Switch to desktop
News Cultura

La presentazione in ComuneVenerdì 25 e sabato 26 maggio torna a Mantova il Concorso internazionale di Canto, “Giovani talenti per la lirica”, il cui primo premio sarà assegnato alla memoria del celebre concittadino Ettore Campogalliani, musicista e didatta di fama internazionale.
L’evento è stato presentato giovedì 10 maggio, nella sede del Comune di Mantova dai direttori artistici del Concorso, Lelio Capilupi e Angelo Manzotti, dall’assessore del Comune di Mantova Paola Nobis, dal sindaco di Marmirolo Paolo Galeotti e dal vicesindaco Massimiliano Boschini e da Francesca Campogalliani, figlia di Ettore.

Il Concorso internazionale (http://www.giovanitalentiperlalirica.it) è promosso dalla Associazione Culturale L’Orfeo e gode per l’edizione 2018 del Patrocinio del Comune di Mantova e del Comune di Marmirolo. Una giuria prestigiosa (sarà presidente Leone Magiera, conosciutissimo come pianista e direttore preferito da Luciano Pavarotti) valuterà i candidati nella sede del Teatro Bibiena di Mantova, dove alle 21 di sabato 26 maggio si terrà la finale in forma di concerto aperto al pubblico.
La giuria è composta da Leone Magiera Docente di Canto, direttore d’orchestra, Angelo Manzotti cantante e Presidente Associazione culturale “L’Orfeo”, Lelio Capilupi docente di Canto, Conservatorio “Arrigo Boito”, Parma, Giorgio Appolonia, storico del teatro e redattore Radio Svizzera Italiana, Cristina Bersanelli, direttore artistico “Parma Lirica”, Andrea Castello direttore artistico “Vicenza in Lirica”, Giuliana Panza Pianista, docente al Conservatorio “Arrigo Boito”, Parma, Aldo Sisillo direttore Artistico Teatro Comunale di Modena e Festival delle Nazioni di Città di Castello, Yumi Anna Yaginuma direttore artistico “Nausica Opera International”.

Cinque premi in denaro (da 1.000 a 200 euro) fra cui si segnalano il primo premio assegnato alla memoria del maestro Ettore Campogallini, un Premio Vocalità Barocca e un Premio del Pubblico (al cantante che avrà ottenuto il maggior gradimento da parte del pubblico che assisterà al concerto dei finalisti e che potrà esprimersi attraverso una votazione).

Si aggiungono altri due premi offerti dall’Associazione “Parma Lirica”: Concerto. Ammissione alla Finale del Concorso “Voce d’angelo” per due giovani concorrenti italiani under 28.
Un secondo concerto dei vincitori si terrà a fine giugno nella Palazzina di Caccia dei Gonzaga a Bosco Fontana (Marmirolo).

Venerdì, 11 Maggio 2018 18:40
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

E' stata inaugurata venerdì 11 maggio presso la Biblioteca Teresiana la mostra "Il respiro del tempo" con l'esposizione delle incisioni di Daniela Savini realizzate appositamente per la Biblioteca. L'esposizione, che si potrà vedere fino al 16 giugno 2018, è a cura di Chiara Pisani.

Daniela Savini e il respiro del tempo

Le incisioni di Daniela Savini dedicate alla Biblioteca Teresiana sorprendono per la suggestione atmosferica che caratterizza la visione degli scorci emotivamente individuati delle due Sale storiche. Sfruttando abilmente le caratteristiche di morbidezza della puntasecca su lastra in polivere, l’artista dà vita ad una visione luministica e pulviscolare degli ambienti e degli oggetti che trascende poeticamente l’oggettività della forma. È sicuramente un sentimento di passione sincera a guidare i solchi incisi che nella rappresentazione analitica delle antiche scaffalature cariche di libri si animano grazie ad un raffinato gioco chiaroscurale dai profondi echi psicologici.

La successione delle incisioni ricrea così, davanti agli occhi dello spettatore, un percorso evocativo ricchissimo di suggestioni culturali e simboliche che raggiunge, in alcune raffigurazioni, echi metafisici. In questa dimensione particolare lo sguardo di Daniela riesce a focalizzarsi, andando oltre la suggestione indubbia delle Sale monumentali con i suoi austeri scaffali, per guidarci attraverso il climax incalzante dei libri antichi e il palpitare della luce che vibra e si adagia tra le carte ingiallite, fino ad arrivare a cogliere uno spazio vitale inaspettato, un respiro diverso, remoto, animistico. Nella sua visione creativa la Biblioteca si rivela essere la porta d’accesso a una dimensione soprannaturale che si nasconde nelle carte antiche, nella sapienza nascosta dei libri, nel respiro stesso del tempo che vibra ad una frequenza che può sfuggire al visitatore superficiale e frettoloso incalzato dal ritmo frenetico di una esistenza scandita da algoritmi digitali.

