Logo
Stampa questa pagina

"Tempo d'Orchestra": tra grandi nomi internazionali e ottime orchestre In evidenza

Buvoli, Fabiano, Palazzi e Anghinoni presentano la nuova stagione di Tempo d'OrchestraDal 15 ottobre al 1° aprile 2017 si svolgerà la manifestazione musicale con 27 appuntamenti tra concerti e spettacoli. Dal 15 settembre al via la campagna abbonamenti.

L'Orchestra da Camera di Mantova presenta la 24esima edizione della sua stagione concertistica Tempo d'Orchestra: un cartellone in cui le orchestre - e con loro grandi solisti del panorama internazionale - tornano a giocare un ruolo primario. Sabato 15 ottobre 2016 il debutto di un nuovo ciclo di 27 tra concerti e spettacoli, che andrà a concludersi solo il 1° aprile 2017. Debuttano a Mantova Zimmermann, Eberle, Isserlis, Prosseda, Quartetto Kelemen. E tornano Kremer e Kremerata Baltica, Lonquich, Bronzi, Benedetti Michelangeli. La nuova stagione è stata presentata venerdì 2 settembre, nella sala Consiliare del Comune di Mantova, dal direttore artistico il maestro Carlo Fabiano, dal sindaco Mattia Palazzi e dal vice Giovanni Buvoli, dal consigliere della Fondazione Cariplo Mario Anghinoni e da Alberto Bertuzzi, presidente dell'associazione Amici dell'Ocm.

Resa possibile da una serie di fondamentali contributi pubblici e privati, tra cui spicca quello del Comune di Mantova, che riconferma la propria presenza al fianco dell'Ocm e delle sue attività, Tempo d'Orchestra torna ad animare l'inverno mantovano con una fitta serie di proposte d'intrattenimento culturale d'altro profilo. Grazie al prezioso sostegno di Fondazione Cariplo, Tempo d'Orchestra disegna sempre più la propria programmazione sull'utenza. Meglio: sulle diverse tipologie di pubblico (appassionati di Classica, famiglie, adolescenti, coloro che pur sensibili a stimoli culturali non siano habitué delle sale da concerto) che mira a raggiungere attraverso un'azione di avvicinamento, educazione e progressivo coinvolgimento. Tant'è che il cartellone combina tradizionali concerti serali a trasferte cultural-musicali (domeniche pomeriggio alla scoperta congiunta di tesori artistici del territorio mantovano e musiche d'ogni epoca), spettacoli per famiglie, conferenze-concerto. E colloca l'offerta culturale non solo nel capoluogo ma su un ampio territorio provinciale. In programma ci sono tre serate sinfoniche al Teatro Sociale di Mantova, concerti d'orchestre da camera e di ensemble al Teatro Bibiena di Mantova, negli Auditorium di Suzzara e Poggio Rusco, nei teatri di Gonzaga, Villastrada, Medole, Sabbioneta, nell'ex-Biblioteca monastica di San Benedetto Po.

Prime delle nuove produzioni dell'Orchestra da Camera di Mantova (presente 9 volte, ora in formazione completa ora come ensemble) e ospitalità di orchestre, ensemble, solisti e direttori della scena nazionale e internazionale si alternano, portando a Tempo d'Orchestra i violinisti Frank Peter Zimmermann, Gidon Kremer, Veronika Eberle ed Emmanuel Tjeknavorian, i violoncellisti Steven Isserlis, Enrico Bronzi e Silvia Chiesa, i pianisti Alexander Lonquich, Roberto Prosseda e Maurizio Baglini, i clarinettisti Mauro Negri e Gabriele Mirabassi, i direttori Umberto Benedetti Michelangeli, Daniele Giorgi, Alessandro Maria Carnelli. Spira Mirabilis, Quartetto Kelemen e Trio Pieranunzi-Pieranunzi-Mirabassi (con un omaggio a Gershwin negli 80 anni della morte) rappresentano le eccellenze cameristiche in cartellone. Da segnalare infine tre eccellenti orchestre ospiti: Kremerata Baltica, Leonore e Zefiro (cui viene affidata l'inaugurazione della stagione).

Prosegue, con convinzione ed entusiasmo, l'esperienza Madama DoRe: la rassegna per famiglie, che invita a un ascolto gioioso, intergenerazionale, in contesto affettivo, si articola quest'anno in cinque spettacoli, tutti in programma la domenica mattina al Bibiena, affidati a compagnie specializzate nella produzione per i più giovani. Lo stesso numero di occasioni di fruizione cultural-musicale caratterizza il ciclo La domenica musicale, che, al debutto la scorsa stagione, ha rivelato uno straordinario indice di gradimento. Tempo d'Orchestra 2016/17 ripropone anche gli incontri d'avvicinamento all'ascolto che vanno sotto il titolo di ParoleNote e che si rinnovano trasformandosi in conferenze-concerto, grazie al coinvolgimento di musicisti divulgatori: Angela Romagnoli, Giovanni Bietti, Antonio Rostagno, Alexander Lonquich e Oreste Bossini.

La campagna abbonamenti entra nel vivo già dal 15 settembre, con le riconferme telefoniche limitate a chi lo scorso anno sottoscrisse la formula Amico Sostenitore. Che ora va a scomparire, lasciando il posto a Tempo d'Orchestra Omnia: l'opzione più ampia, quella pensata per chi vuole godersi pienamente il percorso d'ascolto proposto dalla stagione dell'Orchestra da Camera di Mantova. Nel segno della semplificazione, da questa stagione le principali formule sono due: a Omnia si abbina Tempo d'Orchestra Smart, selezione di serate sinfoniche. A fianco di queste permangono le formule per chi non si è mai abbonato prima - Prime Note -, quelle che consentono di accedere agli spettacoli per famiglie - Madama DoRe - e alle trasferte cultural-musicali - La domenica musicale. Ogni abbonamento ha tempistiche e costi specifici, consentendo di scegliere anche il budget da investire in ascolti (si va dai 250 euro dell'abbonamento completo in platea ai 20 euro della tessera Madama DoRe bambino).

Per informazioni e prevendite: Biglietteria Ocm, piazza Sordello 12 Mantova (t. 0376 360476 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.ocmantova.com).

Ultima modifica il Martedì, 06 Settembre 2016 13:58
Copyright by Comune di Mantova