Switch to desktop
News Cultura

Fatticult è un’occasione di ascolto e incontro su innovazione e cultura, strategie e imprese creative come motore di crescita di un territorio. La manifestazione è giunta alla 5ª edizione e si terrà dal 27 al 29 settembre 2018. Il programma è stato presentato martedì 25 settembre nella Sala Consiliare del Comune di Mantova dall'assessore alla Creatività e alla Partecipazione Giovanile Andrea Caprini e dal presidente di Pantacon Matteo Rebecchi.

I linguaggi della cultura e il loro ruolo nella trasformazione delle città tornano al centro degli eventi di Fatticult 2018. La quinta edizione dell’appuntamento mantovano organizzato da Pantacon darà linfa ad un confronto tra teorie, pratiche ed esperienze attorno al processo di rigenerazione di spazi fisici e immateriali nei contesti urbani ed extra-urbani attraverso i linguaggi della cultura e delle nuove tecnologie riflettendo anche su spazi creativi e modelli organizzativi, pensando soprattutto a esigenze e prospettive delle nuove generazioni di under 20.


Come operano le istituzioni culturali nei processi di trasformazione delle città contemporanee? Come dialogano con i “nuovi cittadini”? Domande aperte a cui Fatticult cercherà di dare risposta in questo 2018, Anno Europeo del Patrimonio, che coincide con il decennale Unesco Mantova Sabbioneta e con nuovi importanti passi dei progetti europei Intherit e Bhenefit.
Sarà anche un’edizione ricca di momenti di intrattenimento, che trovano proprio in città la loro ispirazione: grazie alle esperienze artistiche di Pantacon, il potere della scienza e i suoni della città e della natura costruiranno nuove emozionanti esperienze per il pubblico.


A Fatticult 2018, anche grazie alla consulenza organizzativa di CheFare e ArtLab, come sempre ospiti importanti del mondo accademico e professionisti di settore, provenienti da tutta Italia, saranno coinvolti insieme al pubblico in focus specifici, seminari, workshop, eventi, in Santagnese10 e al Creative Lab, suo spazio “gemello” dedicato ad artigianato digitale e nuove tecnologie.

 

La quinta edizione di Fatticult si svolgerà a Mantova dal 27 al 29 settembre 2018.

È ora possibile registrarsi alla quinta edizione di Fattidicultura 2018. L’iscrizione serve agli organizzatori per gestire al meglio gli spazi e l’accoglienza del pubblico, non è obbligatoria ma consigliata e richiesta: http://www.fattidicultura.it/iscriviti/

Info e programma: http://www.fattidicultura.it/

Giovedì, 20 Settembre 2018 09:32
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Dal 19 al 21 settembre il Teatro Bibiena ospiterà un convegno sul concetto di territorialità. Che relazione esiste tra territorio, riconoscimento del territorio e coscienza di appartenenza a un territorio?

 

Il convegno “Autocoscienza del territorio, storie e miti: dal mondo antico all’età moderna”, organizzato dal Centro Studi Leon Battista Alberti, parte da questa domanda di grande attualità e si propone di trovare una risposta tramite un salto nel passato. Per tre giorni storici dell’arte e studiosi nazionali e internazionali accompagneranno l’ascoltatore in un viaggio a ritroso nello spazio e nel tempo, al fine di comprendere il rapporto peculiare di una società rispetto al proprio territorio.

 

Si passerà dall’analisi della concezione dei luoghi sacri nell’antica Roma, all’idea dello spazio nel mondo musulmano, toccando temi scottanti come quelli delle regioni di confine, da sempre protagoniste di scontri ideologici e non. Categorie e idee consolidate nel corso degli anni verranno messe in discussione, attraverso l’indagine sperimentale e scientifica di alcuni dei moltissimi casi possibili. Il discorso non toccherà solo l’ambito storiografico, ma anche per quello dell’arte, della cultura e della vita quotidiana: si scoprirà così che dal mondo antico all’età moderna il problema dell’identità territoriale è sempre stato al centro di dibattiti filosofici e politici, in una parola umani.