Ecco che invece lo sguardo profondo dell’artista invita il visitatore a cogliere nel dettaglio della pavimentazione a scacchiera, nel gradino della scala che conduce ad uno spazio in penombra, nel lampadario che sfavilla sullo sfondo chiaroscurato della scaffalatura, nello squarcio di luce che entra dalla finestra, o ancora dall’insolito taglio prospettico e nell’ardita visione delle scaffalature, una dimensione diversa che porta verso uno spazio temporale altro, fortemente simbolico. Le incisioni, create appositamente in occasione di questa mostra e donate alla Biblioteca per la generosa sensibilità di Daniela Savini, appaiono dunque come un prezioso omaggio alla storica Biblioteca Teresiana che una particolare intuizione artistica riconosce come luogo in cui il Tempo, antica divinità, trova ancora oggi un vero e vivo respiro emotivo. Vero genius loci memoriae.

 Chiara Pisani

Coordinatrice Gabinetto delle Stampe Biblioteca Teresiana


In allegato sono scaricabili l'invito all'inaugurazione e il depliant della mostra

Giovedì, 10 Maggio 2018 09:08
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Domenica 29 aprile presso il Teatro Bibiena alle 20.30 Enrico Beruschi in "Il flauto magico" con l'Orchestra da Camera del principato di Monaco per la regia di Fabrizio Dossena

Il Flato magico, scritto da W. A. Mozart due mesi prima della morte, è un'opera che richiede una peculiare interpretazione che permetterà al pubblico di addentrarsi nel mondo dell'alchimia e della fiaba.
Nel libretto scritto da Emanuel Schikaneder si possono riconoscere i vari personaggi sia del mondo della luce che da quello delle tenebre, "Il Flauto Magico" è un viaggio, un fantasmagorico viaggio al termine del quale ogni personaggio troverà il giusto posto in questo meraviglioso e vitale racconto.
Le peculiarità di questo allestimento sono diverse, partendo dal presupposto che si tratta di una Prima Nazionale, la storia viene narrata da Enrico Beruschi con la sua consueta ironia e comicità in modo da permettere a tutto il pubblico una esatta comprensione dell'opera stessa aiutato dall'attrice mantovana Beatrice Cotifava, dal supporto tecnico di Elena Migliari e Matteo Bertoni della Scuola Teatro Mantova, e dai Service luci e audio di Rumore Rosa e Ovox Studios.

L'adattamento scenico ad opera del M° Vitaliano Gallo,
I° Fagotto dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo si avvale della collaborazione di musicisti di prim'ordine quali:
Cristina Noris clarinetto e corno di bassetto, Giancarlo Bacchi contrabbasso, e Massimo Dalprà pianoforte, per la regia di Fabrizio Dossena.
La produzione di questo spettacolo è curata da Le Nautonnier Productions di Fabrizio Dossena e Cristiano Roversi Produzioni.


Info e prevendita: Teatro Bibiena, tel. 0376 327356 (lunedì chiuso; 10.00-13.00 | 15.00-18.00) - www.vivaticket.it 

Martedì, 24 Aprile 2018 09:42
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

 

Alla Casa del Rigoletto in piazza Sordello dal 28 aprile (inaugurazione alle 18) è aperta la nuova mostra fotografica di Renzo Bertasi"Rayografie" visitabile fino al 3 giugno. L'esposizione è cura di Carlo Micheli con la collaborazione di Alberto Butera.

 TRASPARENZE

“Rayografie”, la mostra che Renzo Bertasi propone alla Casa di Rigoletto, è un esempio di qualità, creatività ed originalità che dilata sempre più i confini della fotografia, tra i vari linguaggi artistici quello che consente le escursioni più audaci e i contatti meno scontati con altre forme d’arte. La fotografia creativa di Cordier coi suoi chimigrammi astratti, le invenzioni provocatorie di Man Ray o le sperimentazioni geniali di Moholy Nagy hanno aperto la strada a tutta una serie di ricerche originali e innovative e in questo senso va letto anche questo lavoro di Renzo Bertasi, che ha saputo dare dignità artistica e rigore formale alle immagini radiologiche. Verze come pizzi, tulipani danzanti, forme leggere e trasparenti, eleganti e raffinate che rammentano delicate grafiche giapponesi rappresentano il risultato di una ricerca artistica che nasce per caso, per poi divenire una sorta di marchio distintivo dell’artista.

Il Sindaco
Mattia Palazzi

Info: tel. 0376.288208

Orari: tutti i giorni dalle 9 alle 18.

Lunedì, 23 Aprile 2018 15:06
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...


Il Concorso Internazionale Giovani Talenti per la Lirica - Premio Ettore Campogalliani si svolgerà al Teatro Bibiena il 25 e 26 maggio 2018

Il 25 e 26 maggio torna a Mantova un Concorso internazionale di Canto, “Giovani talenti per la lirica”, il cui primo premio sarà assegnato alla memoria del celebre concittadino Ettore Campogalliani, musicista e didatta di fama internazionale.
Una giuria prestigiosa (presidente sarà Leone Magiera, conosciutissimo come pianista e direttore preferito da Luciano Pavarotti) valuterà i candidati nella sede del Teatro Bibiena di Mantova, dove alle 21:00 del 26 maggio avverrà la finale in forma di concerto aperto al pubblico.
Un altro concerto dei vincitori si terrà il 30 giugno nella Palazzina di Caccia dei Gonzaga a Bosco Fontana (Marmirolo).
L'iniziativa è patrocinata dai comuni di Mantova e Marmirolo.

