scuola di Musica” di Mantova.

Marcello Rossi Corradini, si è diplomato in Organo, Composizione, Clavicembalo, si è poi specializzato presso l’ Universität für Musik di Vienna. Ha suonato in vari festival in Italia, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Svezia e Lituania nel campo della musica antica. Ha lavorato su Monteverdi con R. Gini suonando l’ “Orfeo” e con M. Longhini registrando l’ottavo libro dei madrigali per Naxos. Con il mezzosoprano Daniela Nuzzoli ha inciso per Tactus gli Offertori per voce ed organo obbligato di G. Giordani e l’integrale delle romanze da camera di G. Verdi. Ha collaborato anche con l’Orchestra “I Virtuosi Italiani”, suonando musica di Pergolesi davanti a Papa Benedetto XVI. Ha fondato nel 2007 l’ensemble “Vago Concento” con cui esegue specialmente musica italiana rinascimentale e barocca.

Giovedì, 15 Giugno 2017 17:49
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

MondoVegetale A4   DEFL’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Mantova, in collaborazione con il Comune di Mantova organizza il Seminario di formazione “IL MONDO VEGETALE  |  MODELLO E STRUMENTO PER AFFRONTARE LE SFIDE DEL FUTURO” con interventi dei proff. STEFANO BOERI e STEFANO MANCUSO, e intervento di MATTIA PALAZZI, Sindaco di Mantova, che si terrà sabato 10 giugno 2017, dalle 9,30 alle 12,00, presso la CHIESA DI SANTA PAOLA in Piazza dei Mille a Mantova


In allegato la locandina dell'evento

Giovedì, 08 Giugno 2017 15:36
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

cordiLa città di Mantova commemora Sergio Cordibella, a un anno dalla sua scomparsa, domenica 11 giugno a Palazzo Te e al Conservatorio “Lucio Campiani” con un evento per ricordare l’importanza della sua figura nel panorama politico e culturale mantovano. “VOCI E MUSICA PER SERGIO CORDIBELLA – Una vita per la comunità mantovana” questo il nome dei due eventi che si terranno rispettivamente nella Sala dei Cavalli, a partire dalle ore 18.30 e al Conservatorio “Lucio Campiani”, a partire dalle ore 21.00. La serata è promossa dal Comune di Mantova in collaborazione con le istituzioni cittadine che hanno compreso profondamente le idee e la capacità progettuale di Sergio Cordibella, quali il Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, il Conservatorio “Lucio Campiani”, l’Associazione Amici del Conservatorio, Italia Nostra, l’Associazione Ambiente e Sviluppo e il Centro per i Problemi dell’Anziano-Università della Terza Età di Mantova.


In allegato il programma della serata e l'invito

Giovedì, 08 Giugno 2017 12:45
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version