 

La partecipazione è libera sino ad esaurimento posti.
I lavori del convegno inizieranno alle ore 9 del 19 settembre. Il programma della tre giorni è consultabile sul sito www.fondazioneleonbattistaalberti.it  
Per info scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o chiamare 0376 367183
Facebook: La Loggia dell’arte

Lunedì, 17 Settembre 2018 16:56
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

La manifestazione Villaggio della Salute a Mantova in Centro storico sabato 15 e domenica 16 settembre, ormai alla terza edizione, ha lo scopo di avvicinare sempre di più la popolazione sulle tematiche della salute.
Tale iniziativa, oltre ad essere un'importante occasione per la popolazione a livello di prevenzione/formazione/informazione, è anche un'iniziativa volta a promuovere la formazione dei professionisti che lavorano in ambito sanitario, come per esempio medici, infermieri, farmacisti, psicologi e soccorritori. 
Il progetto è promosso da Croce Rossa Mantova (che fa da "Capofila") ma all'interno della stesso, sono presenti diverse associazioni del territorio come AVIS, AIDO e ABEO.

Quest'anno, all'interno della manifestazione ci sono diversi eventi come convegni, attività per bambini e attività con gli animali in collaborazione con il maneggio di ponte21 e le unità cinofile della CRI.
Per iscriversi, basta accedere al portale e compilare il modulo nella sezione ISCRIZIONI.


http://crivillagevillaggi.wixsite.com/villaggiosalute 

Martedì, 11 Settembre 2018 16:14
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Impero Nigiani. Il fantastico cavaliere Don Quijote: la Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) in via XX Settembre 11/13/15, dal 9 Settembre al 14 Ottobre 2018 presenta al primo piano la personale dell’artista fiorentino Impero Nigiani “Il fantastico cavaliere Don Quijote”.
La mostra, curata da Arianna Sartori, gode dei patrocini di Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Mantova, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano e ProLoco di Castel d’Ario.
La mostra “Il fantastico cavaliere Don Quijote” si inaugurerà Domenica 9 Settembre alle ore 11.00
La Mostra comprende venti dipinti eseguiti con la tecnica dell’olio su tela (cm 60x60) e sei disegni realizzati con la tecnica della sanguigna su carta (cm 60x50).

 

In allegato il comunicato stampa con tutte le info sulla mostra

Martedì, 04 Settembre 2018 10:54
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Una mostra che si fa racconto in occasione del Festival della Letteratura di Mantova. Tre stanze, ogni stanza un capitolo, ogni opera una frase. È la monografica “Pino Deodato. Inchiostro”, a cura di Carlo Micheli, che apre alla Casa di Rigoletto fino al 30 settembre 2018. Come anticipa il titolo, è l’inchiostro – su terracotta e su carta – il protagonista dell’esposizione. Pigmento che diventa strumento di racconto, non attraverso la parola scritta ma attraverso l’arte visiva. In oltre quaranta opere, di cui circa trenta sculture e una decina di carte, l’artista – tramite il suo ormai celebre “omino” che ricorre in tutti i suoi lavori – rappresenta con sensibilità, pudore, riservatezza, rispetto, semplicità, l’arduo tema della ricerca della Verità.

Lo fa collocando il suo piccolo personaggio in varie situazioni – in case, in biblioteche, sotto il cielo stellato –, spesso rivolto verso il muro, invitando il visitatore a scrutarlo per immaginare il suo volto. “Si badi – spiega Giorgio Bonomi nel suo testo critico – non si tratta di timidezza né di poca educazione ma, appunto, di rispetto per l’altro da sé”. Sono soprattutto le biblioteche, l’ambientazione favorita di Deodato: architetture in terracotta di medie dimensioni (45x34 cm) che sovrastano, zeppe di libri, i protagonisti delle sue sculture. L’uomo qui rappresentato cerca di appropriarsi di tutto lo scibile umano, credendo di potervi trovare la Verità. Non la troverà, ma come San Tommaso – personaggio cui è dedicata la prima sala – non smetterà mai di cercarla.

Pittore e scultore, Pino Deodato esprime con materiali semplici – la terracotta, la carta e, in questa speciale occasione, anche l’inchiostro – questioni etiche, estetiche e filosofiche, complesse che stanno a cuore all’uomo contemporaneo. Il suo linguaggio fatto di estrema sintesi di forme e colori, addirittura solo il bianco e nero nell’esposizione mantovana, tenta di riappropriarsi dei valori profondi che la civiltà odierna sembra quotidianamente smarrire.
“Cerco di affrontare temi articolati in modo semplice – dice l’artista – che è poi quello che l’arte dovrebbe fare: rendere accessibili a tutti argomenti difficili”.