Per informazioni: http://www.giovanitalentiperlalirica.it 

Scadenza iscrizione: 30 aprile 2018

Lunedì, 23 Aprile 2018 12:05
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La presentazione in Sala ConsiliareMantova si prepara a vestirsi di puro romanticismo per la seconda edizione di Mantova Lovers, la rassegna di spettacolo ed enogastronomia che dal 21 aprile al 6 maggio 2018 trasformerà la città dei Gonzaga in uno dei luoghi più romantici del mondo. E’, infatti, tutto all’insegna del binomio “Mantova e amore” il palinsesto dell’edizione 2018 di Mantova Lovers: un calendario ricco di eventi unici e originalissimi, che trasporteranno il pubblico in una dimensione inedita, indimenticabile. Per la prima volta, poi, il festival si lega a un progetto di beneficenza per la Siria, che unirà arte e solidarietà.
L’evento è promosso da Mantova Tourism (capofila) insieme al Comune di Mantova (main partner) con la collaborazione di numerosi soggetti del territorio ed è stato presentato giovedì 19 aprile nella sede del Comune di Mantova dal vice sindaco Giovanni Buvoli, dal vice Presidente di Mantova Tourism Enrico Cotroneo e dagli artisti e partner della rassegna.

Nella sua edizione di debutto, Mantova Lovers aveva attirato 30.000 spettatori. Ma perché parlare d’amore proprio a Mantova? Storia, arte e letteratura parlano chiaro. Mantova, hanno detto gli organizzatori, fa sognare l’amore da sempre. Almeno da seimila anni. Da tanto dura il dolce abbraccio degli Amanti di Valdaro. Ma la città è stata teatro di innumerevoli altre storie. Basti pensare a Romeo e Giulietta, con il Montecchi innamorato che scappa proprio qui per acquistare il veleno, al Rigoletto di Verdi e alle tante vicende amorose che si sono svolte nella corte dei Gonzaga.

Cosa succederà, quindi, a Mantova Lovers 2018? Il pubblico verrà piacevolmente trascinato in tre weekend all’insegna della passione, durante i quali potrà partecipare a itinerari tematici – i tour animati dagli attori di Ars. Creazione e Spettacolo “Talking City: Amore a Mantova” (21 e 22 aprile) e le visite “Amor, ch’a nullo amato” (25-28-29 aprile e 4-5-6 maggio) con le guide turistiche Federagit-Confesercenti – o assistere a originali spettacoli in location d’eccezione – “Metamorfosi – Il viaggio” (28 aprile) da Ovidio, spettacolo itinerante nel magnifico Palazzo Te, “Romeo’s Dream” (4 maggio) che trasporterà Shakespeare nell’ambiente underground della periferia di Lunetta, e l’anteprima dell’opera pop sulla vita di Isabella d’Este realizzato dai ragazzi del Liceo Musicale “Fin ch’io viva” (5 maggio).

Domenica 6 maggio, un grande evento di musica e solidarietà: il concerto di beneficenza per la Siria “L’amata Siria” nella chiesa di Santa Barbara, con la partecipazione, tra gli altri, del Maestro siriano Nahel Al Halabi in qualità di direttore d’orchestra, dei bambini musicisti di SONG – Sistema in Lombardia e di musicisti provenienti dal Teatro Carlo Felice di Genova, dal Conservatorio di Mantova e dall’Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici. I fondi raccolti saranno devoluti all’Associazione Vento di Terra Onlus per la creazione di una scuola per bambini siriani profughi in Giordania. Alla stessa causa saranno destinate le offerte raccolte con l’originale iniziativa KissForPeace, con la quale si potrà realizzare una foto professionale del proprio amore (22-29 aprile e 6 maggio).

Ancora, i ritmi appassionati del tango con il Mantova International Tango Festival (4-5-6-11-12-13 maggio) e il Tango Flashmob (1° maggio), e i migliori cibi di strada in Piazza Virgiliana con lo Streeat Food Festival, la rassegna dei migliori food truck (dal 27 aprile al 1° maggio). A Mantova Lovers ci sarà anche un vero e proprio guinness: la torta sbrisolona più lunga del mondo con assaggi gratuiti per tutti (29 aprile in Piazza Sordello, in collaborazione con Bottoli).

INFO E BIGLIETTERIA.
www.mantovalovers.it. Dal sito è possibile accedere anche alla prevendita di tutti gli eventi a pagamento, attraverso il sistema Do It Yourself (diyticket.it), un’innovativa piattaforma di ticketing che consente di ritirare comodamente i biglietti in qualsiasi Punto Sisal Pay.

