Comune Mantova

Switch to desktop

Le foto di Madella nella Casa di Rigoletto In evidenza

Baroncelli, Micheli e Madella all'inaugurazione della mostraGiovedì 10 settembre nella Casa di Rigoletto ha preso il via, in occasione del Festivaletteratura, la mostra "Natura in posa" con gli scatti del fotografo Angelo Madella.

L'esposizione dal titolo "Natura in Posa" è organizzata dal Comune di Mantova ed è a cura dal responsabile dell'Ufficio Mostre Carlo Micheli. Si tratta di 43 scatti in bianco e nero che ritraggono affascinanti e suggestivi paesaggi di tutto il mondo, tra questi anche scorci della città di Mantova. La mostra fotografica presso la Casa di Rigoletto, in piazza Sordello, rimarrà aperta gratuitamente al pubblico fino a martedì 22 settembre. L'inaugurazione si è svolta giovedì 10 settembre alla presenza dell'assessore alla Rigenerazione urbana del Comune di Mantova Lorenza Baroncelli, del curatore Carlo Micheli e del fotografo mantovano Angelo Madella. "Questi scatti fotografici sono suggestivi e affascinanti perché ritraggono immagini inedite che sono una bella sintesi tra paesaggi, natura e architettura – ha detto la Baroncelli -. Inoltre, devo ringraziare l'autore e il curatore della mostra in quanto hanno esposto tante bellezze nascoste che meritano di essere evidenziate".

L'assessore Baroncelli ha portato i saluti anche del sindaco Mattia Palazzi, leggendo un messaggio da parte del primo cittadino. "Gli spazi della Casa di Rigoletto tornano ad ospitare una mostra di qualità - ha commentato Palazzi -. Siamo lieti di accogliere le opere di Angelo Madella, uno dei fotografi mantovani più interessanti. La sua ricerca della perfezione formale, si accompagna da sempre ad un'oculata scelta di soggetti particolari, capaci di evocare un'indescrivibile sensazione di bellezza non solo esteriore. Immagini con un'ani ma, frutto di anni e anni d'esperienza, ma anche di una passione senza limiti e di una tecnica invidiabile. Un bianco e nero affascinante, un viaggio nella suggestione creata da luce ed ombra, ma anche un tour reale che tocca la Normandia, la Scozia, per poi riavventurarsi tra i paesaggi italiani, fino a scorci della nostra straordinaria città. Una mostra dovuta, ma soprattutto voluta - ha detto infine il primo cittadino -. E lo dimostra il fatto che l'abbiamo organizzata in breve tempo. Un ulteriore passo verso la valorizzazione del nostro patrimonio culturale. Siamo felici che la mostra fotografica di Madella, poi, si possa svolgere durante il Festivaletteratura, kermesse che richiama a Mantova migliaia di persone, provenienti da tutto il mondo. Le quali potranno apprezzare anche l'arte del fotografo mantovano".

Madella si avvicina alla fotografia alla fine degli anni sessanta prediligendo "il bianco e nero" che tratta in proprio, dallo sviluppo alla stampa. Tramite la tecnica dell'infrarosso artistico si fa conoscere in ambito nazionale, ottenendo diversi premi unitamente a riconoscimenti di carattere internazionale. Ha esposto in personali e collettive a Gubbio, Brescia, Mantova, Massa Lombarda, Castellanza, Dobbiaco, Winston Salem e New York. Le sue immagini sono state pubblicate su prestigiose riviste fotografiche, tra cui la "Leica Photography". "Motivato da una passione profonda e da una speciale attenzione per le architetture antiche e per le bellezze naturali che nel tempo hanno dato forma al paesaggio – ha detto il curatore dell'esposizione Micheli –, Madella ha scelto di documentare vari luoghi per fermarne la memoria, ricercando il rapporto tra l'uomo e lo spazio, naturale o costruito che sia".

Ultima modifica il Lunedì, 21 Settembre 2015 17:36

Copyright by Comune di Mantova

Top Desktop version