Per sottolineare l’aspetto narrativo dell’esposizione, l’artista ha invitato tre autori – Alberto Barranco di Valdivieso, Maurizio Padovano e Michael Uras – a lasciarsi ispirare da uno dei suoi lavori per la composizione di un racconto.
I tre scritti sono raccolti nel catalogo edito per l’esposizione che contiene, inoltre, le immagini delle opere in mostra e i testi critici di Carlo Micheli e Giorgio Bonomi.

La mostra si avvale del patrocinio del Comune di Mantova.



Titolo Pino Deodato. Inchiostro. A cura di Carlo Micheli
Sede Mantova, Casa di Rigoletto, Piazza Sordello, 23
Fino al 30 settembre 2018
Orari: tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00
Ingresso libero
Info: Casa di Rigoletto, tel. 0376 288208

Catalogo con testi critici di Carlo Micheli e Giorgio Bonomi e racconti di Alberto Barranco di Valdivieso, Maurizio Padovano e Michael Uras

Lunedì, 03 Settembre 2018 17:03
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

nuvol

La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) in via XX Settembre 11/13/15, dal 9 Settembre al 14 Ottobre 2018 presenta la sesta rassegna “Artisti per NUVOLARI” 2018 e si inaugurerà Domenica 9 Settembre 2018, ore 11.00.
La mostra, che nasce da un’idea e progetto di Adalberto Sartori, gode dei patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Mantova, Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano, AMAMS Tazio Nuvolari, Amici del Museo Tazio Nuvolari, Automobile Club Mantova, Mantova Corse, Museo Tazio Nuvolari.

60 artisti invitati: Ascari Franca • Baldassin Cesare • Bassi Massimo • Biagioni Emanuele • Bolognesi Anna • Bonafini Annalisa • Bongini Alberto • Borgianni Marco • Bornoffi Luca • Cancelliere Mario • Capodiferro Gabriella • Capraro Sabina • Castagna Angelo • Chiappa Tommaso • Cocchi Pierluigi • Consolini Alberto • Costa Piero • Cusino Giuliana • D’Ambrosi Diego • Della Valle Marcello • De Marinis Fausto • De Micheli Gioxe • Desiderati Luigi • Favero Emanuele Ascanio • Ferraris Giancarlo • Ferri Massimo • Filippini Claudio • Fonsati Rodolfo • Galbusera Renato • Garuti Giordano • Gravina Aurelio • Luchini Riccardo • Mafino Beniamino • Martino Maurizio • Miano Antonio • Molinari Mauro • Monaco Maria Elena • Morra Rosario • Musi Roberta • Orlandini Fabrizio • Pallotta Caterina • Picciolini Francesco • Piovosi Oscar • Prinetti Silvana • Romani Maurizio • Rossato Kiara • Rovati Rolando • Santoli Leonardo • Sauvage Max • Settembrini Marisa • Tettamanti Mario • Titonel Angelo • Tomasoni Silvio • Tonelli Natalino • Trombini Giuliano • Venditti Alberto • Violi Carmelo • Vitale Mario • Wal • Zoli Carlo

INAUGURAZIONE:  9 Settembre alle 11.00

Durata: dal 9 Settembre al 14 Ottobre 2018
Idea e progetto: Adalberto Sartori
Mostra e catalogo a cura di: Arianna Sartori
Presentazione in catalogo: Emilio Fario (1963)
Testo critico in catalogo: Maria Gabriella Savoia
Catalogo: italiano/inglese
Editore: Archivio Sartori Editore, Mantova
Stampa: Monotipiacremonese & associati srl, Cremona
Progetto espositivo e allestimento: Stefano Bosi
Organizzazione: Associazione Culturale Casa Museo Sartori, Castel d’Ario


Orario: Sabato 15.30-19.00 - Domenica 10.30-12.30 / 15.30-19.00.
Ingresso: libero.

Info: www.artistipernuvolari.it  | tel. 0376324260














Mercoledì, 29 Agosto 2018 09:49
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

In occasione dei dieci anni dall’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale, il sito Mantova e Sabbioneta presenta un calendario di eventi di videoinstallazioni mirati a valorizzare il patrimonio delle due città. Il 25, 26 e 29 agosto a Mantova, l’8 settembre a Sabbioneta.