IL PROGRAMMA PER ITINERARI TEMATICI

Talking City: Amore a Mantova
Itinerario tematico con performance teatrali. A cura di ARS Creazione e Spettacolo

Sabato 21 e domenica 22 aprile
Ore 16 e ore 18
Partenza dallo IAT di Piazza Erbe
Un percorso tra le grandi storie d’amore ambientate a Mantova, interpretate e animate dagli attori di ARS Creazione e Spettacolo. Tra vie, piazze, palazzi storici e angoli meno conosciuti della città, i partecipanti verranno condotti “per mano” e attraverseranno i secoli per incontrare i protagonisti appassionati di tante avvincenti storie che vedono sullo sfondo l’amore, declinato in varie sfumature.
Cosa accade all’architetto Bertani, l’ideatore della chiesa-teatro di Santa Barbara, quando il suo amore per la libertà viene tacciato di eresia? Qual è la vera storia di Isabella Boschetti e del suo amante Federico II Gonzaga? E poi, l’amore “politico” di cui rimane vittima Agnese Visconti e l’arrivo dello sfortunato Romeo di Shakespeare…
Regia: Federica Restani. Testi: Giacomo Cecchin.
Biglietti: 7 euro

 

Amor, ch’a nullo amato.
Visite guidate a tema. A cura delle guide turistiche Federagit-Confesercenti
Mercoledì 25 aprile, Sabato 28 e domenica 29 aprile, venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 maggio
Ore 17.30
Partenza dallo IAT di Piazza Erbe
Le guide turistiche abilitate Federagit-Confesercenti condurranno i partecipanti in un itinerario speciale, attraverso secoli di vicende amorose che hanno avuto per scenario la città di Mantova. Legami sentimentali ed episodi intriganti, unioni principesche e adulteri puniti severamente, letterati di corte e amori sulla carta, matrimoni combinati e tresche clandestine... Un tour ricco di racconti, citazioni e intriganti curiosità nei luoghi simbolo di Mantova e l’amore.
Tra i personaggi che incontreremo ci sono: gli Amanti di Valdaro, i protagonisti del Rigoletto di Giuseppe Verdi, i Gonzaga Ludovico, Guglielmo e Vincenzo, la sfortunata Agnese Visconti, Romeo e Giulietta, Paolo e Francesca, Isabella Boschetti e la vivace Fragoletta, attrice e locandiera che strinse una relazione nientemeno che con il figlio di Giacomo Casanova.
Biglietti: 8 euro 

EVENTI CULTURALI

KissForPeace
Una foto in coppia per beneficenza
Domenica 22 aprile, domenica 29 aprile, domenica 6 maggio
Ore: dalle 10 alle 19
Piazza Erbe – Rotonda di San Lorenzo
Un bacio per la pace, immortalato con occhio originale e creativo da un fotografo professionista. E’ questa l’idea dell’iniziativa KissForPeace, con la quale Mantova Lovers invita tutti gli innamorati a farsi scattare una foto con “bacio d’autore”. Non un banale ritratto di coppia, ma uno scatto unico, grazie anche all’impareggiabile bellezza della scenografia naturale offerta dal centro storico di Mantova capace di suscitare emozioni e suggestioni.
Mettetevi nelle mani (e negli occhi) di Mattia Bianchi (Spazio84.com), fotografo professionista specializzato in foto di teatro e still life, con all’attivo importanti collaborazioni (Thun Logistics, Illy caffè, Thun, Folli Follie, Progest Spa, Ars Creazione e Spettacolo, Festivaletteratura).
Le foto realizzate verranno caricate in tempo reale su social e web e potrete condividere la vostra istantanea romantica con i vostri amici.
Il tutto per una buona causa. Potrete farvi scattare la vostra foto con un’offerta libera che verrà interamente devoluta all’associazione Vento di Terra Onlus ONG per la realizzazione di una scuola per bambini siriani profughi in Giordania.
Evento di beneficenza con offerta libera

Metamorfosi. Il Viaggio
da Ovidio. Spettacolo itinerante a cura di ARS Creazione e Spettacolo, Teatro e Società, Associazione Metamorphosis
Sabato 28 aprile
1° turno: ore 19.30
2° turno: ore 20.45
3° turno: ore 22
Palazzo Te
“Metamorfosi, il viaggio” nasce da una rielaborazione di alcune parti della sconfinata opera Metamorphoseon di Ovidio, ritradotte e adattate per narrare la storia di un viaggio compiuto alle soglie del XX secolo da alcuni giovani in cerca di una trasformazione radicale della loro vita.
Diverse le ragioni per cui hanno deciso di partire, medesimo il desiderio di cambiamento.
Tra di loro si cela anche un viaggiatore solitario e misterioso, un poeta (forse un novello Ovidio?) che guiderà gli spettatori all'interno di uno spettacolo itinerante che si snoderà tra le sale del magnifico Palazzo Te e durante il quale i nostri viaggiatori rievocheranno quelle storie di “metamorfosi” cantate da Ovidio nell’opera che lo ha reso celebre.
Ecco allora alcune delle figure mitologiche più affascinanti come Narciso, Eco, Fetonte, Alcione, Apollo e Dafne tornare a vivere sotto forma, prima di aneddoto semplicemente raccontato, e poi direttamente vissuto dai viaggiatori stessi.
Giunti al termine del viaggio, i nostri protagonisti si renderanno conto di come il loro viaggio non sia in realtà giunto al termine ma sia piuttosto destinato ad una nuova trasformazione, ad un nuovo cambiamento e realizzeranno quanto più importante sia stato tutto quello che hanno vissuto fino a quel momento, comprendendo finalmente come “…non c’è mai una vera fine al nostro viaggio, poiché tutto si trasforma e nulla perisce e tutti noi non siamo altro che anime alate destinate ad una perpetua metamorfosi all’interno di questo grande universo”.
Lo spettacolo è stato inserito tra gli eventi ufficiali del Bimillenario della morte di Ovidio 2017/2018 e ha ricevuto il patrocino dell’Università La Sapienza di Roma.
Biglietti: 15 euro
E’ attiva una promozione speciale su questo evento: acquistando un biglietto in prevendita per “Metamorfosi. Il Viaggio” si potrà acquistare il biglietto per lo spettacolo “Romeo’s Dream” al prezzo scontato di € 5, e viceversa. Dopo l’acquisto del primo biglietto si riceverà un codice con cui acquistare il secondo spettacolo scontato.

 

Tango Flashmob
Martedì 1° maggio dalle 18 alle 22 

Lungorio
Anche quest'anno l'associazione E Allora Tango si prepara a ricevere un vasto pubblico per il Mantova International Tango Festival, nato nel 2001. Quest'anno l'anticipazione del festival di tango argentino, all'interno della rassegna Mantova Lovers, sarà un flashmob di tango sul Lungorio. Il 1° maggio, dalle 18 a mezzanotte, si vedranno ballerini fluttuare sul "listone" sulla musica della tdj Patty Galvani. Un'occasione per mescolare visitatori e ballerini in una danza che nasce in strada tra la gente, un ballo appassionato, uno dei volti di Mantova Lovers.
Tutte le informazioni sul festival su www.ealloratango.it.
Evento gratuito

 

Mantova International Tango Festival
Venerdì 4, sabato 5, domenica 6, venerdì 11, sabato 12, domenica 13 maggio
El Viejo Almacen Papelero, Str. Chiesanuova n. 27/i
Nato nel 2001, il Mantova International Tango Festival ha rapidamente conquistato gli appassionati del settore affermandosi come uno dei più apprezzati festival di tango. Anche quest’anno il primo dei due weekend del Festival (4-5-6 maggio) sarà inserito all’interno di Mantova Lovers, con un programma di alto livello e alcuni dei protagonisti della scena internazionale del ballo.
Ospiti d’eccezione i ballerini Mariano Chicho Frumboli e Juana Sepulveda
La location della scuola El Viejo Almacen Papelero ci trasporterà nell’atmosfera di una vera milonga argentina, dove si terranno serate di ballo con i migliori dj di tango in circolazione, lezioni e seminari con i maestri.
Il Mantova International Tango Festival proseguirà, poi il 11-12-13 maggio. Per informazioni: www.ealloratango.it.
Seminari: Per informazioni sui costi e iscrizioni: 333.5685420
Serate:
Venerdi 4 maggio dalle 22.30: Dj Luigi Felisatti - quota di partecipazione 10 euro
Sabato 5 maggio dalle 22: Dj Punto y Branca ed esibizione di Mariano Chicho Frumboli y Juana Sepulveda - quota di partecipazione: 15 euro.

 

Metamorfosi di un cammino. Presentazione del disco di Lele Barlera
Venerdì 4 maggio, ore 19.30
CreativeLab Lunetta, Vial.le Sardegna
Concept album che tratta il senso della crescita di un giovane individuo di indefinita età che, attraverso diversi momenti emozionali, procede sul cammino della vita alla ricerca della propria personalità. Costante ma mai ridondante è il riferimento, sempre delicato, alle figure dei genitori, a sottolineare l’ausilio di cui il giovane potrà beneficiare. Edizioni Progetti e Dintorni.
Evento gratuito

 

 Romeo’s Dream 

Da William Shakespeare. Spettacolo a cura di ARS Creazione e Spettacolo, in collaborazione con STM-Scuola di Teatro di Mantova e Juvenis Danza.
Venerdì 4 maggio, ore 21
Creative Lab Lunetta, V.le Sardegna
Dopo il sogno di Giulietta che, durante la prima edizione di Mantova Lovers, ha incantato il pubblico a Palazzo Te, torna la più grande delle storie d’amore, cantata da Shakespeare e rivisitata in chiave onirica nella particolare cornice underground del Creative Lab nel quartiere di Lunetta, periferia di Mantova.
Questa volta a farci entrare nei suoi sogni è Romeo. Quella del Montecchi è una visione personale ed emotiva della storia, che si esprime in uno spettacolo itinerante originalissimo, che porterà il pubblico direttamente al centro di una storia che non smetterà mai di appassionare.
Ideazione e regia: Federica Restani. Coreografie: Greta Bregantini, Giovanna Venturini.
Biglietti: 15 euro 
E’ attiva una promozione speciale su questo evento: acquistando un biglietto in prevendita per “Romeo’s Dream” si potrà acquistare il biglietto per lo spettacolo “Metamorfosi. Il Viaggio” al prezzo scontato di 5 euro, e viceversa. Dopo l’acquisto del primo biglietto si riceverà un codice con cui acquistare il secondo spettacolo scontato.