Entra nel vivo tra agosto e settembre il programma di eventi del Decennale del sito Mantova e Sabbioneta inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Con un doppio evento visual, voluto e promosso dall’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale UNESCO, le bellezze delle due città diventano parte integrante di uno spettacolo unico e saranno contemporaneamente scenografia e ispirazione con videoinstallazioni architetturali esterne che, giocando con i monumenti, ne racconteranno storia, arte e suggestioni. Contemporaneamente sia a Mantova il 25, 26 e 29 agosto che a Sabbioneta l’8 settembre, tra pomeriggio e serata, altri dieci eventi video saranno dislocati in più spazi monumentali interni per invitare il pubblico a seguire un percorso ideale: l’osservazione di sale, palazzi, portici e monumenti sarà suggestiva e inedita, in un dialogo tra suoni, immagini e colori che ne amplificano la bellezza e il suo protagonismo storico.



ATTENZIONE
A causa dei forti temporali previsti per la serata di sabato 25 agosto, l'organizzazione ha ritenuto necessario spostare l'evento LUCI SUL PATRIMONIO, programmato per tale data, a mercoledì 29 agosto. La manifestazione si svolgerà come da programma originale, con inizio alle ore 21.30 dalle Pescherie di Giulio Romano
A Mantova il 29 agosto lo spettacolo inizia alle 21.30 alle Pescherie di Giulio Romano con la prima videoinstallazione architetturale a cura di Zero Beat, per la regia di Roberto Pavani e Matteo Codognola. L’acqua è l’assoluta protagonista di questo lavoro pensato per un luogo chiave della storia di Mantova passata e presente. L’area del Lungo Rio, tornata di diritto all’attenzione della vita cittadina grazie al progetto di recupero delle Pescherie, sarà il punto di partenza della performance. Tutto avrà origine da una goccia, che darà vita a figure stilizzate e geometriche.
Alle 21.45 lo spostamento verso Piazza Castello per la seconda parte dello spettacolo sarà guidato dalla passeggiata teatrale a cura di Teatro Magro (regia di Flavio Cortellazzi). Parte lungo il Rio con cinque lavandaie e immagini storiche della città per proseguire con la figura di Isabella d’Este, ricomponendo affreschi iconici di Mantova che coinvolgono il pubblico, protagonista di un percorso vitale di tutela e valorizzazione del nostro patrimonio storico e artistico.
In Piazza Castello alle 22.15 inizia lo spettacolo costruito da Sensitive Mind in collaborazione con Zerolab (regia di Pietro Grandi e Marco Bonzanini) grazie alla tecnica del videomapping architetturale.
Uno spettacolo che dialoga con la superficie complessa del lato della facciata ad emiciclo di piazza Castello, con archi a tutto sesto. L’araldica della famiglia Gonzaga apre questo viaggio attraverso i simboli dell’evoluzione architettonica e urbanistica di Mantova, tra schizzi, prospettive albertiane e tipiche composizioni rinascimentali come il bugnato giuliesco. In un crescendo narrativo, gli elementi compaiono per narrare le gesta di artisti e personaggi storici, icone indelebili della storia di Mantova e del Rinascimento Italiano.


A Sabbioneta l’8 settembre alle 21.30
Zero Beat racconterà la città ideale fondata da Vespasiano Gonzaga nella seconda metà del ‘500, con una video installazione architetturale pensata per Piazza Ducale. Progettata e pensata a partire dagli ideali urbanistici e umanistici del Rinascimento è riconosciuta dal Comitato del Patrimonio Mondiale come uno dei migliori esempi di applicazione delle teorie rinascimentali ad una città di nuova fondazione.
Le musiche delle videoinstallazioni sono a cura di Carlo Cialdo Capelli tratte dagli album Sul filo dell’acqua, Fuochi e Il giardino delle Stelle.



Il 25 e 26 agosto RACCONTARE MANTOVA E SABBIONETA PATRIMONIO MONDIALE: dieci videoinstallazioni realizzate dai creativi selezionati visibili all’interno dei monumenti delle città
Il Decennale ha voluto aprirsi anche a nuovi creativi con la passione per il video, prima con un workshop gratuito e poi con una Call for Ideas tematica dedicata a entrambe le città. Sono stati messi a disposizione dei partecipanti i monumenti di Mantova e Sabbioneta, come ideali tele su cui costruire una libera narrazione attorno al concetto di città rinascimentale come prodotto di un pensiero che ha influenzato la pianificazione urbanistica delle città, sul legame particolare tra le città di Mantova e Sabbioneta con l’acqua, e sul concetto di presa in cura del Patrimonio da parte della collettività.
Sono 10 i lavori selezionati (5 per ogni città) che saranno visibili a rotazione nelle diverse location a Mantova, il 25 e 26 agosto dalle ore 16 alle 19 e a Sabbioneta, nelle sale di Palazzo Ducale, l’8 settembre dalle ore 20 alle 23.