Fin ch’io viva. Anteprima dell’opera pop su Isabella d’Este
A cura del Liceo “Isabella d’Este”
Sabato 5 maggio, dalle 16 alle 18
Lungorio
Un musical ispirato alla figura di una grande donna, intelligente, sensibile e carismatica: Isabella d’Este. “Fin ch’io viva” è l’opera pop portata in scena dagli studenti del Liceo “Isabella d’Este” di Mantova guidati, per la parte di canto dell’indirizzo musicale, da Gabriele Barlera che ha composto le musiche e ideato l’opera, mentre l’orchestra è diretta da Daniele Braghini, ai quali si aggiungono i danzatori delle classi dell’indirizzo coreutico dirette da Marta Cicu, Gianluca Possidente, Sara Ferro e Alessia Palombino.
In attesa della prima assoluta (il 24 maggio al Teatro Ariston) a Mantova Lovers vedremo una serie di pillole dallo spettacolo, in anteprima.
La storia appassionante di una figura femminile eccezionale del Rinascimento italiano, trasformata in musical in pieno stile Broadway.
Isabella d’Este, figlia della nobile Eleonora d’Aragona e di Ercole d’Este, viene promessa in sposa al conte di Mantova, Francesco II Gonzaga, mentre la sorella minore, Beatrice, dovrà sposare il duca di Milano, Ludovico il Moro. Questo matrimonio accende subito l’invidia e la gelosia tra le due sorelle che diventeranno le signore di due delle corti tra le più prestigiose del Nord Italia. Quando Isabella, in visita al ducato dove regna Beatrice, nota un dipinto fatto da Leonardo da Vinci (allora a servizio della corte milanese) a Cecilia Galerani, amante del duca, cercherà di avere uno simile dal duca Ludovico ammaliato dalla sua bellezza. Ma Beatrice, gelosa delle attenzioni che il marito dedica alla sorella, si oppone e con l’astuzia riesce ad impedire la realizzazione del dipinto. Ma la storia talvolta è più forte degli uomini: il ducato di Milano viene stretto d’assedio dal re di Francia.
Chi era in auge ora è fuggitivo. Sembra che la storia stia per stringere la mano su Mantova. Prima che sia tardi, riuscirà Isabella ad ottenere quel tanto agognato ritratto che la farà vivere in eterno?
Regia di Federica Restani.
Evento gratuito

 

L’amata Siria. Concerto di beneficenza
Sabato 6 maggio, ore 18
Basilica Palatina di Santa Barbara
Direttore d’Orchestra: Nahel Al Halabi
Con la partecipazione di:
SONG Onlus – Sistema Orchestre e Cori Giovanili Lombardia
Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova
Liceo Musicale “Isabella d’Este” di Mantova
Orchestra Teatro Carlo Felice di Genova
Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici
Associazione Vento di Terra ONG Onlus
Amore è anche solidarietà. Per questo Mantova Lovers inaugura un importante progetto di beneficenza a favore della Siria, che muoverà i primi passi proprio durante la seconda edizione del festival, con un concerto di beneficenza, per poi dar vita a iniziative di ampio respiro a livello nazionale.
Attraverso il linguaggio più puro di tutti – quello della musica – e con la partecipazione di musicisti di diverse età, l’obiettivo è richiamare i tanti legami che, nella storia, uniscono Italia e Siria e sensibilizzare sulla gravissima crisi umanitaria di questo paese, con un approccio che vuole essere aperto, cosmopolita ed ecumenico.
Sotto la guida di un compositore e direttore d’orchestra d’eccezione, il Maestro siriano Nahel Al Halabi, si esibiranno i giovanissimi musicisti di SONG – Sistema in Lombardia (www.sistemalombardia.eu) e quelli del Conservatorio di Mantova, dell’Orchestra Carlo Felice di Genova e dell’Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici, oltre ai ballerini del Liceo Musicale di Mantova.
Il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto all’associazione Vento di Terra ONG Onlus per il Centro per l'Educazione Informale nel governatorato di Mafrac per l’accoglienza e l’educazione dei bimbi siriani profughi in Giordania.
Biglietti: 15 euro
Il ricavato dell’evento sarà devoluto all’associazione Vento di Terra Onlus per la Siria

 

EVENTI ENOGASTRONOMICI

 Streeat. Food Truck Festival a Mantova Lovers

Da venerdì 27 aprile a martedì 1° maggio
Piazza Virgiliana
Il primo e l'originale festival interamente dedicato ai migliori food truck d'Italia e ai loro cibi di qualità arriva, in occasione di Mantova Lovers, anche a Mantova e trova spazio nella bellissima cornice verde di Piazza Virgiliana. Tante specialità da nord a sud della penisola, selezionate secondo i rigidi parametri di Streeat.
Fast, cheap, gourmet, design e on the road convivono su camioncini allestiti come vere e proprie
cucine itineranti. L’esperienza gastronomica è totale e unica, dal dolce al salato ce ne sarà per tutti i gusti e le intolleranze, nessuno escluso. Il buon cibo di qualità per tutti e per tutte le tasche, accompagnato da ottime birre artigianali dei migliori birrai d'Italia e abbinato ad una selezione musicale eccellente a cura della storica Barley Arts Promotion (dal 1979).
Ingresso gratuito

 

Torta da record. Una sbrisolona lunga 100 metri!
In collaborazione con Bottoli Spa Industria Panificazione
Domenica 29 aprile, ore 17
Piazza Sordello
La passione di Mantova Lovers batte tutti i record, anche quello di dolcezza! Quest’anno il festival ospita un vero e proprio guinness e batterà il record della torta sbrisolona più lunga del mondo. Un vero simbolo della mantovanità più dolce, quindi, che dopo i 79 metri raggiunti alcuni anni fa a Sabbioneta, supererà il record mondiale con una torta lunga ben 100 metri. La location non potrebbe essere più speciale: la magnifica Piazza Sordello, sotto lo sguardo del Palazzo Ducale.
Naturalmente, assaggi per tutti!
In collaborazione con Carta Grossi e Evoluzione Biz.
Evento gratuito

 

PROGRAMMA GIORNALIERO

Sabato 21 Aprile
16:00 Talking City Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 7 euro
18:00 Talking City Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 7 euro

Domenica 22 Aprile
10:00-19:00 KissForPeace Piazza Erbe Offerta libera per la Siria
16:00 Talking City Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 7 euro
18:00 Talking City Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 7 euro

Mercoledì 25 Aprile
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro

Venerdì 27 Aprile
Streeat. Food Truck Festival Piazza Virgiliana Ingresso gratuito

Sabato 28 Aprile
Streeat. Food Truck Festival Piazza Virgiliana Ingresso gratuito
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro
19.30 Metamorfosi. Il viaggio Palazzo Te Biglietti: 15 euro
20.45 Metamorfosi. Il viaggio Palazzo Te Biglietti: 15 euro
22.00 Metamorfosi. Il viaggio Palazzo Te Biglietti: 15 euro

 

Domenica 29 Aprile
Streeat. Food Truck Festival Piazza Virgiliana Ingresso gratuito
10:00-19:00 KissForPeace Piazza Erbe Offerta libera per la Siria
17:00 Torta da record: una sbrisolona lunga 100 metri Piazza Sordello Assaggi gratuiti
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro

Lunedì 30 Aprile
Streeat. Food Truck Festival Piazza Virgiliana Ingresso gratuito

Martedì 1° Maggio
Streeat. Food Truck Festival Piazza Virgiliana Ingresso gratuito
18:00-22:00 Tango Flashmob Lungorio Evento gratuito

Venerdì 4 Maggio
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro
19.30 Metamorfosi di un cammino. Presentazione del disco Creative Lab Lunetta Evento gratuito
21:00 Romeo’s Dream Creative Lab Lunetta Biglietti: 15 euro

Sabato 5 Maggio
16:00– 18:00 Anteprima Fin ch’io viva. Opera pop Lungorio Evento gratuito
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro
22:30 Mantova International Tango Festival: milonga con tdj Luigi Felisatti El Viejo Almacen Papelero, Str. Chiesanuova n. 27/i Ingresso 10 euro

Domenica 6 Maggio
10:00-19:00 KissForPeace Piazza Erbe Offerta libera per la Siria
17:30 Amor, ch’a nullo amato. Visite guidate a tema Partenza IAT piazza Erbe Biglietti: 8 euro
18:00 L’amata Siria. Concerto di beneficenza Basilica Palatina di Santa Barbara Biglietti: 15 euro
22:30 Mantova International Tango Festival: milonga con Mariano Chicho Frumboli y Juana Sepulveda El Viejo Almacen Papelero, Str. Chiesanuova n. 27/i Ingresso 15 euro

Sabato, 21 Aprile 2018 12:39
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La presentazione alla TeresianaI due ritratti di grandi dimensioni recentemente donati dalla famiglia Cavriani alla Biblioteca Teresiana di Mantova raffigurano due importanti esponenti di questa nobile famiglia mantovana: Ottavio (1655-1726) e Annibale (1719-1803). I due dipinti, che si aggiungono al fondo bibliografico Ippolito Cavriani donato alla Teresiana nel 1899, vanno ad arricchire la quadreria storica della Biblioteca. Entrambi i personaggi raffigurati ebbero un ruolo di primo piano nel panorama politico e culturale mantovano del XVIII secolo. Muovendosi con grande abilità diplomatica seppero acquisire onori e privilegi anche sul piano internazionale, ottenendo benefici che favorirono sempre più l’identità aristocratica della famiglia.

La presentazione si è tenuta giovedì 29 marzo nella sala dei prestiti della biblioteca di via Ardigò 13. All’incontro sono intervenuti, oltre all’assessore alle Biblioteche del Comune di Mantova Paola Nobis, alla dirigente comunale alle biblioteche Irma Pagliari al direttore delle biblioteche comunali Cesare Guerra, alla conservatrice Chiara Pisani, la donatrice Barbara Marsigli Rossi Lombardi che ha lasciato i quadri alla Teresiana in ricordo della madre Aliana Cavriani, vissuta nel palazzo di via Trento. Erano presenti anche le sorelle della donatrice Paola e Alessandra e il restauratore Francesco Melli. “Sono due opere di valore – ha osservato Nobis – e ora diventano un patrimonio per tutta la comunità”.