Mantova:

Rotonda di San Lorenzo: Federico Nardella, Luca Trentini e Denny Dondi con La memoria dell’acqua
Madonna della Vittoria: Nicola Biasiolli con Goldfish
Cripta del Tempio di San Sebastiano: Elena Bugada con Odia la tua gabbia
Palazzo Te: Martina Brunelli E Tommaso Bassanini (Artom Pixels) con Volumi di luce
Casa della Beata Osanna Andreasi: Desiree Cabrini e Letizia Torresan con Mantova Specchiata e la Classe 1G Enaip Lombardia con GiriAmo Mantova

Sabbioneta:
Sale di Palazzo Ducale
Pierluigi Bonfatti Sabbioni con Il volo alto dell’occhio
William Grandi con Un giorno a Sabbioneta

Ugo Anghinoni e Elena Vitari con Ricordi…

Massimiliano Cordioli con Mantova e Sabbioneta: tra arte e cultura, acqua e mura.
Deborah Minotto con Rinascimento Sonoro

 

Info: http://www.mantovasabbioneta-unesco.it/

 

Martedì, 21 Agosto 2018 11:44
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...


A Mantova la tappa inaugurale della 31esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, il Ferrara Buskers Festival®

Ancorato alle radici ma con la capacità straordinaria di rinnovarsi, la 31esima edizione del Ferrara Buskers Festival® la Rassegna Internazionale del Musicista di Strada in scena dal 16 al 26 agosto 2018, è pronta ad invadere con oltre 1000 musicisti ed artisti le strade e le piazze del centro storico Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Città Ospite d’Onore di questa edizione Dublino, celebrata per l’importante valorizzazione che da anni fa dei buskers, con musica ed eventi. Diversi i musicisti che arriveranno dall’Irlanda, pronti a far divertire il pubblico con ballate, melodie, e la tradizionale musica irlandese. Venti i gruppi di Musicisti Invitati, provenienti da tante nazioni del mondo, che si esibiranno durante gli 11 giorni della rassegna.

Cominceranno da Mantova, la tappa inaugurale del 16 agosto, per spostarsi a Comacchio il 17 agosto e poi a Lugo di Romagna (RA) il 20 agosto. Nel fine settimana del 18 e 19 agosto e poi dal 21 al 26, i musicisti si esibiranno sul palcoscenico ferrarese, tra il Castello Estense e i bellissimi palazzi e monumenti della città, mettendo in scena oltre 100 spettacoli al giorno, con più di 300 formazioni di Artisti Accreditati. Tutti i buskers si esibiscono “a cappello”, senza cachet, come è proprio dello spirito degli artisti di strada. Spetta alla generosità del pubblico ricompensarli per la performance. Per la prima volta, gli spettatori potranno partecipare ai BuskersLAB, laboratori di costruzione di strumenti musicali insoliti, con la guida di maestri buskers. I laboratori si svolgeranno dal 23 al 26 agosto in luoghi della cultura ferrarese, a Palazzo dei Diamanti, nella Biblioteca comunale Ariostea, nel Teatro Comunale di Ferrara, e nell’Officina Bottoni, il posto in cui è stato ideato il Ferrara Buskers Festival®. Gli spettacoli si terranno tutti i giorni dalle 18.00 alle 24.00, ad esclusione di domenica 26, che vedrà gli artisti esibirsi in strada dalle 17.00 alle 20.00 e poi sul palco allestito in Piazza Castello, sotto lo sguardo del Castello Estense dalle 21.00. Nel cortile del maniero, inoltre, ogni notte da mezzanotte in poi i musicisti daranno vita ai concerti delle Notti Buskers, presentate da Puedes. Il Ferrara Buskers Festival riaffermerà il suo carattere green e solidale attraverso una miriade di iniziative e in particolare attraverso il Progetto Ecofestival realizzato in collaborazione con Gruppo Hera e il Grande Cappello sviluppato assieme ad Ibo Italia.


Info: www.ferrarabuskers.com/ 

Giovedì, 02 Agosto 2018 10:49
Pubblicato in Cultura
Leggi tutto...

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version