I due dipinti facevano parte un tempo della ricchissima galleria degli antenati della nobile famiglia. Così come tutte le raccolte d’arte dei Cavriani, anche questa collezione di ritratti, iniziata nel XVIII secolo, è andata in gran parte dispersa. Tale diaspora rende molto complesso ricostruire pienamente la portata e l’importanza del prezioso patrimonio artistico appartenuto ai marchesi Cavriani e oggi testimoniato soprattutto dai documenti d’archivio che ne attestano, tra il XVIII e il XIX secolo, il ruolo di primo piano nel mecenatismo e nella committenza d’arte locale. Gli studi dei rapporti di questa casata aristocratica con l'ambiente artistico mantovano stanno facendo emergere sempre più la dimensione complementare che la famiglia svolse rispetto alla corte ducale: non a caso il Settecento, epoca aurea dei Cavriani, coincide con il declino e l'eclissi dei Gonzaga. Conservare e valorizzare quanto rimane di questa illustre eredità appare perciò di primario interesse per l’intera comunità mantovana.

Giovedì, 29 Marzo 2018 10:11
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

 Alla Casa di Rigoletto la nuova mostra fotografica di Daniele Pontiroli “Viaggi e Memorie". L'inaugurazione si è tenuta sabato 24 marzo.
La Bretagna come luogo dell’anima, dove osare pensieri di fuga, di abbandono, di non ritorno, è un luogo da scoprire passo dopo passo, aspro e possente come un Calvados di campagna, sferzato e segnato dal vento come il volto di un lupo di mare.

In questa atmosfera insieme lirica e selvaggia, Daniele Pontiroli annusa la dolcezza dell’approdo, e il suo sentire, il suo vedere, il suo cercare, sembrano placarsi appagati. Ma è la sensazione di un attimo: il viaggio diviene un interminabile abbraccio, esasperato, dilatato dall’uso dal grandangolo. I luoghi sembrano sottostare alla furia del vento, si sgretolano insieme alle pietre instabili di chiese oltraggiate dal tempo, lasciandosi tentare dalla severità di un bianco e nero fortemente contrastato, cedendo, a volte, pure alle lusinghe del colore.

Così amorevolmente interpretata e deformata, la terra di Bretagna si fa, in queste fotografie, terra “pontiroliana”, conquistata, fatta propria attraverso immagini che sfuggono ormai all’oggettività, per scivolare in una dimensione soggettiva quanto surreale, distorcendo per eccesso la realtà fino a lambire l’astrazione. Un analogo procedimento adotta Pontiroli in quelle “non-fotografie” apparentemente tanto distanti, che chiudono il catalogo e la mostra.

Di fatto, dalla dilatazione esasperata di fotogrammi (o porzioni di essi) martoriati con acidi, bruciature, solarizzazioni, materiali accidentali, complice la stampa a contatto, si ottengono queste immagini astratte o, per meglio dire, sperimentali. Il termine “non-fotografie” appare infatti inadeguato, visto che a venir meno è solamente l’uso della fotocamera, non quello dei procedimenti di stampa.

I risultati sono tanto casuali quanto sorprendenti e gran parte del fascino di queste immagini deriva dalla loro irriproducibilità, dall’impossibilità di ricreare le stesse condizioni che hanno dato vita a questi azzardi estetici. Ma l’idea della dilatazione del reale, fino a ingenerare una totale decontestualizzazione dell’oggetto rappresentato -sia esso un paesaggio, una chiesa o un fotogramma lacerato- è alla radice della ricerca di Pontiroli, sempre e comunque.

Se nel caso del viaggio bretone la deformazione grandangolare asseconda ed esaspera gli effetti del vento, l’orizzontalità del paesaggio, la stortura di un muro secolare, in questo viaggio mentale fatto di sperimentazioni estreme è il concetto stesso di realtà ad essere messo in discussione, dal momento che oggetti tangibili, tridimensionali, assolutamente reali e appartenenti alla nostra quotidianità danno vita a immagini del tutto orfane di ciò che le ha generate.

Inoltre, a differenza del ciclo bretone, che trasuda compiacimento estetico e amore per i luoghi, queste prove non hanno memoria, non conservano traccia del loro vissuto, pur essendo ricche di fascino ed esteticamente stimolanti.

Carlo Micheli


Titolo della mostra: “viaggi e memorie”
Autore: Daniele Pontiroli
Genere: fotografia
Luogo: Casa di Rigoletto - Mantova, Piazza Sordello
Inaugurazione: 24 marzo - ore 18
Durata: 24 marzo/22 aprile 2018
Organizzazione: Comune di Mantova - Ufficio Mostre
A cura di: Carlo Micheli, con la collaborazione di Alberto Butera
Stampa catalogo: Paolo Etturi - Mantova
Info: 0376.288208
Orari: tutti i giorni 9-18

Lunedì, 19 Marzo 2018 11:53
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version